Panificio Cisternino a Cisternino

Kadija Argan Cosmetic Cisternino

Cisternino: “Vietato calpestare i sogni” in memoria di Katia Zizzi. Intervista alla sorella, Grazia Zizzi, della cooperativa Verde e Dintorni

Vietato calpestare i sogni. Intervista a Grazia Zizzi1. Una serata di beneficienza e spettacolo in memoria di Katia Zizzi, tua sorella scomparsa dopo un terribile male che l’ha strappata all’affetto dei suoi cari… Come è nata questa – bella – idea e, ovviamente, da chi?

Grazia e Katia ZizziL’idea di questa serata di beneficenza è nata, in una delle tante notti insonni, in cui ripensavo a Katia ed ai tanti discorsi sul senso della vita e di quello che ci stava capitando per la seconda volta. Katia ha lottato tanto per avere più tempo per vedere crescere i propri nipoti che adorava immensamente e, altresì, si è sempre chiesta se tanta sofferenza avrebbe avuto senso se, in cambio della propria vita, avrebbe potuto salvare quella di un bambino che stesse soffrendo. Da qui all’idea di preparare un memorial il passo è stato breve. Il titolo “Vietato calpestare i sogni” è un’idea di Katia stessa, frase che ha inciso su una casetta sull’albero realizzata per dare vita al sogno di suo nipote Sebastian.

Vietato calpestare i sogni

Vietato calpestare i sogni

Sebastian con la zia Katia

2. Chi e come si è riusciti a mettere insieme tutte le persone che hanno collaborato alla buona e bella riuscita di questa iniziativa?

Antono D'Errico e Raffaele AmatoUna mattina, a lavoro, ho chiesto ai miei colleghi Antonio D’Errico e Raffaele Amato, due dei referenti del laboratorio teatrale della cooperativa sociale, un aiuto per organizzare un memorial per Katia utile a raccogliere fondi per aiutare i bambini. Loro, pazzi quanto me, hanno subito accettato con gioia ed Anna Maria Cecere, il nostro presidente, alla nostra proposta ha risposto: “per Caterina si fa tutto!” La stessa proposta l’ho fatta alla mia famiglia, a Pasquale, marito di Katia e Marina, migliore Marina con Katia e Pasqualeamica, che immediatamente si sono attivati in ogni modo con sostegno morale e materiale. Ognuno si è prodigato in base alle proprie competenze. I colleghi si sono completamente dedicati ai ragazzi nelle prove per lo spettacolo rinunciando a giorni di riposo e di ferie. Debora Zizzi si è attivata per la parte grafica e, Debora Cassone, per il montaggio del video interamente dedicato a Katia.

Grazia e Debora Zizzi e Katia col papà Pierino

Il resto della famiglia si è occupato della diffusione dell evento e reperimento dei materiali per le scene. La buona riuscita dell’evento è stato, semplicemente, il frutto della vera volontà di realizzare il sogno di Katia e dalla fantastica collaborazione del duo comico cistranese Cicì e Cocò che, così come ogni anno, ci affianca negli spettacoli teatrali con i pazienti della comunità riabilitativa.

Cisternino e Vietato calpestare i fiori con Cicì e Cocò

3. Sarà un evento che, nel tempo avrà un prosieguo?

Se ci sarà un prosieguo… Veramente, non ci abbiamo ancora pensato. Ma sarebbe molto bello…

Vietato calpestare i fiori a Cisternino

4. Ci puoi spiegare, con più precisione, a chi sarà devoluto l’incasso raggiunto?

L’incasso sarà interamente devoluto a due associazioni. La prima è Smile Angels, la cui presidente è Loredana Raguso che, presso la nostra cooperativa sociale, ha tenuto un corso di Clown terapia a pazienti e operatori. La stessa Loredana ci ha raccontato della sua avventura, iniziata con l’adozione a distanza di una bambina tramite l’associazione Africa on. Da quel momento – e dopo questa esperienza – si reca due volte l’anno in Africa per portare affetto, sorrisi e, soprattutto, beni di prima di necessità ai bambini che vivono, nel vero senso della parola, al limite dell’indigenza.

Loredana Raguso di Smile Angels per Katia Zizzi a Cisternino

L’altra associazione è, invece, la casa famiglia Hogar Nino Dios di Betlemme, da sempre sostenuta da Giovanni Punzi e Vincenzo D’Errico, in arte Cicì e Cocò, comici non per lavoro ma per solidarietà. La casa famiglia ospita 25 bambini disabili e abbandonati perché, in alcune culture, la nascita di figli con disabilità è considerata un grave disonore. La casa Hogar Nino Dios è un luogo d’accoglienza e d’allegria dove, i bambini, giocano e ridono e ricevono amore e le giuste attenzioni che meritano. La casa in Terra di Palestina segue ed accoglie 25 casi, bambini su sedia a rotelle, altri con sindrome di Down o autistici. Il Cappellano e le suore che si occupano di loro ogni giorno, amano i piccoli, li curano e li educano. La casa famiglia non riceve aiuti pubblici, tutte le spese vengono coperte dalla carità dei benefattori.

per Hogar Nino Dios in memoria di Katia ZizziCicì e Cocò con casa Hogar Nino Dios

5. Ultima domanda: il coinvolgimento dei pazienti delle comunità riabilitative di Cisternino è stato, certamente, una bella occasione per vedere la loro “professionalità” al servizio di una causa degna di nota. Quale è stato il loro giudizio finale dopo questa esperienza?

Tra le attività riabilitative il laboratorio teatrale è una delle attività a cui i nostri pazienti rispondono sempre con entusiasmo. inconsapevolmente imparano a far parte di un gruppo, comprendono qual’è il vero lavoro di squadra e, quindi, a sostenersi a vicenda nei momenti di difficoltà. Molti di loro hanno, indirettamente, vissuto la storia e la malattia di Katia e, per questo, alla proposta di aiutare bambini che soffrono, la loro risposta non poteva altro che essere positiva. I nostri pazienti sanno bene cosa significa soffrire, sentirsi soli e in qualche caso anche non avere nulla. E, per questo, l’adesione incondizionata a questo progetto è avvenuta nel modo più spontaneo e, il loro giudizio complessivo, è stato assolutamente di grande soddisfazione. Approfitto di questo spazio per ringraziare tutti coloro che hanno fatto una donazione a sostegno di questo sogno e tutti i colleghi della famiglia Verde e Dintorni che, dietro le quinte, hanno collaborato per la realizzazione dello spettacolo.

Vietato calpestare i sogni. Intervista a Grazia ZizziVietato calpestare i fiori. Intervista a Grazia Zizzi

Vietato calpestare i fiori. Intervista a Grazia Zizzi

Vietato calpestare i fiori. Intervista a Grazia Zizzi

Vietato calpestare i fiori. Intervista a Grazia Zizzi

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article