Galizia Viaggi Cisternino. Voglia di Grecia 2018
Fasano: una Coppa Selva 2018 con tanti Vip. Il prima e dopo gara
Galizia Viaggi Cisternino Biglietteria

 

Prima della Gara

Fasano-Selva 2018Dalla storia al futuro, la 61^ Fasano-Selva si è ben preparata al via.
Tante celebrazioni hanno sottolineato l’appartenenza alla storia del Motorsport italiano della Coppa Selva di Fasano, che nelle scorse edizioni ha superato il traguardo dei 70 anni dalla sua nascita. Quest’anno si riparte pensando al futuro, premessa con cui l’organizzazione sempre più vitale della Egnathia Corse apre all’edizione numero 61 della classica gara di velocità in salita.

Laura De Mola con Kelly Lang Fasano-Selva 2018

Radunando i top driver della specialità delle corse su strada, in gara insieme ai VIP dello spettacolo, la vulcanica Presidente della Egnathia Corse, Laura De Mola, conferma infatti la tradizionale attrattiva della manifestazione pugliese. Ma lo sguardo è rivolto anche a un futuro internazionale, che con spirito di progresso l’organizzazione fasanese vuol dare al proprio evento.

Si corre per il titolo italiano.

Campionato Italiano Velocità Montagna 2018

Terza tappa del Campionato Italiano Velocità Montagna, la 61^ Coppa Selva di Fasano è tra gli appuntamenti di lancio per i piloti che nel 2018 puntano ai titoli Tricolori. Già il sassarese Omar Magliona (Norma M20FC) ha dichiarato le proprie Omar Magliona (Norma M20FC)intenzioni vincendo la gara d’apertura a Belluno, prima che il circus del CIVM sia arrivato a Udine per la seconda prova e, quindi, giungere qui in Terra di Puglia a Fasano. Tra gli specialisti delle cronoscalate italiane non mancano le star locali, attese dal pubblico di casa. Ancora una volta, il più in vista quest’anno è stato, in questa occasione casalinga lo sfortunato fasanese Francesco Leogrande (Osella PA 2000), già brillante terzo assoluto nella prova d’esordio 2018.

Francesco Leogrande (Osella PA 2000)

Francesco Leogrande (Osella PA 2000)

Si corre per l’autografo dei VIP.
Ron Moss alla 61ma Fasano-SelvaAttesa quanto la lista iscritti dei top driver, la entry list dei VIP dello spettacolo è la prima ad essere stata svelata dalla Egnathia Corse. Star assoluta di questa edizione 2018 è l’attore californiano Ronn Moss, conosciuto nei panni di Ridge Forrester nella soap opera Beautiful.

Con l’adesione di Moss, che sarà testimonial di grande prestigio della manifestazione, l’abile Laura De Mola rilancia il successo riscosso nel 2017, quando a Fasano intervenne l’attrice Katherine Kelly Lang, la Brooke Logan nella stessa produzione televisiva.

Per il filmato
CisterninoNotizie.com clicca giù sulla scritta per visualizzare il video
RON MOSS alla Fasano-Selva 2018

Laura De Mola con Kelly Lang

 

Auto Zizzi Cisternino è Fiat

Malena e Ronn Moss Fasano-Selva 2018Tra i Vip presenti, anche la pornostar pugliese Malena che, ovviamente, ha tifato per Rocco Siffredi ed i suoi figli. E, l’avvenenza di Malena, a quanto pare, non è passata inosservata agli occhi di Ronn Moss che, con lei, è stato imortalato in una foto pubblicata sulla GdM. Chi si è cimentato al volante delle vetture Volkswagen Lupo Cup, alla caccia del Trofeo VIP, sono stati gli attori Alex Belli, Ludovico Fremont, Pietro Genuardi e Andrea Montovoli, pronti a essere sfidati da Antonio Azzalini, Francesca Brambilla, Stefano Masciarelli, Gigi Mastrangelo, Patrizia Pellegrino, Savino Zaba e il consigliere regionale Fabiano Amati. VIP, ma dalla lunga esperienza in gara, è stato  anche l’attore barese Ettore Bassi, che torna a correre nella gara fasanese in categoria Prototipi, dove è intenzionato a iscriversi con una Osella PA21.

Fasano-Selva 2018 Trofeo Vip. I Vip partecipanti alla gara Altro colpo messo a segno da Laura De Mola è l’adesione dell’attore Rocco Siffredi, arrivato insieme alla moglie Rosa Caracciolo ed i due figli. Ma non è finita qui: sorpresa dell’ultimo momento è la new entry Manuela Villa, cantante-attrice figlia del’indimenticato Claudio Villa, al suo esordio nel Trofeo VIP.

Rocco Siffredi e famigia e, a destra, Manuela Villa

Si corre per un traguardo internazionale.
FIA International Hill Climb CupGli organizzatori fasanesi corrono verso il futuro e la FIA International Hill Climb Cup è il prossimo traguardo, cui Laura De Mola e la Egnathia Corse vogliono condurre la Coppa Selva di Fasano. É il tanto desiderato ingresso nel contesto internazionale, in cui la manifestazione pugliese ha dimostrato negli anni di poter essere meritatamente presente. La procedura per entrare a far parte della Serie internazionale FIA è stata avviata e l’organizzazione fasanese è pronta, per dimostrare agli osservatori della Federazione Internazionale dell’Automobile, che interverranno a ispezionare la gara, di meritare l’assegnazione di uno degli appuntamenti nel calendario 2019.

Autoscuola Valle d'Itria Cisternino di Potenza Pier Paolo

Si corre sulla strada della Selva.
Fasano-Selva con sempre tanti sportivi appassionatiLa salita dalla Statale 176, alle porte di Fasano, fino alla località turistica di Selva di Fasano, resta il classico percorso di 5.600 metri che accoglie ogni anno oltre cinquantamila spettatori, nell’arco del weekend di gara: dal sabato delle prove ufficiali, fino alle due manche di gara previste la domenica, il pubblico fasanese è a sua volta in gara per assicurarsi il miglior posto di osservazione. Alcuni tra i passaggi più noti, come il curvone della Madonnina, il tornante della Vernesina o le due impegnative curve della Juppa e della Juppetta, sono tra le mete più ambite del competente pubblico della Fasano-Selva. Sul pittoresco Viale Toledo, finalmente in cima alla Selva, il percorso si conclude dopo aver superato un dislivello di 308 metri.

Partenza ed arrivo Fasano-Selva

Il Campionato Italiano Velocità Montagna per il 3° round stagionale dall’8 al 10 giugno, è approdato in Puglia per la 61^ Coppa Selva di Fasano, la classica brindisina organizzata dalla appassionata Egnathia Corse. Anche nella prima tappa Fasano-Selva 2018 il percorsoal sud d’Italia si confermano i grandi numeri con cui si è aperto il CIVM, Fasano è poi una garanzia in termini di presenza di pubblico che attende l’appuntamento sportivo sempre più sovente arricchito da presenze di personaggi dello spettacolo. Il programma del fine settimana è iniziato venerdì 8 giugno quando dalle 11:00 alle 19:30 alla Selva si sono svolte le verifiche sportive e tecniche.

Sabato 9 è stata dedicata alle due salite di ricognizione, a partire dalle 9:30, lungo i classici 5 chilometri e 600 metri di tracciato, che alterna tratti altamente tecnici e scorrevoli con altri molto guidati, tutto caratterizzato dall’alta selettività, che aggiunta all’atmosfera di intenso agonismo ne garantisce un elevato spettacolo. Domenica 10 giugno alle 9:00, il Direttore di Gara, Alessandro Battaglia e l’aggiunto Rosario Moselli hanno dato il via a gara 1, a cui è seguita la seconda salita di competizione. Quindi,  la Cerimonia di Premiazione, presso la Casina Municipale di Selva di Fasano, ha completato una tre giorni di motori e mondanità.

Mercuri Angelo (New Generation Racing, Fiat 500 )

Rent Car Emotions Martina Franca Autonoleggio

Folta la pattuglia di accreditati driver che sono a caccia del successo in una gara particolarmente sentita. A rincorrere la leadership tricolore sono stati, innanzitutto, il sardo Omar Magliona sulla Norma M20 FC Zytek, con cui l’alfiere CST Sport e campione in carica di gruppo E2SC ha vinto al Nevegal ed ha concluso 3° a Verzegnis, che a Fasano vinse due anni fa; poi il catanese Domenico Cubeda sempre più incisivo e determinato sulla Osella FA 30 Zytek, con cui era reduce da un successo assoluto in TIVM in Sicilia ed da un ottimo 2° posto a Verzegnis con il prototipo monoposto di gruppo E2SS. In corsa per il comando della classifica assoluta anche il giovane trapanese Francesco Conticelli molto convincente sulla Francesco LeograndeOsella PA 2000 Honda in questo avvio di stagione. Ma, ad essere atteso dalla tifoseria locale, è stato il ritorno in gara dell’idolo di casa, Francesco Leogrande su Osella PA 2000, l’alfiere Fasano Corse che vinse l’edizione 2013 della gara di casa. Ma a puntare in alto un altro nome altisonante delle salite come quello del veneto della Speed Motor Denny Zardo che torna al volante della Lola F3000.

SIAL SERRAMENTI FASANO

Tra le monoposto in classe 1600 è arrivato in Puglia anche il veneto Fedrico Liber che, con la sua Gloria C8P, era pronto a capitalizzare quanto di buono fatto nei primi due appuntamenti, anche nella classifica per le vetture con motore motociclistico dove c’era il rientrante siciliano, della Giarre Corse, Orazio Maccarrone su Gloria. Proprio per le motorizzazioni motociclistiche tra le Osella motorizzate BMW c’è stata la presenza in gara del potentino Achille Lombardi che, dopo i primi due risultati pieni in classe E2SC 1000, era intenzionato ad un allungo nella gara di casa del Team Puglia, sulla sua Osella PA 21 Jrb ma, tra gli avversari Ivan Pezzollapiù esperti, ha trovato il giovane Ivan Pezzolla, la punta di Driving Experience che in casa voleva risposte proficue dal lavoro di sviluppo che sta portando avanti con il team Capatano sulla Osella PA 21. Altra Osella Jrb per il pistard di casa e campione RS plus uscente Francesco Savoia. Mentre in classe E2SC 1600 chi era alla ricerca di punti d’allungo è stato Giovanni Angelini, altro fasanese in corsa per il CIVM.

ENI Cafè Loparco a Cisternino

Assente annunciato il leader del gruppo E2SH, Manuel Dondi su Fiat X1/9, a Manuel Dondi su Fiat X1-9contendersi i punti tricolori sono stati quindi il lucano Carmine Tancredi, in pieno feeling con la BMW Cosworth e, ancora, il tenace teramano Marco Gramenzi che inizia a vedere i progressi dell’estrema Alfa 4C motorizzata Zytek, come l’ascolano Alessandro Gabrielli sulla Picchio Alfa Romeo 4 C turbo, dopo i problemi al cambio accusati in Friuli. La Fasano-Selva 2018 è stata, anche, una preziosa occasione, per il maceratese Abramo Antonicelli, di punti con la sua sempre apprezzata BMW M3.

CardioPiù Fasano

Sempre più interessante il gruppo GT, con un numero crescente di prestigiose Gran Turismo, ad iniziare dalle due auto protagoniste con i loro driver del duello di vertice, il romano di Vimotorsport Marco Iacoanglei sulla BMW Z4 GT3 proveniente

Peruggini su Ferrari

dalle gare di durata in circuito, ed il foggiano di AB Motorsport – e campione in carica – Lucio Peruggini che a Fasano è tornato in CIVM dopo l’assenza friulana con la Ferrari 458 GT3 con livrea rinnovata. In fase di adeguamento alla salita la bella Aston Martin Vantage del partenopeo Piero Nappi, mentre per il calabrese Rosario Iaquinta un ripristino a tempo record della Porsche 991 GT3 da parte di AC Racing dopo la toccata a Verzegnis, l’intenzione del castrovillarese di rimanere al passo. In GT Cup il padovano di Superchallenge, Roberto Ragazzi, con sete di punti determinanti.

La Città Incantata Fasano

Altra categoria estrema è il gruppo E1 dove il campione in carica, Marco Sbrollini, era alla ricerca della testa nel tricolore sulla sua Lancia Delta EVO, una macchina con cui il pesarese ha ben iniziato la stagione. Nella stessa classe oltre 3000 cc ci sono stati anche il teramano Roberto Di Giuseppe, con l’Alfa 155 GTA ora a posto,

Andrea Palazzo

Andrea Palazzo

poi Raffaele De Giuseppe sull’Audi RS4 e, ancora, Gabry Driver su una versione particolare della Honda Civic. Tra le motorizzazioni sovralimentate di classe 1600 duello annunciato tra le Peugeot 308 Racing Cup dei piloti di casa Vito Tagliente e Andrea Palazzo, rispettivamente seguiti dalla DP racing ed AC Racing, mentre Vito Micoli, detentore della Coppa di classe, sempre pronto ad attaccare con la pungente Renault 5 Gt Turbo nei colori Apulia Corse. In classe 1600 il calabrese della Cubeda Corse, Giuseppe Aragona, pronto ad assalire anche il gruppo sulla sua Peugeot 106.

FUSP a Ceglie Messapica. Corso di Laurea L-12 in Mediazione Linguistica ad indirizzo Turistico

In gruppo A sfide a tutto campo con il siciliano Angelo Guzzetta del Project Team su Rino TinellaPeugeot 106, detentore della coppa, contro il padrone di casa Rino Tinella sulla evoluta Peugeot 106 ed il veneto Michele Mancin, finora a pieno di punti sulla Citroen Saxo; nella classe 2000, il triestino Paolo Parlato, sempre incisivo a Fasano sulla Honda Civic, anche lui con aspettative di successo. La lady trentina Gabriella Pedroni, Angelo Locontegiunta in Puglia sulla Mitsubishi Lancer per guadagnare punti pesanti per il gruppo N e la classifica in rosa ma, nella sua gara casalinga, anche le aspettative di Angelo Loconte, il portacolori Eptamotorsport che, sulla Honda Civic Type-R, cerca di certo il riscatto dalla sfortuna che lo ha fermato a Verzegnis. Dalla classe 1600 anche l’abruzzese Vincenzo Ottaviani è in risalita con la Peugeot 106.

Le Capase Cisternino è Ristorante e PizzeriaGiacomo Liuzzi

Molto numerose la RS+ e RS. In Racing Start Plus sfide tra campioni, con Giacomo Liuzzi, Tricolore RS turbo, dopo il successo pieno in Friuli ha raggiunto la vetta a pari merito con l’assente Cenedese ed il poliziotto salernitano Giovanni Loffredo. Liuzzi, in casa, era alla ricerca del massimo risultato con la MINI John Cooper Works made in AC Racing, ma il siciliano già Tricolore gruppo A, Salvatore D’Amico, è stato fermato da un guasto in Friuli ma poi ha attaccato sulla MINI JKW della DP Racing, mentre Loffredo sta progredendo visibilmente nello sviluppo della sua MINI con cui ha esordito quest’anno. Tra le auto aspirate da segnalare il ritorno in gara di Francesco Perillo, il fasanese protagonista nel 2017 con la Honda Civic.

Itria Materassi Via Giardini 57 Cisternino

In gruppo RS il campione reatino, Antonio Scappa, arrivato a Fasano da leader sulla MINi John Cooper Works contro una concorrenza numerosa ed agguerrita, come l’esperto calabrese Claudio Gullo sulla Honda Civic tra le motorizzazioni aspirate,

Domenico Morabito

Domenico Morabito

dopo due successi pieni in Veneto e Friuli. Con oltre 35 auto iscritte, la categoria delle Bicilindriche è la più numerosa a Fasano e, ancora, si conferma fucina della passione per le salite. Il calabrese della New Generation, Angelo Mercuri sulla Fiat 500, è giunto nella cittadina brindisina per difendere il comando ma, ad insidiare il Campione in carica,  la diretta concorrenza del suo inseguitore, Domenico Morabito, anche lui sulla 500, come Vincenzo Zupo, alfiere della Scuderia Vesuvio e 3° nel tricolore.

Gruppo College Mita non parla solo Inglese

La Gara, i Risultati

Alla Coppa Selva di Fasano vittoria di Omar Magliona su Norma

61ma Fasano-Selva. Premiazione

Bassi alla Selva di Fasano

Bassi alla Selva di Fasano

Grande agonismo e sfide sul filo dei centesimi di secondo alla gara pugliese organizzata dalla Egnathia Corse, 3° round di Campionato Italiano Velocità Montagna. Il sardo vincitore con la M20 FC Zytek ha preceduto Cubeda e Francesco Conticelli su Osella. Gara stregata per i piloti di casa. Grande pubblico per l’intero week end e, tra loro, l’attore Ettore Bassi: “E’ sempre una grande emozione correre in casa tra tanti amici”.

Osteria La Valle a Cisternino

 

Image

Con una costanza straordinaria di tempi in entrambe le salite della 61^ Coppa Selva di Fasano Omar Magliona ha vinto al volante della Norma M20 FC Zytek. Il pilota sardo della CST Sport con la biposto di gruppo E2SC curata dal Team Faggioli e dotata di pneumatici Pirelli ha ottenuto la miglior prestazione in gara 2 quando ha fatto registrare il tempo di 2’06”60, adesso il sassarese già campione di categoria ha allungato in testa al tricolore. Seconda posizione e primato in gruppo E2SS per il catanese Domenico

Fasano-Selva 2018. Il podio

Fasano-Selva 2018. Il podio

Cubeda che sulla Osella FA 30 Zytek curata dalla Paco 74 e gommata Avon, ha insidiato sempre il vertice da vicino e a fine gara 1 il gap era ridotto a soli 26 centesimi di secondo. Terzo sul podio il l’altro protagonista assoluto del CIVM Francesco Conticelli sulla Osella PA 2000 Honda, con cui il trapanese ha duellato con un altro giovane, l’umbro di Speed Motor Michele Fattorini in piena rimonta sulla nuova Osella FA 30 Zytek finalmente a punto. I due sono saliti una volta ciascuno sul podio delle due gare ma la classifica combinata ha dato ragione al siciliano. 

ENI Cafè Loparco Cisternino

Il successo della gara pugliese organizzata dalla dinamica Egnathia Corse è stato sottolineato in più modi ed in particolare dalle parole dell’attore ed anche bravo e preciso pilota Ettore Bassi che ha gareggiato sull’Osella PA 21 EVO sfiorando il podio di gruppo CN ed ha dichiarato: “E’ sempre una grande emozione correre in casa ed in mezzo a tanti amici che danno carica ed aumentano l’adrenalina. Parlo quasi da pilota navigato – ha scherzosamente poi continuato – ho optato per una scelta di pneumatici troppo morbidi per gara 2 e questo mi ha limitato facendomi perdere una posizione, ma era una scelta già fatta di cui mi sono accorto solo durante gara 2”.  Il week end è stato caratterizzato dalla massiccia presenza di pubblico sul tracciato di gara ed anche nelle zone di partenza ed arrivo, dove a dare una nota di colore sono stati altri personaggi dello spettacolo che si sono sfidati al volante della Lupo Cup nell’ormai tradizionale “Trofeo VIP”.

Fasano-Selva 2018 Trofeo Vip. I Vip partecipanti alla garaFasano-Selva 2018 è anche mondanità

Omar Magliona vincitore della 61ma Fasano-Selva 2018

Omar Magliona vincitore della 61ma Fasano-Selva 2018

Una vittoria che condivido con il team, la scuderia e quanti son sempre al mio fianco. Le due salite di prova ci hanno fornito dei dati importanti per la regolazione della biposto che abbiamo regolato per la scelta di gomme fatta per la gara – ha spiegato un raggiante Magliona – probabilmente una scelta un pò più aggressiva ci avrebbe permesso di attaccare più a fondo, ma il risultato è arrivato ugualmente”. 

Domenico Cubeda

Domenico Cubeda

Una gratificazione sempre maggiore vedendo i progressi che facciamo con la nostra monoposto con cui prendo sempre più feeling – ha dichiarato Cubeda – siamo  sempre in grado di lottare per la vetta e questo è già un ottimo riscontro. Oggi in gara abbiamo pagato una scelta di set up un pò azzardata, che speravamo fosse più efficace per poter attaccare a fondo”.

Francesco Conticelli

Francesco Conticelli

Finalmente ho ritrovato il pieno feeling con la macchina – sono state le parole di Francesco Conticelli -. Dopo alcune modifiche effettuate in prova ho sentito il motore che spingeva bene ed il set up che mi ha dato molto sicurezza anche su un tracciato insidioso come quello di Fasano”. 

ZIZZI AUTO CISTERNINO 124 ABARTH ESTATE 2018


Image

Risalito fino al 5° posto Vincenzo Conticelli senior sulla Osella PA 30 Zytek con cui il trapanese si è portato sul podio di E2SC. Sesto posto per il campano Tommaso Carbone in rimonta sulla Osella PA 2000, mentre continua la crescita sportiva del giovane sardo Giuseppe Vacca che sulla Osella PA 2000 si è ben destreggiato sul difficile tracciato fino al 7° posto, davanti ad un altro esperto driver che ha pagato il debito dell’esordio a Fasano: Federico Liber, il veneto che sulla Gloria CP8 EVO ha comunque ottenuto il primato tra i motori di derivazione motociclistica. Ha rimontato in gara 2 al 9° posto vincendo la classe E2SC 1000 Achille Lombardi, il potentino che ha tratto massimo profitto dall’Osella PA 21 Jrb BMW del Team Puglia. Top ten al 10° posto per Cosimo Rea che ha vinto il gruppo CN sulla Ligier JS 51 Honda, il giovane salernitano della Tramonti Corse ha optato per gomme usate per le due salite fasanesi. 2^ piazza per Gianfranco Giorgio seguito dall’altro driver locale Oscar Sarcinella, entrambi sulle Osella PA 21.

Pezzolla e Leogrande 61ma Fasano-Selva 2018, una gara stregata

Una gara stregata per i protagonisti di casa con Francesco Leogrande su Osella PA 2000 fermo per un problema al propulsore in gara 1, come Ivan Pezzolla tradito da una rottura meccanica in gara 1 ha poi provato l’Osella PA 21 BMW nella 2^ salita. Stop per uscita di strada occorsa anche a Giacomo Liuzzi su MINI solo in gara 1, mentre l’alternatore ha tradito Angelo Loconte su Honda.

Fasano-Selva 2018: Giacomo Liuzzi e Angelo Loconte fuori gioco

SIAL SERRAMENTI FASANO

Alessandro Gabrielli ha portato alla prima vittoria di gruppo E2SH l’Alfa 4C Picchio, il portacolori del Gruppo Sportivo AC Ascoli, dopo le prove ha risolto alcune noie al cambio ed ha così ottenuto la miglior prestazione di categoria. Si è portato fino al 2° posto di gruppo il teramano Marco Gramenzi sulla Alfa 4C motorizzata Zytek di cui il pilota AB Racing cura personalmente lo sviluppo nella versione più estrema e che inizia a concretizzare i risultati sperati. Sul podio anche il maceratese Abramo Antonicelli con la BMW M3.

La Città Incantata Fasano

Ha offerto un duello mozzafiato il gruppo GT. Vittoria per il campione in carica Lucio Peruggini su Ferrari 458 che per soli 15 centesimi di secondo ha preceduto alla fine il tenace romano Marco Iacoangeli sulla BMW Z4, che ha recriminato una mescola non perfetta per il tracciato. Terzo il getleman napoletano Piero Nappi sempre più penetrante sulla bella Aston Martin Vantage con cui si è classificato al 3° posto. Il calabrese Rosario Iaquinta su Porsche 991 dell’AC Racing ha fatto bottino pieno di punti tricolori in GT Cup. 

Image

In gruppo E1 1 a 1 tra il vincitore della classifica generale Antonio Cardone, che con l’Audi RS4 ha bissato il successo del 2017, e il leader e campione in carica Marco Sbrollini su Lancia Delta EVO che si è spenta ad 1 Km dalla fine di gara 1, ma poi il pesarese si è riscattato in gara 2. Sul podio sono saliti anche il vincitore di classe 2000 Luigi Sambuco su Alfa 155 TS portacolori della Campobasso Corse ed il calabrese della Cubeda Corse Giuseppe Aragona, sempre impeccabile sulla Peugeot

VITO ANTONIO MICOLI Renault 5 GTT # 82 (Sc Apulia Corse)

106. Per la classe 1600 turbo rimonta e vittoria in gara 2 per Vito Micoli sulla attempata ma sempre efficace Renault 5 GT Turbo, seguito dai protagonisti del ravvicinato duello tra Peugeot 308 Racing Cup Vito Tagliente e Andrea Palazzo, che hanno completato il podio di classe nell’ordine.

Auto Zizzi Cisternino è Fiat

 

Angelo Guzzetta su Peugeot 106 ha vinto il gruppo A, il catanese del Team Project non ha lasciato spazio nemmeno al tenace pilota di casa Gasperino Tinella su auto gemella, mentre al suo ritorno a Fasano è salito sul podio di categoria il veneto Michele Mancin a caccia di punti tricolori sulla Citroen Saxo.

Fasano-Selva 2018. Gabriella Pedroni su Mitsubishi Lancer EVOGabriella Pedroni ha dominato il gruppo N dove ha raccolto il massimo dei punti tricolori sulla Mitsubishi Lancer EVO. La lady trentina della Pave Motorsport ha contenuto gli attacchi arrivati dalla classe 1,6 dove il lucano Rocco Errichetti e l’abruzzese Vincenzo Ottaviani, entrambi sulle Citroen Saxo, sono saliti rispettivamente sul 2° e 3° gradino del podio di gruppo.

Autoscuola Valle d'Itria Cisternino di Potenza Pier Paolo

In gruppo RS+ il poliziotto salernitano Giovanni Loffredo ha vinto le prima gara della stagione al volante della MINI John Cooper Works, con cui ha raggiunto un ottimo feeling, pronto ad agguantare la vetta con strada definitivamente spianata dopo l’uscita di Liuzzi in gara 1. Giacomo Liuzzi, dopo un pronto intervento sulla MINI da parte di AC Racing ha potuto guadagnare i punti del 2° posto in gara 2. Seconda piazza in classifica generale per il locale Angelo Cardone sempre su MINI, mentre sul podio è salito anche Michele Calabretto che su Honda Civic ha conquistato il primato tra le auto aspirate precedendo il giovane Francesco Perillo su auto gemella.

CardioPiù Fasano 2013-2018

In gruppo Racing Start ritorno alla vittoria nella gara di casa per Oronzo Montanaro Oronzo Montanaro su Mini Cooper S JCWche in casa ha trovato molti riferimenti utili per il progresso della MINI curata da AC Racing. Il leader rimane il reatino Antonio Scappa che ha vinto gara 1 sulla MINI JCW della DP Racing, purtroppo poi uscito di strada a fine gara 2. Seconda piazza per Gabriele De Matteo sempre su MINI, davanti alla gemella di Lorenzo Mansueto. Sfida accesa tra Honda Civic Type-R per i motori aspirati, dove il leader Fasano-Selva 2018. Claudio Gullo con Rocco SiffrediCalabrese Caludio Gullo ha vinto contrattaccando in gara 2 sull’esperto pilota di casa Giovanni Lisi a sua volta vincitore di gara 1, alla fine il gap è stato di 58 centesimi di secondo. Tra le Bicilindriche successo per il pistard napoletano Pasquale Coppola sulla Fiat 500 che ha dominato il week end dopo una stravolgente gara 1 in cui il Campione calabrese Angelo Mercuri ha toccato una ruota in dirittura d’arrivo, conquistando comunque il 4° posto, dietro al locale Vincenzo Pezzolla ed al cosentino Mirko Paletta, rispettivamente 2° e 3° sulle 500. 

In Pastella a Cisternino

Il futuro in chiave europea della Fasano-Selva.

Egnathia Corse in corsa per FIACosì come già accennato, l’ingresso nella FIA International Hill Climb Cup, serie indetta dalla Federazione Internazionale dell’Automobile, è il prossimo traguardo che la Egnathia Corse si è posta per l’immediato futuro. Le speranze sono riposte anche dalla presenza, in questo week-end motoristico fasanese, dei due ispettori FIA, giunti in Puglia per verificare il livello organizzativo. Saranno loro a decretare se, il prossimo 2019, sarà l’anno fatidico per un meritato salto di qualità per la bella ed spettacolare gara pugliese di Fasano.

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article