Nella giornata di lunedì 18 settembre 2017 il Comune di Martina Franca ha firmato il contratto relativo al Piano Urbanistico Generale con le società che, a seguito di bando pubblico, si sono aggiudicate l’incarico.
In una conferenza stampa a Palazzo Ducale, il Sindaco Franco Ancona, il Dirigente Pianificazione Territoriale ed Edilizia, Lorenzo Lacorte e i rappresentanti di d:rh architetti associati e Criteria srl, gli architetti Sergio Dinale e Paolo Falqui, hanno illustrato l’iter del procedimento.
L’ingegner Lacorte ha spiegato i dettagli della gara evidenziando che, sulle otto domande pervenute, è stato premiato il raggruppamento di imprese che ha presentato una offerta tecnica (con ribasso del 20%) che ha dimostrato di aver studiato il territorio e che presenta, nel suo staff, le professionalità specialistiche richieste dal bando. In relazione alla tempistica, il Dirigente ha sottolineato che “trattandosi di un iter piuttosto complesso, i tempi di esecuzione previsti dal bando sono di 12 mesi, al netto delle interruzioni per gli interventi degli uffici che dovranno esprimersi”.
I progettisti hanno evidenziato la complessità del territorio di Martina Franca e il loro impegno, nella prima fase, allo studio approfondito dei contenuti del Documento Programmatico Preliminare, già approvato dal Consiglio Comunale, per poi realizzare la stesura provvisoria del Piano entro la primavera del 2018 avvalendosi anche di professionalità del territorio.
“Dopo tanti anni in cui si avvertiva la necessità di un nuovo strumento urbanistico che recepisse le nuove esigenze di cittadini e imprese e coerente con la normativa regionale attuale, finalmente parte la fase operativa per dotare Martina di un moderno piano per lo sviluppo e l’abitare sostenibile”, ha sottolineato il Sindaco Franco Ancona.
Alla presenza della Giunta Comunale e dei Consiglieri, è intervenuta la capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Comunale, Nunzia Convertini: “L’intero Consiglio Comunale è impegnato a collaborare in questa fase di studio e di concertazione con la città. Come gruppo Pd seguiremo con costanza i lavori dei tecnici, lavoreremo all’interno del Consiglio comunale per poter garantire la discussione e agevolare la pianificazione”.
“Sono lieta che nella nostra cultura stia entrando l’idea del diritto di vivere e abitare la città e non solo quello di costruire. Dobbiamo ricordarci che le risorse e il suolo non sono inesauribili pertanto è bene che tutto venga disciplinato nel rispetto dell’ambiente che ci circonda”, ha evidenziato Elena Convertini, consigliere comunale di Sinistra Italiana.
Paolo Vinci, capogruppo di Martina Visione Comune, ha dichiarato che “ci aspettiamo molto dalla redazione del Piano Urbanistico Generale perché tutti vogliamo una città più vivibile. Mi auguro che anche il lavoro dei tecnici, come il nostro, sia indirizzato al bene comune”.