Il Comune di Fasano, in collaborazione con “Tradeco” (la società gestrice del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani nel locale territorio), lancia una campagna di educazione ambientale rivolta agli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Fasano e frazioni.
Il progetto, denominato “EcoQuiz”, consentirà anche ai più giovani di comprendere l’importanza di praticare la raccolta differenziata dei rifiuti e di acquisire in modo semplice e divertente le buone pratiche ambientali.
L’obiettivo del web-game è migliorare il livello di conoscenze in campo ambientale, passando attraverso una serie di livelli o “missioni”, per arrivare in cima alla vetta: la scalata ai gradi successivi di conoscenza sarà facile e stimolante per i primi livelli e più impegnativa per i successivi, in modo da appassionare sempre più i giocatori; i ragazzi giocheranno su tablet, computer o telefonini, in accordo con gli insegnanti di riferimento delle scuole che hanno aderito al progetto.
«Abbiamo tenuto degli incontri con i docenti per spiegare loro l’importanza dell’iniziativa, l’impianto generale del web-game e le finalità – spiega Cinzia Caroli, assessora comunale alla Pubblica istruzione -; il progetto è decisamente interessante perché parla il linguaggio dei giovani, moderno, considerato che si sviluppa tutto sul web. È un modo per interessare i ragazzi e le ragazze dai 13 ai 18 anni d’età alla tematica ambientale e all’importanza della raccolta differenziata. I giovani sono particolarmente recettori di questo tipo d’informazioni – sottolinea l’assessora Caroli – e non è vero che si disinteressino dei temi sociali e, comunque, relativi al vivere civile. Anzi! Sono loro stessi che fanno da cinghia di trasmissione, alle loro famiglie, delle conoscenze acquisite».
Le domande del game vertono sulle principali tematiche legate alla sostenibilità: raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti; consumo consapevole; risparmio energetico ed energie rinnovabili; emissioni di CO2 e mobilità sostenibile; “ecomix” (prodotti e funzioni con materiali mischiati tra di loro provenienti dal riciclo).
«Attraverso “EcoQuiz” vogliamo “allearci” con i più giovani per sensibilizzarli alle tematiche del corretto smaltimento dei rifiuti e, soprattutto, “contagiare” gli adulti nelle famiglie a differenziare e riciclare correttamente – sottolinea il sindaco Francesco Zaccaria -; ma non solo. Obiettivo del progetto è anche diffondere capillarmente tra i giovani i più moderni concetti di consumo consapevole, risparmio energetico e mobilità sostenibile. Siamo sicuri che “EcoQuiz” – aggiunge il sindaco – è un valido aiuto alla formazione di una “cultura del rifiuto” tra i ragazzi, con la quale diffondere una nuova e moderna mentalità tra gli adulti».
Gli alunni che si cimenteranno nel web-game e che, attraverso il superamento di vari step, occuperanno le prime posizioni della classifica generale si aggiudicheranno, nel corso di un evento di premiazione che organizzerà il Comune in collaborazione con “Tradeco”, diversi premi tra cui tablet di ultima generazione. “EcoQuiz” terminerà alle ore 12 del 7 dicembre di quest’anno.