Sarà la quinta finale scudetto consecutivo per una grande, indomita, Junior Fasano, vittoriosa ieri sul Pressano per 27-21 nella magnifica cornice di pubblico della palestra Zizzi, il cui caloroso apporto si è rivelato fondamentale per ribaltare il 24-21 maturato in Gara 1 a Lavis lo scorso 1° maggio.

Importante infatti è stata la spinta dei sostenitori biancazzurri, unitamente alla grinta ed alla voglia di vincere di Flavio Messina e compagni, nei diversi momenti delicati dell’incontro, a partire dai primi minuti, quando il tecnico Francesco Ancona, già costretto a rinunciare agli infortunati Paolo De Santis e Guido Riccobelli, perdeva anche Andrè Leal, rientrato poi in campo solo per i tiri dai 7 metri. La Junior, nonostante un certo accanimento della buona sorte, non si scomponeva, reagiva al primo 0-2 del Pressano e si portava avanti sin dal 5-4 del 13’, trascinata particolarmente da un ispiratissimo Demis Radovcic, decisivo a guidare i suoi compagni sino al 10-8 dell’intervallo.

In avvio di ripresa la compagine fasanese si portava al +5 (17-12 all’11’), per poi resistere al ritorno degli avversari, tenuti in gara dalle parate di Sanpaolo e dalle invenzioni di Di Maggio, che accorciavano fino al -2 (19-17 al 18’), prima dell’allungo definitivo dei padroni di casa, che nel momento clou del match trovavano nelle reti di Filippo Angiolini (8 le marcature complessive per lui, miglior realizzatore di serata) la spinta determinante per portare a casa la qualificazione. A mettere in ghiaccio il risultato e l’accesso all’atto finale del campionato ci pensavano in seguito Pasquale Maione e Giancarlo Costanzo, autori delle marcature del 27-21 conclusivo, accolto nell’entusiasmo incontenibile della palestra Zizzi.

A contendere il titolo tricolore alla Junior sarà il Conversano, che ha ieri superato per 28-27 i campioni in carica del Bolzano (eliminati dopo il 29-29 dell’andata), raggiungendo così in finale il sodalizio presieduto da Francesco Renna. Sarà indubbiamente un derby affascinante, con Gara 1 fissata per le 20.45 di sabato prossimo, 12 maggio, al Pala San Giacomo, dove saranno presenti anche le telecamere tv di Sportitalia. Da definire invece la sede di Gara 2 ed eventuale Gara 3, previste per il 19 e 26 maggio, che vedranno la Junior giocare “in casa” in virtù del vantaggio ottenuto chiudendo al primo posto la Poule Play-Off.

<<Siamo molto contenti per aver raggiunto la quinta finale al termine di una doppia sfida così intensa – dichiara al termine dell’incontro il tecnico Francesco Ancona – che conclude al meglio un periodo complicato per via delle cinque importantissime gare disputate in soli quindici giorni. Adesso proveremo a portare casa il nostro terzo scudetto, consci sì dei valori del Conversano, ma anche consapevoli della nostra forza e delle nostre potenzialità. Determinante, così come contro il Pressano, sarà la spinta del pubblico biancazzurro, il cui encomiabile sostegno potrà darci un’ulteriore mano per la conquista del titolo tricolore>>.

Tabellino

Junior Fasano – Pressano 27-21 (p.t. 10-8)

Junior Fasano: D’Antino N, Maione 5, Angiolini 8, Costanzo 1, Radovcic 4, Messina 4, Fovio, De Santis L. 2, Leal 3, Pugliese, Cedro, Pinto, Venturi, Rubino. All: Francesco Ancona

Pressano: Facchinelli, Dallago 1, Chistè M, Bolognani 3, Chistè W, D’Antino P. 3, Di Maggio 6, Giongo 3, Sampaolo, Alessandrini 2, Folgheraiter, Senta 3, Moser. All: Branko Dumnic

Arbitri: Cardone – Cardone