FOTO MARIO ZIZZI a CISTERNINO

CisterninoNotizie.com Portale della Valle d'Itria Cisternino

Scossone nel settore della Polizia Locale a Cisternino: il dottor Antonio Modugno, comandante del corpo e responsabile del settore in questione, termina la propria esperienza lavorativa nel comune della Valle d’Itria dopo tre anni e mezzo di egregio servizio.

A partire dai prossimi giorni, per tre anni, il comandante Modugno sarà il selezione pubblicadirigente della prima ripartizione e comandante della Polizia Locale della città di Massafra (in provincia di Taranto, 33.000 abitanti circa) in seguito alla vittoria della selezione pubblica per questo prestigioso incarico.

studi Polizia LocaleIl dr. Antonio Modugno, nato a Bari nel 1959, vanta una laurea in Scienze politiche conseguita presso l’Università degli Studi “Aldo Moro” a Bari, una specializzazione in “Polizia Locale” presso l’Università degli Studi di Trento raggiunta col massimo dei voti, vari corsi settoriali (svolti presso il “Centro alti studi per la Difesa” di Roma e presso l’Università degli Studi di Milano “Luigi Bocconi”) e dispone di un curriculum invidiabile che lo ha visto muovere i primi passi a Bari presso il corpo di Polizia Locale e la Procura della Repubblica; in seguito, comandante della Polizia Locale a Puglia ProvinceCasamassima (Ba), dove resterà per quasi undici anni; nel mezzo, diviene comandante dello stesso corpo a Turi (Ba); medesimo ruolo a Conversano (Ba); responsabile e coordinatore della Polizia locale e giudiziaria a Trani (BAT, 56.217 abitanti), in seguito comandante della Polizia Locale sempre a Trani dove resterà per oltre otto anni; comandante della Polizia Locale di Andria (BAT, 100.440 abitanti); comandante a Trinitapoli (BAT) Locorotondo Municipioed a Massafra (Ta), dove si fa apprezzare e dove, dunque, tornerà dopo il lavoro svolto per un anno, arriva a Cisternino nel 2013 e diviene comandante anche a Locorotondo nello stesso periodo.
Il comandante Modugno è, inoltre, docente in corsi di formazione settoriale e coautore di molti libri inerenti le proprie qualifiche ed è stato più volte membro e presidente di commissioni giudicatrici nel medesimo settore.

L’ormai ex comandante della Polizia Locale di Cisternino si è fatto apprezzare in Valle Valle d'Itria originaled’Itria per aver affrontato di petto vicende e situazioni in cui pochi, precedentemente, avevano voluto vederci chiaro, basti pensare ai casi portati alla luce di reati contro l’ambiente, abusi edilizi (dai quali sono emerse clamorose vicende di presunte falsificazioni delle volumetrie e dei permessi con la collusione di tecnici comunali e di altri casi evidenti mai accertati prima di cui vi abbiamo debitamente parlato), con lavori che hanno portato la collaborazione e la stima professionale della Procura della Repubblica di Brindisi, la Guardia di Finanza di Fasano e coi Carabinieri della stazione locale coordinati dal luogotenente Argentieri, capillari controlli del territorio e, non ultimo, la scorsa estate affrontata con carenza di organico (per mal ponderate scelte amministrative in materia di bilancio) e gestita con gli agenti della Polizia Locale che hanno dovuto controllare urbanistica, igiene urbana, materia edilizia, materia giudiziaria ed ambientale pur essendo in grave deficit numerico.

immondiziaLa notizia del cambio in seno al comando della Polizia Locale e del relativo settore non potrà far gioire la comunità: resta in bilico il servizio di igiene urbana, non è stato firmato il contratto con la Tra.de.co per lo smaltimento dei rifiuti e la nettezza urbana (nonostante la bontà del lavoro svolto, come vi abbiamo raccontato pochi giorni addietro), resteranno incomplete le indagini avviate ed in corso in materia edilizia, ambientale e giudiziaria su cui tantissimo era stato fatto nell’ultimo periodo (ne siano testimonianza i tanti approfondimenti da noi dedicati).

Cisternino Verità cittadineProbabilmente più di qualcuno che era avvezzo ad un certo malcostume diventato pratica di routine su cui si è voluto far luce grazie all’alacre lavoro del comandante Modugno e degli agenti di Polizia Locale non sarà triste per questo cambio, ma il rischio è che, come sempre accade, ad andarci di mezzo saranno i cittadini ed il territorio per cui tanto e bene era stato fatto.
Forse la totale operatività dello stesso Modugno era diventata troppo “ingombrante” e scomoda per qualcuno a Cisternino, specie per quel che concerne attività in cui solitamente le Polizie Locali sono poco impegnate (si veda l’attenzione prestata agli argomenti giudiziari…) e, probabilmente, l’ormai ex comandante paga caro lo scotto per aver voluto vederci chiaro su temi spinosi che rischiano di mettere “imbarazzo” sulla scena politica, tanto che un organo informativo riconducibile ad esponenti molto in vista dell’amministrazione comunale insinua che ci siano ragioni legate a migliori condizioni economiche alla base della decisione.

insinuazioni
Da qui il clima di ostracismo politico (mai palesato ma evidente) che si respira nei confronti del comandante Modugno, indotto verso nuove avventure professionali dall’aria che tira in città nonostante, è bene ricordarlo, lo stesso resti il titolare del ruolo nel Modugno Antonio comandante Polizia Locale CisterninoComune di Cisternino in quanto ricopre l’incarico a tempo indeterminato.

A Cisternino resta il lavoro svolto senza favoritismi e “paraocchi” per il bene della comunità e del territorio, oltre al rammarico di aver momentaneamente perso un valido professionista come il comandante Antonio Modugno, cui vanno i migliori auguri per i prossimi impegni professionali.

E chissà che, sempre a Cisternino, non restino anche dei clamorosi strascichi che questa vicenda si porterà dietro…

Foto Mario Zizzi di Piergiorgio e Mariangela

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article