I Carabinieri del Gruppo Antisofisticazioni e Sanità di Napoli, infatti, hanno effettuato una serie di servizi tesi ad accertare eventuali violazioni riguardo le case di riposo per anziani e strutture socio sanitarie assistenziali.

Nell’ambito di questi controlli, che hanno riguardato la provincia di Brindisi, i Carabinieri del Nas di Taranto hanno denunciato a piede libero alla Autorità Giudiziaria l’amministratore di una casa di riposo per anziani che ha sede a Fasano, per “omessa comunicazione delle persone alloggiate” nella struttura stessa.

La norma violata è l’art. 109 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, la quale stabilisce che i gestori di strutture ricettive, comprese quelle che forniscono alloggio in tende, roulotte, nonché i proprietari o gestori di case e di appartamenti per vacanze e gli affittacamere, ivi compresi i gestori di strutture di accoglienza, ad eccezione dei rifugi alpini inclusi in apposito elenco istituito dalla regione o dalla provincia autonoma, debbano comunicare giornalmente all’Autorità di Pubblica Sicurezza l’arrivo delle persone alloggiate, mediante consegna di copia della scheda o comunicazione, anche con mezzi informatici.

I gestori che non provvedono alla comunicazione delle persone alloggiate sono soggetti all’applicazione dell’art. 17 dello stesso Testo unico, norma che prevede l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino a 206,00 euro.