L’ex sindaco di Fasano ed attuale consigliere comunale di opposizione (Forza Italia), Lello Di Bari, prendendo spunto dalla notizia dell’emigrazione a Monopoli della Skating Fasano, società di pattinaggio su rotelle, per via di più favorevoli condizioni logistiche, attacca la Consulta dello sport cittadina nata sotto l’amministrazione Zaccaria.

Ecco le dichiarazioni di Di Bari:

Lo scorso febbraio, il Comune di Fasano dava vita alla Consulta

©CN&T

cittadina dello sport, il cui fine era quello, così come affermato dallo stesso Sindaco Zaccaria, di consentire a ‘tutti i soggetti che operano nel settore dello sport di promuovere, sviluppare e coordinare la pratica sportiva e le manifestazioni sportive nel nostro territorio, collaborando con l’Amministrazione comunale’. A distanza di otto mesi giunge la notizia che proprio il nostro Comune perde una delle più importanti associazioni sportive, la Asd “SkatingFasano” che, solo per citare gli ultimi prestigiosi traguardi raggiunti, ha conquistato ben 9 podi nella competizione di pattinaggio artistico del 2017 in Irlanda. Questa perla dello sport fasanese cambierà nome e ragione sociale diventando “Asd Skating Monopoli”. D’altronde il sospetto che le dichiarazioni dell’amministrazione e del coordinatore della neo Consulta dello Sport Angelo Dicarolo non fossero altro che proclami propagandistici, era già abbastanza evidente quando nel marzo del 2017 il Comune di Monopoli premiò, presso la propria sala consiliare, la 18enne monopolitana Alessia Mangiarano, campionessa europea di pattinaggio artistico in linea, riservandole i meritati onori istituzionali. L’amministrazione fasanese non fece altrettanto con le “sue” atlete, che pure si erano distinte, né con l’associazione che aveva tenuto alta la bandiera cittadina dello sport.

La Consulta, a detta dello stesso consigliere comunale con delega allo sport Giuseppe Galeota, avrebbe dovuto rappresentare una ‘novità’ in grado di ‘rivoluzionare culturalmente l’approccio al mondo sportivo’ ma ad oggi non ha prodotto alcun risultato positivo. L’impegno profuso dall’amministrazione e dal coordinatore Dicarolo si è risolto nell’organizzazione nella Sala di Rappresentanza del Palazzo Municipale, di un corso di formazione per dirigenti sportivi, tecnici qualificati, ufficiali di gara e gestori di impianti sportivi delle province di Brindisi, Lecce e Taranto: un risultato un po’ scarno per una “novità” in grado di realizzare una ‘rivoluzione culturale’ nel mondo sportivo. Quel che resta è la consapevolezza dell’incapacità di questa amministrazione di offrire risposte e trovare soluzioni serie per valorizzare le qualità sportive dei nostri atleti. Un’amministrazione che, a parole, si fa promotrice della formazione sportiva, dando rilievo all’importanza che lo sport riveste nella vita dei cittadini, soprattutto dei ragazzi in età evolutiva, ma poi nei fatti delude ogni aspettativa“.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article