Ancora una stazione di servizio nel mirino dei ladri. Dopo il colpo fallito del 16 ottobre scorso ai danni dell’Agip, nella notte tra sabato e domenica scorsi una banda a bordo di un’Audi A4 ha tentato di scassinare la colonnina mangiasoldi della “Esso” sita sulla 379, la superstrada che collega Bari a Brindisi in territorio di Ostuni. La banda è stata interrotta dall’arrivo di una pattuglia della Securitas, l’istituto di vigilanza che si occupa della sorveglianza dell’impianto. La segnalazione di allarme collegata con la centrale operativa è giunta all’1.10.

Sul posto si è recata una pattuglia già in servizio nella zona che ha interrotto l’azione criminosa. La banda, composta da tre persone è risalita in auto sotto gli occhi dell’operatore per poi dileguarsi in direzione Brindisi. Era riuscita a creare un buco alla base della colonnina in corrispondenza della fessura dove si infilano le banconote.

“A distanza di qualche ora l’operatore che aveva sventato il furto mentre transitava la sp20 in direzione Ostuni precisamente sotto il cavalcavia sottostante il Foro Boario veniva colpito da un sasso che ha provocato il danneggiamento dell’autovettura. Si presume che l’accaduto sia collegato al furto sventato”. Si legge in una nota inviata dalla Securitas.