Un grave incidente stradale si è verificato attorno alle ore 18:00 di giovedì 15 Febbraio 2018 sulla strada statale 379 (Brindisi-Bari) in territorio di Fasano e, più precisamente, all’altezza dello svincolo per Pezze di Greco e nei pressi del centro commerciale Conforama.

Ad essere coinvolte sono state due auto: una Fiat Punto guidata da Francesco Cisternino, 33enne di Fasano che rientrava da Brindisi, ed una Nissan Micra condotta da un docente 52enne anch’esso di Fasano.

Lo scontro ha probabilmente causato lo scoppio di uno pneumatico dell’autovennuta del 33enne il quale potrebbe aver perso il controllo dell’auto terminando la corsa al centro della carreggiata. A questo punto – questa l’ipotesi vagliata dagli inquirenti – il 33enne sarebbe sceso dall’auto per controllare la situazione o, forse, in stato di shock e, molto probabilmente, sarebbe stato falciato dall’altra auto di cui il 52enne docente aveva perso il controllo. Così si spiegherebbe, secondo i primi rilievi, il fatto che il 33enne sia stato trovato sulla corsia opposta con gravi ferite, una commozione cerebrale e fratture in svariate parti del corpo.

Francesco Cisternino, molto noto a Fasano perché impegnato in politica (per anni con i Circoli Nuova Italia e da un po’ in Fratelli d’Italia, in cui ricopre l’incarico di vice-coordinatore cittadino), è stato soccorso dai sanitari del 118 che si sono immediatamente resi conto della gravità delle ferite riportate ed hanno trasportato il giovane presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi; il 33enne era vigile ma è stato sedato e resta ricoverato in gravi condizioni.

La dinamica del sinistro sarà acclarata dalla polizia stradale che ha effettuato i rilievi di rito e per la quale potrà essere molto utile la testimonianza del 52enne coinvolto – rimasto lievemente ferito ad un braccio e trasferito precauzionalmente nel nosocomio di Monopoli – mentre fondamentali per l’evoluzione clinica del 33enne saranno le prossime ore.