I Carabinieri della Stazione di Fasano hanno eseguito un ordine di esecuzione per l’espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Domenico Giannoccaro, 77enne del luogo.

L’uomo attualmente sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, deve espiare la pena di 4 anni, 10 mesi e 15 giorni di reclusione in relazione ai reati di sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e omicidio preterintenzionale. Tale ultimo reato si riferisce al decesso di un 75enne di Fasano.

I fatti riguardano quanto accaduto all’esterno di un bar, nel pomeriggio dell’11 giugno 2013, allorquando, per futili motivi, l’arrestato colpì il 75enne con uno schiaffo al volto.

A seguito del colpo ricevuto, la vittima perse l’equilibrio e rovinò a terra battendo la testa sul selciato. Condotto nell’ospedale di Brindisi, a distanza di 9 giorni dall’evento, morì a seguito delle lesioni riportate. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, Domenico Giannoccaro continua la detenzione domiciliare nella sua abitazione.