Ieri sera, mercoledì 7 Febbraio 2018, il cantautore di Martina Franca Renzo Rubino si è esibito per la seconda volta sul palco del Teatro Ariston di Sanremo per il 68° Festival della canzone italiana.

Secondo quanto previsto, Rubino si sarebbe dovuto esibire questa sera con la propria “Custodire”, inno alla riconciliazione dopo amori terminati, ma la sospensione del duo Ermal Meta-Fabrizio Moro per la vicenda di una frase del ritornello identica a quella di una canzone presentata per Sanremo giovani un paio di anni addietro (e che vedeva tra gli autori lo stesso della canzone del duo Meta-Moro), sospensione poi rientrata con la notizia di reintegrazione di questa mattina, ha cambiato leggermente i programmi.

La Rai ha proceduto, alla presenza di un notaio, all’estrazione a sorte di un cantante che si sarebbe dovuto esibire oggi in attesa del riscontro sulla sospensione; il nome estratto è stato quello di Rubino che è salito sul palco poco prima della mezzanotte e per questo l’entourage del martinese avrebbe fatto trapelare un certo malumore in quanto Rubino si era già esibito a tarda ora nella prima serata e questa sera avrebbe dovuto cantare tra i primi; lo stesso avrebbe peraltro saputo dell’estrazione dalla stampa e non dall’organizzazione, fattore non piaciuto allo stesso.

Rubino è apparso più spigliato rispetto alla prima serata ma questo non è bastato per sollevarlo dalla zona rossa (quella bassa) della classifica, dove si trovava anche martedì sera.

Renzo Rubino si esibirà la prossima volta venerdì in compagnia di Serena Rossi, bella e brava attrice, cantante, presentatrice e doppiatrice nota per l’apparizione in fiction come “Che Dio ci aiuti”, “Ris”, “Il commissario Montalbano”, “Squadra mobile” e programmi tv come “Detto fatto” e “Tale e quale show”.