I Carabinieri della sezione operativa del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Fasano hanno eseguito un provvedimento di “revoca di decreto di sospensione e contestuale ripristino di ordine di esecuzione della carcerazione”, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Giampiero Schiavone, 48enne residente a Fasano, di fatto domiciliato a Bruxelles (Belgio).

L’uomo – a fronte di una condanna complessiva a 2 anni, 2 mesi e 4 giorni di reclusione e 12.000 euro di multa, con l’intervenuto indulto per 2 anni e 2 mesi di reclusione e 8.400 euro di multa – deve espiare la pena residua di 4 giorni di reclusione e 3.600 euro di multa, in ordine al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Fasano il 3 settembre 2004, quando venne arrestato dai Carabinieri poiché trovato in possesso di 50 grammi di eroina brown sugar.

Il 48enne, nel 2009, era fuggito in Belgio in conseguenza della condanna definitiva e lo scorso 2 febbraio si è consegnato a seguito dei reiterati controlli dei Carabinieri presso la dimora di residenza, ove recentemente era stato notato trascorrere un periodo di ferie con i parenti. Dopo le formalità di rito, Schiavone è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi dove sconterà il residuo pena.