di Giuseppe CERASA in un’articolo by “la Repubblica

Di masseria in masseria ecco la Valle d'Itria. La Puglia più autentica

Un itinerario per scoprire questa zona tra il Salento e il barese, disseminata di antichi borghi e luoghi fermi nel tempo.

Zizzi Auto Cisternino Gruppo Fiat Vendita e Riparazioni in Valle d'ItriaValle d'Itria - panoramica da Locorotondo

Di masseria in masseria ecco la Valle d’Itria. La Puglia più autenticaLa Valle d’Itria non è bella solo d’estate. L’abbiamo ammirata anche coperta da un delicato manto di neve, caduta subito dopo Capodanno, a ricordare che le stagioni, tutte le stagioni, arrivano apposta per esaltare la bellezza di luoghi che non temono i capricci e le evoluzioni del tempo. Sfido chiunque a dire se i trulli sono più belli d’estate o ricoperti di neve;

Valle d'itria innevata. Ph Antonio (Nino) Marangi

Valle d’itria innevata. Ph Antonio (Nino) Marangi

Così vale per quelle sculture secolari, quegli alberi di ulivo che resistono orgogliosamente al tempo, alle cattive intenzioni di chi vorrebbe farli crescere in altre regioni estirpandoli e facendo un sacco di quattrini. E anche agli attacchi ingenerosi della Xylella. 


ulivi millenari in Valle d'Itria - Puglia

In questa valle che non è Salento pieno e che non può essere rinchiusa nella stretta corte barese, si sta sviluppando il turismo delle masserie di eccellenza e da qui in un raggio di pochi chilometri il contagio della profonda bellezza si è esteso a macchia d’olio, e poco importa allora se parliamo di Valle d’Itria propriamente detta o di Savelletri di Fasano, luogo di elezione di Borgo Egnazia, il cui successo e splendore ha travalicato i confini nazionali (è sempre in testa alle preferenze estive di Madonna, del suo staff e di decine di accompagnatori).

Cisternino Casa Vacanza Madonna d'Ibernia 

D’accordo il borgo è stato creato da zero, ma l’intelligenza usata nell’immaginare gli ambienti, nel rendere magica e unica l’atmosfera, fa sì che la struttura con quasi seicento posti letto, quattro ristoranti (quello gourmet dei Due Camini è stato premiato di recente da una stella Michelin) e una varietà di scelta e di programmazione delle vacanze fuori dal comune (proprio di fronte al San Domenico Golf) porti spesso al tutto esaurito. È accaduto tra Natale e Capodanno, riaccadrà la prossima estate, ne siamo sicuri.

Di masseria in masseria ecco la Valle d'Itria. Borgo Egnazia e Ristorante Due Camini by Repubblica.it

Di masseria in masseria ecco la Valle d’Itria. Borgo Egnazia e Ristorante Due Camini by Repubblica.it

Come siamo sicuri dell’altrettanta forza attrattiva di un’altraa masseria d’epoca, a una manciata di chilometri da Borgo Egnazia: Torre Coccaro. Fu costruita nel Seicento dai Cavalieri di Malta per proteggersi dalle invasioni saracene e da allora, nonostante vari passaggi di proprietà, è rimasta sostanzialmente intatta, avvolta da quel manto lavorato dai secoli che la contrappone in maniera vistosa a Borgo Egnazia. Ma seppur recitando la parte con meno numeri e meno posti letto, è indiscutibile l’altissimo fascino e qualità nel servizio di accoglienza e di ristorazione. 

Perché ormai  andare per masserie, gustare le vacanze immersi nella campagna pugliese, ma a pochi chilometri da mare, è diventato uno stile di vita, un marchio di distinzione che parte da questi gioielli rurali e finisce con i trulli, per immergersi in quella Valle d’Itria di cui si diceva all’inizio. E qui c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Di masseria in masseria ecco la Valle d'Itria Locorotondo Masseria Aprile by Repubblica.it

Di eccellenze si parla nella lingua della Masseria Aprile, datata 1700 e dotata di soli nove alloggi che nelle magiche sere di Puglia si ammirano dal lungomare di Locorotondo; si chiama così la bellissima passeggiata che domina la Valle e un borgo bianco come bianche sono le casette della vicina Ostuni. 

Qui si possono trovare i migliori prodotti locali – provare per credere la piccola e affascinante casa-scrigno l’Arco dei tipici – e un fantastico albergo diffuso: Sotto le Cummerse, un raffinato progetto di valorizzazione dell’architettura di questo borgo pugliese. E da Locorotondo si può partire per un breve tour tra le migliori cantine della zona, con tappa finale d’obbligo presso l’azienda diretta con cura e intelligenza innovativa da Marianna Cardone

Cantine Cardone Locorotondo

Per tornare alle masserie bisogna appuntarsi un indirizzo, la Grofoleo che aprirà in primavera e che si annuncia come una delle più belle novità turistiche pugliesi del 2019. Anche qui il Settecento è impresso nelle pietre, nel tufo e nell’architettura, si trova tra Locorotondo e Martina Franca e al corpo centrale si aggiungono trulli e lamie.

Masseria Grofoleo in Valle d'Itria by CN&T

Come dire la Puglia più autentica a portata di mano e tutta da vivere.

Al Vecchio Fornello di Cisternino è Gusto

Al Vecchio Fornello di Cisternino è Gusto

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article