I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Martina Franca (Ta) hanno arrestato, in flagranza di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio, un 29enne, residente a Leporano (Ta) e di fatto domiciliato nella città del festival.

I militari, dopo aver appreso che il 29enne aveva messo in piedi un’attività di spaccio, si sono recati presso l’abitazione dell’uomo per eseguire una perquisizione domiciliare. Durante le operazioni, i Carabinieri hanno accertato che il 29enne aveva adibito un ripostiglio a laboratorio di produzione dello stupefacente. In dettaglio, venivano sequestrate 4 piante di marijuana, alte circa 1 mt e tutta l’attrezzatura necessaria a creare un microclima favorevole ad una rapida crescita delle stesse ( una lampada alogena, un ventilatore e un rilevatore di umidità).

Nel corso dell’attività, i militari rinvenivano, altresì, occultati nel freezer, gr. 16,4 di marijuana, già confezionata e pronta per lo spaccio, nonché la somma in contanti di 285,00 euro, suddivisa in banconote di vario taglio e sottoposta a sequestro in quanto ritenuta provento dell’attività illecita.

Il 29enne, che durante la perquisizione, consegnava spontaneamente ai militari una scatola di cartone contenete gr. 55 di hashish, suddivisi in varie dosi ed un bilancino di precisione, veniva arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e, al termine delle formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

La sostanza stupefacente, sottoposta a sequestro, verrà analizzata nei prossimi giorni dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.