I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Fasano, hanno tratto in arresto su “ordine di esecuzione per la carcerazione” emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Lecce Pietro Conversano, fasanese di 56 anni.
L’uomo è stato colpito dal provvedimento restrittivo che ne ha sospeso l’affidamento in prova ai servizi sociali, poiché il 4 dicembre scorso, nel corso della serata, è stato perquisito dai Carabinieri in via Roma ed è stato trovato in possesso di 2,8 grammi di hashish occultata nella mano destra nonché denaro contante ammontante alla somma di 125,00 euro. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire ulteriori 32 grammi di stupefacente celati in una scatola di legno occultata nel garage, stupefacente e denaro sono stati sottoposti a sequestro. Nell’ambito dello stesso contesto operativo è stato segnalato al Prefetto di Brindisi un 28enne fasanese trovato in compagnia dell’arrestato, poiché trovato in possesso di 5,8 grammi di hashish occultati in un pacchetto di sigarette e sottoposti a sequestro. Il 56enne, il 17 aprile 2018 era stato sottoposto all’”affidamento in prova al servizio sociale” da parte del Tribunale di Sorveglianza di Lecce. La misura comminata dall’Autorità Giudiziaria contempla tutta una serie di prescrizioni tra le quali oltre a quella di non commettere reati, quella di non allontanarsi dalla provincia di Brindisi, di osservare alcuni orari di uscita e rientro nel domicilio, di non accompagnarsi a soggetti che abbiano subito condanne o siano sottoposti a misure di sicurezza o di prevenzione e di non frequentare pubblici spacci di bevande alcoliche.
L’uomo poiché ha violato le prescrizioni impostegli, a seguito dell’esecuzione del provvedimento di carcerazione, espletate le formalità di rito è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi come disposto dall’autorità giudiziaria.