BAR FOD a CISTERNINO
CISTERNINO NOTIZIE VALLE d'ITRIA & TERRITORIO - Politica Regionale Puglia
Auto Zizzi Cisternino è Fiat

Trasformismo leghista in Puglia

PUGLIA & POLITICA: I SALVINIANI ALLA RICERCA DI CONSENSI

Puglia ProvinceNella nostra Regione Puglia, si intravedono movimenti politici – o, per meglio dire, salti sul carroccio – dall’ambito del vecchio centrodestra verso quello schema partitico chiamato Salvini Premier. Una tentazione per i nuovi (si fa per dire) leghisti pugliesi che, già da un po’, si stanno preparando alle prossime elezioni amministrative nella Regione e che, recentemente, hanno avuto modo di farlo, diciamo pure in maniera autonoma, nelle consultazioni elettorali comunali nei capoluoghi di provincia a Barletta e Brindisi e, comunque, al di fuori dal vecchio schieramento del centrodestra classico così come inteso negli ultimi decenni. E, d’altronde, in maniera sin troppo chiara, lo dimostra anche la Rossano Sassodichiarazione del deputato salviniano barese Rossano Sasso: “Siamo per un cambio di passo nel centrodestra, e lo dimostreremo nelle elezioni di primavera, mettendo in campo nelle città una proposta in linea con la carica di rinnovamento proposta da Matteo Salvini“. In pratica, un vero e proprio smarcamento dalle vecchie nomenclature conservatrici regionali che, in maniera più che evidente, si erano manifestate nel corso delle candidature delle ultime regionali e, ancora, nelle ultime scorse elezioni amministrative

Autoscuola Valle d'Itria a Cisternino slow

Berlusconi e SalviniA guidare politicamente questo tentativo, più portato alla non perdita di consensi sinora esclusivo appannaggio del partito berlusconiano di Forza Italia, alcuni aderenti pugliesi (ma ce ne sono anche altrove) fautori di un riavvicinamento tra forzisti e salviniani e, più in generale, un tentativo di rinsaldare una vecchia solida alleanza per poi cercare di rafforzare il potere salviniano e, possibilmente quanto prima, far cessare l’attuale maggioranza con il M5S (Movimento 5 Stelle).

Di Maio e Salvini

Pino Trinchera (Nuovo PSI)A guidare questa manovra in Terra di Puglia, sarebbe stato chiamato Pino Trinchera (già da un po’ residente a Cisternino in Valle d’Itria), già rappresentante e componente della direzione nazionale del partito di Francesco Pionati, ex consigliere comunale di San Michele Salentino e, dall’aprile 2013, Coordinatore Provinciale di Brindisi per il Nuovo PSI. Ad affiancarlo, con il ruolo di vice coordinatori, ci saranno il barese Massimo Posca (già consigliere comunale del PdL ed attuale capogruppo al Municipio 1 del capoluogo pugliese) e, ancora, il barese Auro Buttiglione, già CCD, UDC, Italia di Mezzo (area Pd), Movimento dei Popolari Liberali (componente cattolica del Popolo della Libertà) di Carlo Giovanardi di cui è stato Coordinatore Provinciale in Terra di Bari.

Lo Strillone a Cisternino Edicola Cartolibreria Servizi

Lega Nord - Salvini premierUna progettualità partitica che, iniziata nel Settentrione d’Italia sotto l’egida della Lega Nord, si sta spingendo, come nelle ultime consultazioni locali, questa volta con la repentina trasformazione nella lista Noi con Salvini, verso l’ex screditato ed odiato Meridione d’Italia e, nel nostro caso, verso la Regione Puglia. Un progetto che, a quel che si dice, prossimamente sarà superato con l’acquisizione di una nuova (ma soprattutto vecchia) classe dirigente meridionale in un’altro ancora progetto partitico, la Lega nazionale. Un percorso che parte dal non certo basso risultato risultato a Santeramo (Ba) dove, Giovanni Riviello candidato sindaco in quella cittadina del barese, ottenne poco più del 9% e, poi Antonio Scianaro e Tommaso Scatignaproseguendo ancora, dai non certo lusinghieri esiti, per i sempre verdi seguaci pugliesi del Carroccio, nella vicina Martina Franca dove, il candidato sindaco Angioletto Gianfrate raccolse solo il 3% e Lecce dove, la lista leghista inserita nella coalizione di centrodestra, ottenne solo lo 0,6%. Ma, anche, dall’acquisizione di navigati rappresentanti locali di quello che era il vecchio centrodestra. Tipo il fasanese Antonio Scianaro e, ancora, Tommaso Scatigna sindaco di Locorotondo.

La Pignatta Trattoria Gustoteca Pizzeria a Locorotondo

Certamente migliori sono stati i risultati nelle ultime consultazioni elettorali politiche nazionali che, con più di 135mila e poco più del 6% dei consensi, hanno permesso di far insediare, tra le fila dei deputati salviniani alla Camera, due deputati Made in Puglia: lo stesso Sasso, Anna Rita Tateo mentre, al Senato, il salentino Roberto Marti che, lo ricordiamo, proprio in questi giorni, è stato inserito tra i 48 indagati nell’indagine, portata avanti dalla Guardia di Finanza, per l’assegnazione degli alloggi popolari a Lecce.

Roberto Marti - Noi con Salvini

Un’inchiesta che, tra l’altro, ha portato anche a 7 arresti. Il senatore Marti, che all’epoca dei fatti era assessore della giunta Perrone, è indagato per abuso di ufficio, falso ideologico e tentato peculato.
Dal 2004 al 2010, Marti è stato assessore a Lecce ai Servizi sociali, ai progetti mirati e alle pari opportunità.

Ma, ritornando alle mosse dei vecchi/nuovi leghisti in Terra di Puglia, è da ricordare la presenza salviniana, nell’opposizione partitica in Regione Puglia, di Andrea Caroppo già promotore dell’associazione “Sud in testa” (N.d.R.: titolazione, pensiamo, alquanto inappropriata) che, secondo alcune indiscrezioni di corridoio, sarebbe impegnato a rinfoltire il gruppetto salviniano.

Andrea Caroppo con Salvini

Dunque, in una sorta di azione partitica concentrica, è da rimarcare come sono attualmente impegnati nella ricerca di propri possibili candidati sindaci in alcune elezioni che potrebbero essere di forte rilevanza regionale ma, anche, nazionale. A Brindisi i salviniani sono parte Massimo Ciullo a Brindisi con il Fronte identitariointegrante di un cartello denominato “Fronte identitario”, un raggruppamento guidato dall’avvocato Massimo Ciullo (già assessore nella giunta di centrodestra guidata da Mimmo Mennitti) di cui  fanno parte anche Fratelli d’Italia, il Movimento nazionale per la sovranità (area Alemanno) ed alcuni movimenti locali civici. Un’azione che è, fortemente, avversata da Forza Italia che, all’incontrario, ha (ri)aperto un rapporto politico con alcune forze centriste vicine all’ex sindaco Angela Carluccio. Nella BAT, a Barletta, i salviniani – che alle politiche hanno raccolto quasi il 5% – si stanno affidando al consigliere comunale uscente, nonchè guida della lista civica Adesso Puoi, Flavio Basile, aattualmente all’opposizione della giunta Cascella.

 

SIAL SERRAMENTI FASANO

Daniele Gusmai con SalviniMa, la vera roccaforte salviniana pugliese è nel foggiano a Vico del Gargano. Qui la Lega ha fatto registrare il miglior risultato regionale con poco più del 12%, e per questo motivo, affida la corsa a sindaco ad una lista civica, guidata dal giovane dirigente 25enne Daniele Gusmai che, di certo, è un antesignano salviniano avendone sposato il credo quattro anni addietro.

Nel frattempo, nell’intera Regione Puglia, consiglieri comunali ed assessori, a quanto pare anche in un capoluogo, sarebbero pronti a saltare sul carroccio salviniano: in poche parole, sembra piuttosto evidente, un TRASFORMISMO del VECCHIO fatto passare per il CAMBIAMENTO del NUOVO. Purtroppo, un film già visto troppe volte, un semplice  cambiamento di casacca che non porterà, presubilmente, novità alle reali esigenze dei pugliesi e, più in generale degli italiani tutti.

Fiera del Levante 2018 82^ edizione con SIAL SERRAMENTI di Fasano 

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article