Divieto di scoppio dei classici “botti” in questo periodo. Lo ha deciso, con apposita ordinanza, il sindaco Francesco Zaccaria, così che dalle ore 18 di oggi e fino alle ore 7 dell’8 gennaio 2018 sarà vietato lo scoppio di petardi, mortaretti ed altri oggetti pirotecnici, negli spazi pubblici (vie e piazze) di Fasano e frazioni, e in quegli spazi privati (cortili, giardini, balconi e finestre) il cui scoppio dei “botti” può raggiungere aree e spazi pubblici. È fatto divieto di scoppio negli spazi privati anche di quei “botti” non posti in libera vendita senza la licenza, così come è vietato l’utilizzo di fuochi pirotecnici posti in libera vendita ma senza rispettare le istruzioni contenute nell’etichetta.

Zaccaria motiva il divieto per “prevenire e contrastare azioni di disturbo, pericolo e danno alle persone, agli animali ed alle cose”, soprattutto in considerazione che la pratica degli scoppi di materiale pirotecnico “anche a causa del volume di forza esplodente che viene liberato dalla contemporaneità degli scoppi, a cavallo fra il 31 dicembre ed il 1° gennaio, rischia di produrre danni o lesioni alle persone, anche gravi e gravissimi, provocati dall’uso improprio o dal malfunzionamento di detti ordigni, oltre ad effetti traumatici agli animali a causa del panico da rumore”.