SIAL SERRAMENTI FASANO

CISTERNINO NOTIZIE 2018

Carta e Penna a Cisternino

CISTERNINO: i funerali del papà eroe, Gianfranco Fumarola

Cisternino: L'ultimo doveroso saluto dei cistranesi a Gianfranco FumarolaClicca giù sulla scritta per visualizzare il filmato by Cisternino Notizie

Il SERVIZIO TELEVISIVO RAI del TGR PUGLIA

Cisternino 24 agosto 2018. Corteo funebre di Gianfranco Fumarola

Cisternino: i funerali del papà eroe, Gianfranco Fumarola

Tantissimi cittadini cistranesi hanno voluto tributare,  nel pomeriggio di ieri Venerdì 24 Agosto, una sincera vicinanza alla famiglia del concittadino Gianfranco Fumarola, il papà eroe 43enne che, nel corso della piena del torrente Raganello, ha perso la vita dopo aver messo in salvo i suoi due figli di 11 e 12 anni.

Cisternino 24-8-2018 Funerali Gianfranco FumarolaAi funerali di questo eroico poliziotto penitenziario cistranese che prestava servizio, come sovrintendente capo, nella casa circondariale di Taranto – cui è giunto il cordoglio del Ministro alla Giustizia, Alfonso Bonafede –  c’è stata la presenza anche del prefetto di Brindisi Valente Valenti, del prefetto di Cosenza, Paola Galeone, dei Sottosegretari alla Giustizia, Jacopo Morrone e Vittorio Ferraresi e del sindaco di Civita (comune della provincia di Cosenza in cui ricadono le gole calabresi) Alessandro Tocci.

Gianfranco Fumarola funerali a CisterninoNel corso del corteo funebre, aperto da due vetture della Polizia Penintenziaria, è stato indetto, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, il Lutto Cittadino. Un Lutto Cittadino “limitato”, secondo non pochi concittadini e, probabilmente, condizionato da una prevista manifestazione musicale nel calendario degli eventi estivi organizzati dall’Amministrazione Comunale di Cisternino. Una domanda, comune a tanti, è stata: non sarebbe stato più giusto sospendere l’iniziativa e d estendere, da due ore all’intera giornata, il Lutto Cittadino?

Ma, a prescindere da questa considerazione, molti e tutti sentiti, sono stati i messaggi di cordoglio espressi dai tantissimi amici, dal primo cittadino e, soprattutto, dai suoi colleghi con cui, giornalmente, condivideva un non certo facile compito lavorativo. E, in una nota diramata dal Ministero della Giustizia, così si legge:

Cisternino: L'ultimo doveroso saluto dei cistranesi a Gianfranco Fumarola sovrintendente Polizia Penitenziaria

Gianfranco Fumarola Sovrintendente capo Polizia Penintenziaria a TarantoL’amore di un padre e il senso del dovere di un servitore dello Stato. C’era anche questo nella vita di Gianfranco Fumarola, il sovrintendente capo della Polizia Penitenziaria tra le vittime della piena del torrente Raganello, nel parco del Pollino. Mettere in salvo i due figli con cui era andato in gita, anche a costo della propria stessa esistenza: un gesto istintivo e di protezione prima di essere trascinato dall’ondata rivelatasi fatale. Un’azione che da sola rende Gianfranco un eroe.

Gianfranco Fumarola papà eroe di Cisternino

Oggi a piangerlo non c’è solo la moglie Cinzia insieme ai loro tre bambini di 4, 11 e 12 anni: c’è un Paese intero. Che ne riconosce il valore di uomo. E di agente penitenziario, innamorato com’era di quella divisa che, con spirito di servizio nei confronti dell’Italia, indossava con orgoglio. L’entusiasmo e la capacità di sdrammatizzare caratterizzavano il suo lavoro quotidiano, rendendolo amatissimo dai colleghi insieme ai quali condivideva affanni e responsabilità, ponendosi quale indiscusso punto di riferimento per tutti.

Famiglia Fumarola-Scura

Nel 2013 aveva ricevuto il premio Renoir, riservato agli appartenenti di tutte le Forze dell’ordine che si sono particolarmente distinti nel territorio Jonico. Eccellente è stata la sua opera di formazione delle nuove generazioni di poliziotti penitenziari, ricoprendo il ruolo di trainer degli allievi agenti“.

Casa Circondariale di Taranto

Dal 2004 lavorava presso la Casa Circondariale di Taranto e il commissario coordinatore dell’istituto pugliese, Giovanni Lamarca, di lui ha detto: era una persona straordinaria. Tenacia, competenza e carisma, accompagnati da modi generosi e cordiali gli valevano il rispetto, oltre che dei colleghi, anche dei detenuti, che in modo unanime hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa del sovrintendente Fumarola“.

Gianfranco Fumarola Sovrintendente capo Polizia Penintenziaria a Taranto

Carmelo Cantone, Provveditore Regionale di Puglia e Basilicata, ha invece così dichiarato: “questa morte è un dolore immenso e una perdita importante per il Corpo. Gianfranco Fumarola, a detta di tutti i colleghi, credeva nel proprio lavoro ed era un valido collegamento tra il comandante e i reparti detentivi“.

CisterninoNotizie.com CN&TNon esiste uomo tanto codardo che l’amore non renda coraggioso e trasformi in un eroe. 

(Platone)

Cisternino L'ultimo doveroso saluto dei cistranesi a Gianfranco Fumarola papà eroe

Ci stringiamo, sentitamente con un grande abbraccio, e ci uniamo al forte dolore della moglie Cinzia Scura , dei tre figli e dei suoi parenti tutti, nel ricordo e nel rimpianto di GIANFRANCO, un congiunto ed un papà esemplare e speciale che, comunque e sempre, rimarrà nella vostra memoria e in quella dell’intera Comunità Cistranese.

CisterninoNotizie.com CN&T

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article