E’ fuori pericolo il bambino di tre anni di Ostuni che, nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 Dicembre 2017 era stato ricoverato nel reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale “Perrino” di Brindisi (dopo transito dal nosocomio della città bianca) per aver ingerito accidentalmente dei farmaci antinfiammatori.

Il piccolo si trova ora presso il reparto di pediatria del “Perrino”, dal quale giunge la buona notizia della fine della terapia intensiva per il malcapitato bambino.

I genitori dello stesso, come atto dovuto, sono indagati a piede libero per l’accaduto.