Un bracciante agricolo di Fasano di 56 anni ha tentato il suicidio tagliandosi le vene nella giornata di ieri, mercoledì 3 Aprile, per cause ancora non accertate.

L’uomo, nella mattinata di ieri, sarebbe uscito di casa per recarsi sul posto di lavoro e con l’intenzione di compiere l’estremo ed insano gesto tagliandosi le vene in una zona rurale nei pressi della strada comunale delle Giritoie.

Dopo l’allarme lanciato dai suoi familiari, il bracciante agricolo è stato rintracciato e soccorso in tempo per salvargli la vita. L’uomo si trova ora presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi ricoverato in codice rosso.