Il presidio “Libera” di Ceglie Messapica ha lanciato un appello per fare chiarezza sulla vicenda del decesso di una bracciante agricola di Ceglie Messapica. Ecco il comunicato dell’associazione:

“Morta sul lavoro – domenica 17 dicembre – una donna di Ceglie Messapica mentre si trovava nei campi del Tarantino. Chiunque voglia raccontarci come siano andate le cose e voglia rompere il silenzio sulla vicenda ci contatti privatamente.
Ai familiari le nostre più sentite condoglianze e la nostra vicinanza nel dolore.
Che non sia un’altra “invisibile” travolta dalle dure condizioni di lavoro, come Pompea, Lucia, Donata, Cosima e Domenica, braccianti agricole di Ceglie Messapica morte nel 1980 e nel 1991″.