La Giunta comunale di Martina Franca ha deliberato, nella seduta di giovedì 4 aprile, un atto di indirizzo dedicato alla mobilità sostenibile ed in particolare ad incentivare la ciclopedonalizzazione nelle aree storiche e commerciali.

Come noto, già dal 1992, alcune strade centrali sono state interdette al traffico il pomeriggio dei giorni festivi e domenicali del periodo natalizio e di quello primaverile ed estivo. Nel dettaglio le strade interessate sono Corso Italia (da via Paisiello ad angolo via D’Annunzio) e Corso Messapia sino a via Toti.

Con la delibera n.153/2019 l’interdizione al traffico viene estesa anche alla domenica mattina e al sabato pomeriggio, sempre negli stessi periodi (1 aprile – 15 ottobre/1 dicembre – 6 gennaio).

Il fine settimana senz’auto nella zona centrale della città, esteso anche al sabato pomeriggio e alla domenica mattina, è una delle azioni poste in essere per decongestionare il traffico e proiettare la città verso una Martina più sostenibile.

Per quanto riguarda le altre azioni, si comunica che sarà pubblicato nei prossimi giorni il bando per erogare benefici economici tesi ad incentivare sistemi di trasporto collettivo a zero emissioni, dedicato in particolare ai residenti del centro storico.

Inoltre, sono a lavoro i progettisti del Biciplan e dell’Abaco per progettare una rete urbana di piste ciclabili da candidare a finanziamento di misure specifiche e, a breve, la Zona a Traffico Limitato, ottenuto il parere tecnico della Sovrintendenza, entrerà nella fase operativa con l’installazione degli otto varchi telecontrollati. Da e per il centro storico sarà istituita una navetta veloce, d’intesa con la Miccolis spa, che collegherà il centro cittadino ai parcheggi (inizialmente quelli di piazza D’Angiò e viale Europa).

Si informa, inoltre, che è stato convocato in questi giorni anche il tavolo tecnico con gli istituti scolastici per il progetto “Pedibus – a scuola da soli.”, un’iniziativa grazie alla quale i bambini si recano a scuola a piedi con altri bambini, considerata dagli esperti il modo più sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola.