Vito Zizzi, consigliere comunale di Cisternino di opposizione in quota Pd, lancia un duro attacco al primo cittadino della città della Valle d’Itria che di seguito riportiamo:

“Legittimo e dovuto il ringraziamento agli organizzatori (e agli operatori commerciali che hanno collaborato e che il Sindaco dimentica) che hanno contribuito alla buona riuscita della notte di San Silvestro.
Decisamente fuori luogo e meno legittimo stigmatizzare il comportamento delle opposizioni nell’esercizio del “proprio dovere di controllo”, alimentando ancora una volta astio e disprezzo nei loro confronti.
Il Sindaco, invece di assumere atteggiamenti da bulletto del quartiere, avrebbe dovuto ringraziare le opposizioni che, in presenza di un atto palesemente illegittimo e di una formale richiesta di revoca (per consentirne la necessaria regolarizzazione) rimasta disattesa, hanno soprasseduto agli atti conseguenti nell’esclusivo interesse della comunità e degli operatori.
Invece di alimentare inutili e strumentali polemiche, bene avrebbe fatto:
1) a spiegare di aver fatto un bando per la realizzazione di eventi ed iniziative da inserire nel programma “Autunno e Natale 2018” che prevedeva un termine di presentazione domande “entro e non oltre il 20 settembre 2018” e che richiedeva espressamente fosse indicato, tra le altre condizioni, “indicazione del tipo di eventi e modalità di svolgimento” “preventivo dettagliato con entrate ed uscite previste” e “descrizione dettagliata delle attrezzature e materiale che il Comune dovrà mettere a disposizione”
2) ad informare di aver portato in commissione area Area amministrativa il 15.11.2018, un programma e piano economico “Natale a Cisternino 2018” PRIVO DI OGNI E QUALSIASI DOCUMENTAZIONE E PERSINO PRIVO DELLA INDICAZIONE DEGLI EVENTI A REALIZZARSI
3) ben avrebbe fatto ad informare, almeno in modo generico, i propri consiglieri di maggioranza e i componenti la commissione circa le iniziative a farsi (unica informazione concessa in commissione, riferita dall’assessore, è stata: “l’iniziativa del 31.12.2018 sarebbe stata affidata all’associazione ARDA che aveva organizzato lo scorso anno”)
4) e soprattutto bene avrebbe fatto A GIUSTIFICARE L’ASSENZA DI OGNI DOCUMENTAZIONE A SUPPORTO DELLA “SPESA DI € 17.520,00 FATTA COMUNQUE APPROVARE” dai consiglieri di maggioranza in commissione.
5) bene avrebbe fatto a spiegare che, solo IL GIORNO SUCCESSIVO ALLA APPROVAZIONE del “programma e relativo piano economico” da parte della Commissione Area Amministrativa, e precisamente il 16.11.2018, è pervenuta in comune, una integrazione proposta (della generica richiesta di patrocinio e collaborazione per manifestazione ”Capodanno nel borgo 2019” presentata da Ass. ARDA in data 22.10.2018, quindi oltre la data di scadenza del bando) con la quale l’associazione ARDA descriveva i dettagli dell’evento a realizzarsi la notte di San Silvestro, con indicazione dei costi dell’iniziativa e con la previsione dell’entrata di € 5.000,00 a carico del Comune di Cisternino.
Questi i fatti che legittimamente le minoranze (e per esse i componenti la commissione in questione) avevano denunciato con la richiesta di regolarizzare gli atti adottati; altro che le farneticanti parole del sindaco che nel suo post scrive: “richiesta di annullamento della delibera di GIUNTA che la proponeva perché non avevano capito bene di che si trattava! Che figura….”
Davvero IMBARAZZANTE E PREOCCUPANTE L’INCAPACITÀ DI QUESTA AMMINISTRAZIONE E DEL SINDACO DI LEGGERE E COMPRENDERE QUANTO VIENE LORO DENUNCIATO.
(per chi fosse interessato alla verità, allego anche copia della richiesta inviata al Sindaco ed Uffici vari)
Con riguardo alle affermazioni del sig. Marangi (che non conosco di persona probabilmente perché frequentiamo ambienti diversi), circa presunti “intralci” rammento che la legittima e democratica attività di controllo sugli atti amministrativi esercitata dalle minoranze non va confusa con lamentele personali, alle quali le minoranze non hanno bisogno di ricorrere, né interesse a perseguire.
Quanto a “raccolte di firme che contestano il suo lavoro”, bene farebbe ad offrire più elementi di tale documento, dei promotori e dei firmatari, di cui io personalmente non ho mai avuto notizia (in tempi non sospetti ho anche pubblicamente apprezzato la sinergia tra pubblico e privato)”.