CardioPiù Fasano

 

CISTERNINO NOTIZIE in PUGLIA - Valle d'Itria & Dintorni

La Città Incantata Fasano

Regione Puglia: scoperta, nel mare di Monopoli, una barriera corallina

PUGLIA MAPPA BARRIERA CORALLINA 2019

Regione Puglia: scoperta, nel mare di Monopoli, una barriera corallinaUna scoperta bella ed eccezionale, per l’appunto, al largo di Monopoli, quella dei ricercatori del Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari: nel nostro Mar Adriatico l’esistenza di una barriera corallina. Esattamente come quelle che si trovano nei fondali delle Maldive o, ancora più vicino, come quella dell’egiziana Sharm el Sheikh, nel Mar Rosso. Questo ritrovamento, comunque, risulta essere l’unico nel Mar Mediterraneo.

È la prima volta che nel Mediterraneo scopre una barriera così, con caratteristiche molto simili a quelle di memoria equatoriale“, ha rivelato Giuseppe Corriero direttore del Dipartimento di Biologia dell'Università di BariGiuseppe Corriero, direttore del Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari.  Una barriera corallina al largo, a circa due chilometri dalla cittadina marinara di Monopoli, in provincia di Bari, dove i sub si sono imbattuti ad una profondità tra i 40 e i 55 metri di profondità, in questa meravigliosa realtà ambientalistica. 

Ora, gli studiosi del Dipartimento Universitario barese (che nella ricerca sono stati Università di Bari Dipartimento Biologiasupportati anche studiosi delle Università Tor Vergata di Roma e di quella del Salento, con robot e particolari tecnologie di immersione), hanno ipotizzato che il fronte della prima barriera corallina italiana di cui si è venuti a conoscenza, possa propagarsi – per almeno 135 km – anche se non proprio in senso uniforme, sia a nord verso Bari e, ancora, a sud fino al Salento ed Otranto, dall’altro versante. Una ricerca iniziata, è bene ricordarlo, tre anni fa. 

L’aspetto paradossale è che ce l’avevamo davanti agli occhi e non l’abbiamo mai vista” – ha dichiarato sempre il prof. Corriero –. E continuando nella sua analisi, ha affermato: “nel caso delle barriere delle Maldive o australiane i processi di simbiosi tra le madrepore (animali marini che costituiscono i banchi corallini) sono facilitati dalla luce, mentre la nostra barriera vive in penombra e quindi le madrepore costituiscono queste strutture imponenti di carbonato di calcio in assenza di alghe“.

 

Caratteristiche che, secondo gli studiosi pugliesi, rendono unica la barriera corallina nel mare di Puglia, sono  sia la profondità a circa 50 metri e, ancora ed infine, l’habitat con i suoi colori.

Ora, con l’intento di difendere e preservare, responsabilmente e giustamente, questo autentico tesoro marino, i ricercatori hanno voluto informare del tutto l’Ufficio Parchi e Tutela della Biodiversità della Regione Puglia.

LA POLITICA DEI... POLITICANTIA margine della bella e positiva notizia, è da rimarcare il fatto che, sempre alla continua ricerca di interessi economici di parte, la politica – o per meglio dire politicanti non meritevoli affatto del voto popolare che li ha catapultati alla guida della Nazione – ha svenduto un bene comune, il nostro mare, ai gruppi petroliferi che sono interessati allo sfruttamento di un fondale che, in questa maniera, rischierebbe di subire un inquinamento ambientale pericolosissimo per il delicato equilibrio di un mare chiuso come il nostro.

In tal senso e come strumento territoriale di libera informazione, continuiamo a sostenere il deciso NO alle trivellazioni e al rischio di dannosi disastri ambientali e, nel contempo, plaudiamo alla ricerca scientifica che ci ha dato modo di scoprire, ancor più, la valenza e la bellezza dei nostri mari.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article