L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente è un grande progetto su scala nazionale, una banca dati unica nella quale confluiranno tutti i dati anagrafici dei residenti in Italia e degli italiani residenti all’estero (che si siano registrati all’Aire – Anagrafe Italiana Residenti all’Estero)

Quando tutto il progetto ​sarà compiuto ​a livello nazionale si avrà un unico database : ogni cittadino verrà riconosciut​o univocamente​ in tutte le amministrazioni dello Stato, ​potrà ottenere i propri certificati anche non dal comune di residenza e​ qualunque aggiornamento di dati verrà automaticamente registrato tra enti differenti (comuni, motorizzazione, agenzia dell’entrate, Inail). Si tratta di un progetto di digitalizzazione importantissimo per lo Stato Italiano, ma soprattutto per il cittadino

In concreto, questo significa che da oggi anche i cittadini registrati presso l’Anagrafe del Comune di Martina Franca potranno usufruire del vantaggio di avere a disposizione di un database a livello nazionale che permette di superare il modello dell’autocertificazione accorciando ed automatizzando tutte le procedure relative ai dati anagrafici.

I cittadini martinesi otterranno vantaggi immediati da questo passaggio quali la richiesta di certificati anagrafici in tutti i comuni in ANPR, il cambio di residenza più semplice ed immediate, la possibilità di ottenere certificati da un portale unico (a breve).

Martina Franca è una delle prime città del Mezzogiorno d’Italia ad aver già attuato questo fondamentale passaggio.

L’Assessore con delega all’Innovazione Valentina Lenoci evidenzia l’importanza di questo traguardo: “E’ un altro, fondamentale, passo in avanti nel processo di digitalizzazione che Martina Franca sta attuando per migliorare e semplificare i servizi al cittadino. Questi processi, oltre a facilitare il rapporto Pubblica Amministrazione – cittadino, assicurano la trasparenza dei processi, obiettivo per noi primario. Essere tra i pochi comuni del Sud Italia ad aver completato il processo di subentro all’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente è per tutti noi motivo di orgoglio.

E’ un traguardo essenziale nell’agenda digitale per rendere possibili successive innovazioni, poiché avere un database a livello nazionale permetterà di superare il modello dell’autocertificazione accorciando ed automatizzando tutte le procedure relative ai dati anagrafici.

Voglio ringraziare i Consiglieri Comunali che al mio fianco sostengono concretamente, attraverso l’impiego delle somme necessarie in bilancio, questo processo che vuole una Pubblica Amministrazione vicina alle esigenze dei cittadini e soprattutto al passo coi tempi; l’Ufficio Informatizzazione e il Settore Affari Generali del Comune per l’intenso lavoro svolto per completare la complessa migrazione dei dati da un sistema all’altro.

Chi nei giorni scorsi chi si è interfacciato con i Servizi Democratici ha subito qualche disagio proprio a causa delle procedure previste, mi scuso, ma questi rallentamenti nell’erogazione dei servizi sono stati necessari al fine di per poter completare tecnicamente il passaggio in ANPR.

L’agenda digitale del Comune vede realizzato un altro appuntamento annunciato negli scorsi mesi, il lavoro fatto fin qui è tanto: il passaggio in fibra ottica delle sedi del Comune e delle scuole, l’implementazione del wifi come ad esempio in biblioteca e in sala consiliare, la realizzazione di nuovo Portale Istituzionale adeguato alle line guida nazionali e alla specifiche del territorio di Martina, l’attivazione del pagoPa che permette di effettuare pagamenti in maniera comoda, sicura e veloce e che sarà esteso a tutti i servizi dell’Ente, oggi l’ANPR. Nel futuro a cui stiamo guardando c’è il Fascicolo Digitale del cittadino, un modo facile per i cittadini di gestire i rapporti con la P.A. a tuttotondo”.