L’assessore comunale al Patrimonio di Fasano Leonardo Deleonardis ha donato ufficialmente il progetto esecutivo del parco-giochi inclusivo alla rete associativa “L’Halveare” che aveva promosso l’iniziativa della realizzazione del parco quattro anni fa, raccogliendo anche dei fondi attraverso il crowfunding.
«Come sempre, quando dò la mia parola la mantengo – afferma Deleonardis -, ed anche in questo caso, la promessa da me fatta lo scorso ottobre da semplice cittadino volontario, che ha a cuore le sorti della propria realtà territoriale, è mantenuta. “L’Halveare” avrà il progetto pronto che dovrà presentare al Comune per l’approvazione. Il mio impegno per il parco inclusivo è stato sereno e convinto – sottolinea Deleonardis – motivato soltanto dal voler dare il mio contributo personale ad un progetto che si era un po’ impantanato ma di cui riconoscevo, e riconosco, l‘importanza per la città, per le famiglie e per tutti i bambini e le bambine. Adesso la speranza è che, dopo l’approvazione che mi auguro avvenga in tempi brevissimi da parte del Comune, il progetto possa finalmente vedere la realizzazione».
Il parco-giochi inclusivo, il primo di cui sarà dotata Fasano, è previsto, per iniziativa della rete associativa “L’Halveare”, in una porzione del Parco della Rimembranza, la villa comunale cittadina prospiciente l’edificio scolastico del 1° Circolo didattico. Anche il sindaco Francesco Zaccaria aveva voluto fare la sua parte quando propose la chiusura permanente al traffico veicolare proprio di via Collodi, l’arteria che separa la villa dalla scuola, per dare un valore aggiunto allo stesso futuro parco-giochi che sarà dotato di giochi e varie attrezzature per bambini (già tutti acquistati) e nuovi corpi illuminanti che faranno dell’area un luogo in cui poter trascorrere serenamente del tempo anche nelle ore serali.
«Il mio gesto, del tutto volontario e fatto per il bene della città – sottolinea Deleonardis – spero possa innescare una “gara” tra cittadini, che amano come me la partecipazione attiva, a dare il proprio contributo, in qualunque modo dovesse esprimersi, per il bene del territorio».