IdeaLista, movimento civico e politico di Martina Franca, risponde ad alcune provocazioni che lo avrebbero tirato in ballo sebbene sia fuori dai quadri istituzionali:

“IdeaLista non cadrà mai nella provocazione di chi vuole chiamarci in ballo in discussioni di basso profilo di cui non ne sentiamo la necessità.

La Politica per noi è la ricerca della soluzione ai problemi di ogni giorno, ma soprattutto la costruzione di una visione di sviluppo continuo per il futuro nostro e dei nostri figli. Per queste ragioni abbiamo sempre messo al centro il programma politico e la discussione. È così oggi e lo è stato durante la campagna elettorale e questo intendiamo ribadirlo ai cittadini, ma anche a coloro che in questi giorni hanno rilasciato alcune dichiarazioni sui social network poi riprese anche dalla stampa.

Il nostro richiamo politico è sulla quotidianità dei problemi, un richiamo alla richiesta di una risposta che continua a farsi attendere rispetto alle tante domande presenti sul tavolo della discussione politica. I lavori per l’adeguamento del depuratore, l’individuazione del recapito finale per lo scarico della acque, lo scempio in piena Valle d’Itria con la costruzione delle mega vasche che rappresenterebbero la soluzione individuata dalle istituzioni con grande sperpero di risorse pubbliche. Una soluzione che sarebbe provvisoria, come provvisoria sarebbe la soluzione alla viabilità individuata lungo la strada statale 172, ulteriore bruttezza in Valle d’Itria che si aggiunge alla bruttezza delle trincee drenanti.

La città attende risposte sul fronte ambientale anche per quanto riguarda la gestione del nuovo servizio di raccolta rifiuti, in una continua fase di rodaggio che sembra non finire mai e che si porta dietro le inefficienze di un appalto nato già vecchio e figlio di una politica ancora una volta miope.

E intanto i nostri figli sono costretti ad andare via dalla nostra terra, perché qui non vedono possibilità di futuro e con essi se ne vanno le nostre aziende che in questa terra trovano solo ostacoli allo sviluppo.

La macchina amministrativa è completamente bloccata e inefficienti sono tutti i servizi riservati ai cittadini, ne sono testimonianza le inefficienze dell’ufficio tecnico e dell’ufficio tributi, con gli utenti costretti a lunghe e interminabili file di attesa.

A queste e a tante altre domande la politica deve dare risposta, invece di inseguire i personalismi e lo scaricabarile delle responsabilità del proprio fallimento elettorale. Risposte che per IdeaLista possono arrivare solo attraverso un rinnovamento della classe politica e dirigente, attraverso uomini e donne che si riconoscono sotto l’ideologia del liberalismo”.