La nuova, ennesima grandissima serata di Cristiano Ronaldo in Champions League coincide con la prima tripletta “italiana” del cinque volte Pallone d’Oro e doveva essere festeggiata in modo particolare: per questo, dopo la tripletta rifilata all’Atletico Madrid che ha consentito alla Juventus di passare il turno con una insperata rimonta, l’asso portoghese ha deciso di passare la serata nel ristorante “Catullo” di Torino, locale affacciato sulle rive del Pò gestito dal fasanese Piero Ancona.

Il fuoriclasse lusitano ha scelto il noto ristorante, già frequentato da altri bianconeri come Dybala, Buffon, Chiellini ed Higuain (durante la sua militanza bianconera) per invitare il suo enturage di circa venti persone, tra le quali spiccavano la compagna Georgina Rodriguez, il primogenito Cristiano junior che coccolava il pallone portato a casa dal papà dopo la tripletta come da usanza, il connazionale e compagno di squadra Joao Cancelo ed il superagente Jorge Mendes, oltre al fratello, ai fedelissimi amici di sempre e delle guardie del corpo.

CR7 è stato accolto nel ristorante da un’autentica ovazione e da cori d’incitamento dopo l’impresa sportiva che riporta alle stelle l’entusiasmo del popolo juventino e le speranze di alzare l’agognata Coppa dei Campioni.