I Carabinieri della Stazione di Fasano, al termine dell’attività accertativa, hanno deferito in stato di libertà C.A. 23enne di Bari, per il reato di truffa.

Il giovane agente di commercio con il meccanismo del porta a porta si è presentato a casa di una 70enne di Fasano, prospettandole condizioni più vantaggiose se avesse provveduto al cambio del suo gestore dell’energia elettrica.

L’anziana in maniera determinata ha rappresentato al giovane la sua intenzione di non voler mutare il fornitore nonostante tutti i vantaggi prospettati dall’agente di commercio nel corso della conversazione. Pertanto l’uomo si è allontanato facendole firmare una sorta di modulo che documentava il semplice contatto preliminare tra l’agente della “nuova” società erogatrice e l’anziana, ma non il contratto.

Gli accertamenti hanno invece dimostrato che l’agente di commercio ha replicato la firma dell’anziana su un vero e proprio contratto di erogazione del servizio. Grande è stato lo stupore della donna allorquando si è vista recapitare una bolletta del nuovo gestore, che ha fatto emergere la stipula del nuovo contratto avvenuta a sua insaputa.