Nella giornata di lunedì 12 Febbraio 2018 si è svolto un incontro per discutere della situazione della pubblica sicurezza a Cisternino presso la prefettura di Brindisi.

«Uno sforzo comune da parte di tutti: più controlli da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali, aumento dei sistemi di videosorveglianza, miglioramento dell’illuminazione pubblica e più in generale delle cosiddette `misure di difesa passiva´, secondo il principio di sicurezza partecipata, ma anche una maggiore collaborazione dei cittadini che con le loro segnalazioni possono rendere più efficace e tempestivo il lavoro delle forze di polizia». Questa la linea di intervento condivisa nella riunione tecnica di coordinamento interforze presieduta dal prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, alla quale ha preso parte, oltre ai vertici delle forze dell’ordine, il sindaco di Cisternino, Luca Convertini.

Nell’occasione sono stati programmati specifici servizi di controllo e di contrasto da parte delle forze dell’ordine e della polizia municipale nelle zone del territorio ritenute particolarmente sensibili al fenomeno dei reati predatori, anche con l’impiego del Reparto prevenzione crimini. Il territorio di Cisternino, ricadente nella Valle d’Itria, è ormai preda quotidiana di episodi di furti in abitazioni e di automobili; reati predatori vengono registrati all’ordine del giorno e la crescente paura dei cittadini ha spronato la politica a richiedere interventi mirati che, a quanto pare, vedranno inoltre intensificata la collaborazione tra le istituzioni e le forze dell’ordine – con circolarità delle informazioni – mirando ad un più radicato intervento della Polizia di Stato nel territorio indicato.

«Sono certo che, da questo incontro esce una rafforzata sinergia tra amministrazione locale e presidio dell’arma sul territorio, che è il presupposto fondamentale per costruire sicurezza e fiducia nelle istituzioni. Manca ancora, e duole doverlo riscontrare, una completa, partecipata, tempestiva e sostanziale collaborazione da parte delle vittime che dovrebbero fornire agli organi di polizia ogni elemento informativo utile allo sviluppo delle indagini» ha affermato il prefetto Valenti, il quale, in conclusione, ha espresso l’intenzione di organizzare un incontro del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presso il comune di Cisternino.