CISTERNINO: LA SCOMPARSA DEL PROF. MASSIMILIANO PALAZZO

CISTERNINO: LA SCOMPARSA DEL PROF. MASSIMILIANO PALAZZO

Massimiliano PalazzoMartedì 4 Gennaio 2019, il professor cistranese Massimiliano Palazzo, storico esponente del PCI (Partito Comunista Italiano) di Cisternino, dopo un malore che lo aveva colpito già  precedentemente, è spirato all’età di 74 anni.

Il prof. Palazzo, che per 35 anni ha insegnato Storia e Filosofia presso il Liceo ClassicoTito Livio” della vicina cittadina ducale di Martina Franca, ha lasciato un segno forte ed indelebile negli studenti che ebbero la fortuna di averlo come insegnante. Una personalità che, a testimonianza del suo profondo essere, nel corso dell’intera sua esistenza terrena, si è sempre speso a favore dei diritti delle fasce sociali più deboli e, negli ultimi anni, aveva partecipato alle battaglie ambientaliste che interessavano, in particolare, il territorio in cui viveva.

PCI CISTERNINOIl suo forte impegno politico lo ha visto, per decenni ed insieme all’amata moglie Giuliana Lezza (scomparsa nel 2003), schierato nelle file dell’allora PCI. In quel partito, soprattutto a livello cittadino con una lunga presenza come consigliere comunale, fu un importante punto di riferimento tanto da ricoprire, nei primi anni dell’80, la carica di vicesindaco ed assessore all’Urbanistica: un incarico che lo vide tra i principali artefici del Piano PIP, un atto amministrativo ancora oggi in vigore. 

Cisternino casa Palazzo e PalaTodiscoI funerali, in forma civile, avranno luogo domani, Lunedì 7 gennaio a partire dalle ore 14:30 con il corteo funebre che partirà dalla casa dell’estinto in Via XXIV Maggio e che, successivamente proseguirà, dalle ore 15:00presso il Palazzetto dello SportPeppino Todisco“.

Ai figli Antonio, Luca e Bernardo il profondo cordoglio di CisterninoNotizie.com.

L’azione, pubblica e privata, del professor ed avvocato Massimiliano Palazzo, nel ricordo CisterninoNotizie.com CN&Tdell’avvocato cistranese Vito Zizzi e, ancora di seguito, del prof. Antonio Scialpi, attuale assessore alla Cultura del Comune di Martina Franca e già suo collega presso il Liceo Classico Tito Livio.

Massimiliano, compagno di tante lotte per una società migliore, più giusta e solidale; uomo di cultura straordinaria e maestro esemplare.

Municipio di CisterninoPer Cisternino sei stato ottimo politico ed amministratore. La mia prima esperienza in consiglio comunale al tuo fianco, ti ha visto capogruppo di opposizione del PCI; ricordo le indimenticabili nottate dedicate allo studio degli atti amministrativi che, il più delle volte, tu rilevavi illegittimi; interminabili ore di discussione in consiglio per esplicitare le ragioni delle illegittimità, che spesso costringevano la maggioranza a ritirare l’atto in questione.

E quante nottate trascorse in sezione avvolti da nuvole di fumo (delle tue sigarette in particolare), per redigere i ricorsi alla Commissione Provinciale di Controllo. Per me sei stato sempre un maestro fonte di grande insegnamento, non solo politico ed amministrativo ma anche e soprattutto morale.

Enrico BerlinguerEra l’epoca di “mani pulite” e del compianto Berlinguer e si aderiva al PCI anche e soprattutto per questo. E Cisternino aveva una marcia in più che era l’integrità tua, del segretario storico Marco Punzi e di tanti altri della tua generazione. Da essere tuo allievo in politica e nella vita, “da grande” ho avuto la soddisfazione, l’onore ed il piacere di averti come allievo nella professione.

Massimiliano Palazzo comizio Cisternino PCI

Dopo la laurea in Giurisprudenza conseguita da pensionato, infatti, hai voluto frequentare il mio studio da tirocinante, ovviamente con ottimi risultati, vista l’abilitazione all’esercizio della Massimiliano Palazzoprofessione forense ottenuta che, però, hai deciso di non esercitare. Eri felice, in particolare, quando frequentavi le aule di udienza di Taranto e di Martina Franca perché incontravi tanti tuoi alunni, ormai avvocati, che increduli ti vedevano nelle vesti di praticante, con il tuo viso apparentemente burbero, ma capace di sano sarcasmo e facile battuta, rendendo così allegre le mattinate tra un verbale, una discussione ed un caffè al bar con la immancabile sigaretta.

Ciao Massimiliano, riposa in pace.

Vito Zizzi

*******

Massimiliano Palazzo. Addio

La neve (che in genere è una cosa bella) ci ha portato via purtroppo il nostro carissimo amico Massimiliano Palazzo, già prof. di Filosofia al Liceo Tito Livio per oltre 35 anni.

Un uomo coltissimo , sobrio, serio, riservato, impegnato e, soprattutto, stimato ed amato dagli studenti e dai colleghi. 
Un grande punto di riferimento culturale per il Tito Livio, e non solo. Un maestro.

DomodossolaOnorato di aver ereditato la sua cattedra di Storia e Filosofia al corso B del Tito Livio, quando fu nominato preside a Domodossola nel 1996, su richiesta di un’altra grande personalità del Tito Livio, il preside Enzo Monaco, che accomuno nel ricordo a Massimiliano.

Valle d'Itria e Territorio CN&TDa giovane abbiamo collaborato con lui come docente e con sua moglie Giuliana Lezza (ai tempi di “Città e Campagna“), la cui scomparsa lo colpì tantissimo e che ora ha riabbracciato.
È stato anche un ottimo amministratore del Comune di Cisternino, impegnato sui grandi temi della promozione sociale dei contadini e dei lavoratori. Molto attento ai problemi dello sviluppo della Valle d’Itria e dei rapporti tra città e campagna.

Negli ultimi anni ha sofferto nella sua esistenza un po’ di più. È il destino dei filosofi.
Un forte abbraccio ai suoi figli. 

Massimiliano Palazzo. Addio

Antonio Scialpi

CISTERNINO LA SCOMPARSA DEL PROF. MASSIMILIANO PALAZZO

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article