I Carabinieri della Stazione di Pezze di Greco, al termine di attività indagine scaturita dalla denuncia presentata da un 48enne sempre di Pezze di Greco, hanno denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, per il reato di truffa in concorso, L.P. di 39 anni e E.A. 32 anni, entrambi di Francavilla Fontana. L’attività investigativa ha consentito di accertare che il denunciante, proprietario di un’autovettura di grossa cilindrata, in sede di pagamento del rinnovo della polizza assicurativa, accorgendosi che il premio era sensibilmente lievitato, chiesti i motivi, gli veniva riferito dal suo assicuratore che la sua autovettura era stata coinvolta in un sinistro stradale.

Pertanto, sbigottito in quanto sicuro di non essere stato coinvolto in alcun incidente, presentava richiesta di accesso agli atti alla propria compagnia assicurativa per visionare la documentazione relativa al fantomatico sinistro. Dalla documentazione emergeva che il suo veicolo, esattamente un anno addietro, era stato coinvolto in un sinistro stradale in Francavilla Fontana ove in un’area di servizio nell’effettuare una manovra in retromarcia aveva urtato la vettura di L.P., per poi allontanarsi senza la constatazione dei danni. Nella circostanza, il denunciante veniva a conoscenza che all’evento aveva assistito anche un sedicente testimone oculare, E.A.. A seguito del falso sinistro, L.P. veniva pertanto indennizzato.