CISTERNINO: AVVISO APPALTO ARREDO URBANO 

Termine ultimo per la presentazione delle istanze

ore 13:00 del 10 settembre 2019

 Comune di Cisternino - Stemma

Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del Centro Storico con fornitura di arredo urbano

SETTORE NATURA E STRUTTURE
Comune di Cisternino
Provincia di Brindisi
Progetto di Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del centro storico con fornitura di arredo urbano

Capitolato speciale d’oneri

PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DELLA FRUIZIONE DELLE AREE PEDONALI
DEL CENTRO STORICO CON FORNITURA DI ARREDO URBANO
CAPITOLATO SPECIALE D’ONERI

Avviso di manifestazione di interesse procedura per l’affidamento della fornitura di arredo urbano mediante lo svolgimento di procedura negoziata sotto soglia. 

Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del Centro Storico con fornitura di arredo urbano

 

Cisternino Ph Domenico (Mimmo Sabatelli)

Cisternino Ph Domenico (Mimmo Sabatelli)

Osteria La Valle a Cisternino

U.T.C.
SETTORE NATURA E STRUTTURE
Comune di Cisternino
Provincia di Brindisi

Progetto di Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del centro storico
con fornitura di arredo urbano.

Relazione storico-artistica

Cisternino via San Quirico-Ponte. Ph Antonio (detto Nino) Marangi

Cisternino via San Quirico-Ponte. Ph Antonio Marangi (detto Nino) Marangi

Il presente progetto riguarda opere di arredo urbano da allocarsi in via S. Quirico e di Corso Umberto.

U Bùrie Cisternino

CISTERNINO corso Umberto I° (u Burie) by CN&T

Non Solo Crêpes Cisternino di Di Bari Massimiliano. Gastronomia in Valle d'Itria

Queste due aree di intervento risultano liminari rispetto al tessuto di base del Centro storico medievale. La prima area di intervento è una strada-piazza rialzata rispetto alla strada sottostante e in affaccio sulla Valle d’Itria da cui si contemplano i comuni di Martina Franca e di Ceglie Messapica.

Cisternino ponte di Via San Quirico by Foto Mario Zizzi

Cisternino ponte di Via San Quirico by Foto Mario Zizzi

L’area è anche comunemente detta “Ponte della Madonnina” essendo appunto a quota superiore rispetto al belvedere sottostante e alla relativa strada di accesso al centro abitato per chi proviene dalla Valle d’Itria. Al termine e/o inizio della prima area si trovano la Chiesa Madre e la Torre Normanno Sveva.

Cisternino - piazza Garibaldi

Cisternino – piazza Garibaldi


Le cui storie si intrecciano con il primo insediamento dei monaci basiliani. Punto principale della vita religiosa cittadina da secoli fu infatti la Chiesa di San Nicola (chiesa madre). La chiesa “matrice” fu edificata nel XIV secolo sulla precedente Chiesa Basiliana del IX secolo della quale sono rimaste le fondazioni. Nell’anno 2000 durante alcuni lavori di restauro e miglioramento di questo luogo sacro si è arrivati alla scoperta del primordiale e sottostante tempio risalente al 600 d.c.

Oblò da Chiesa Madre su scavi-ipogeo sottostante

Oblò da Chiesa Madre su scavi-ipogeo sottostante

L’attuale chiesa conserva il prospetto neoclassico e al suo interno il romanico pugliese. A pochi metri è collocata la Torre Normanno Sveva che per lunghissimo tempo ha rappresentato il più deciso controaltare al forte potere ecclesiastico esercitato sul territorio.
La seconda area di intervento è una strada-piazza alla stessa quota del centro storico medievale che collega la chiesa di S. Cataldo a Piazza Marconi.

Cheese & Co. CisterninoCISTERNINO nuovo arredo urbano

Corso Umberto è caratterizzata quale canale per la visione della Valle d’Itria ma anche quale luogo di affaccio interno sia dell’edilizia abitativa tipica: case a profferlo con il tetto a pignon, sia di negozi, ristoranti, bar, sia di edifici specialistici quale Palazzo Cenci. 

CISTERNINO c.so Umberto I°

BRACERIA del CORSO a CISTERNINO in VALLE d'ITRIA PUGLIA

Art. 1 OGGETTO E IMPORTO DELL’APPALTO
Il presente Capitolato ha per oggetto la fornitura di arredo urbano per un importo a base di gara pari a € 24.435 oltre I.V.A (oltre € 189,30 per imprevisti). Per le caratteristiche tecniche si rinvia alla relazione tecnica ed al relativo progetto di forniture allegato al presente atto. In ogni caso le forniture del presente appalto dovranno garantire una perfetta efficienza, funzionalità e resistenza, nonché
idoneità all’uso cui sono destinate e devono essere dotati delle certificazioni UNI previste.

Art. 2 DISCIPLINA NORMATIVA DELL’APPALTO
L’appalto è soggetto alle norme previste: 1. dal D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i.; 2. dal presente Capitolato.
Speciale d’Oneri; 3. dal progetto di fornitura; 4. dal Codice Civile e dalle altre disposizioni di legge nazionali vigenti in materia di contratti di diritto privato.

NON SOLO CAFFÈ - TECNONOVA SUD CISTERNINO

Art. 3 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
L’aggiudicazione verrà effettuata con il criterio del prezzo più basso ai sensi dell’art.95, comma 4, lettera b del D.Lgs. n. 50/2016, in presenza di almeno due offerte valide.

Art. 4 VINCOLATIVITÀ DELLE OFFERTE
Le offerte dovranno essere segrete e incondizionate e saranno considerate ferme e irrevocabilmente vincolanti per gli offerenti fin dalla loro presentazione e per 180 gg., a decorrere dalla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle medesime.

Art. 5 CAUZIONE DEFINITIVA
Al concorrente non sarà richiesta cauzione definitiva, trattandosi di affidamento “in economia”,il cui pagamento avverrà in un’unica soluzione.

SAMSARA CENTRO BENESSERE CISTERNINO by ISHI trattamento snellente anticellulite

Art. 6 STIPULAZIONE DEL CONTRATTO
Il contratto verrà stipulato per scrittura privata non autenticata dalla cui data decoreranno i termini di consegna. Inoltre, il contratto sarà stipulato “a corpo”, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, lettera d) del Codice dei contratti. Il ribasso percentuale offerto dall’aggiudicatario in sede di gara si intende offerto e appaltato a tutti i prezzi unitari in elenco, i quali, costi ribassati,costituiranno i prezzi contrattuali da
applicare alle singole quantità eseguite/offerte. L’amministrazione si riserva di variare l’entità quantitativa della fornitura di che trattasi,in sede di ordinazione,fino alla concorrenza dell’importo disponibile, utilizzando gli stessi prezzi offerti.

Art. 7 ONERI E SPESE
Tutti gli oneri, costi o spese di qualsiasi genere o tipo, comunque inerenti e/o conseguenti al presente Appalto, nessuno escluso, sono a totale ed esclusivo carico dell’Impresa, ad eccezione della sola IVA che è a carico dell’Amministrazione. Sono pertanto a carico delle imprese concorrenti, in via esemplificativa, tutte le spese, nessuna esclusa, relative alla partecipazione alla gara, al  Comune di Cisternino
Provincia di Brindisi.
Progetto di Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del centro storico
con fornitura di arredo urbano – Capitolato speciale d’oneri:
trasporto, montaggio ed ogni altro onere o spesa inerente o conseguente. Sono a carico dell’Impresa aggiudicataria, sempre in via esemplificativa, tutte le spese contrattuali, compresi i diritti, i bolli, l’imposta di registro, nonché tutti gli oneri, spese e prestazioni comunque occorrenti per la corretta esecuzione e gestione dell’Appalto, quali le spese di imballo, di trasporto, facchinaggio, carico e
scarico dei materiali, la rimozione di eventuali imballi ed il trasporto a discarica autorizzata degli stessi, l’installazione ed il montaggio (compreso dei materiali necessari) per il collocamento in opera delle strutture nel centro urbano di Cisternino.

In particolare si stabilisce che l’Impresa dovrà, terminata la fornitura e resa funzionale, sgombrare dai materiali, mezzi d’opera ed altro di sua proprietà; di seguito sarà redatta opportuna dichiarazione di regolare esecuzione della fornitura e montaggio eseguiti,e che ogni arredo rimosso resterà di proprietà del Comune di Cisternino.

GALIZIA VIAGGI CISTERNINO. VIAGGI in ITALIA

Art. 8 CAMPIONATURA E CERTIFICAZIONE
Tutti i prodotti offerti dovranno essere prodotti da aziende certificate ISO 9001:2000o
successiva. L’originale o la copia conforme (NON IN AUTOCERTIFICAZIONE) delle certificazioni, richieste come di seguito, per ogni prodotto dovranno essere consegnate alla stazione appaltante prima della stipula del contratto d’appalto. A seguito di aggiudicazione provvisoria, prima della stipula del contratto, dovrà essere prodotta presso la stazione appaltante campionatura secondo quanto richiesto dal Responsabile del Procedimento.

Art. 9 SUBAPPALTO
È vietato all’aggiudicataria il sub-appalto.

Art. 10 ORDINAZIONI E TEMPI DI CONSEGNA
La Ditta aggiudicataria riceverà l’ordinazione per iscritto dal Comune e dovrà effettuare la fornitura conla relativa posa in opera non oltre il termine di 30 giorni lavorativi dalla data di ricezione della lettera d’ordine, presso gli uffici indicati, i cui responsabili rilasceranno apposita ricevuta. Le lettere d’ordine saranno inviate di norma a mezzo di pec e comunque sempre per iscritto. La fornitura dovrà essere
comprensiva di montaggio in opera, di tutte le lavorazioni previste per la corretta posa in opera (ancoraggio al suolo, etc.) e di tutta la ferramenta ed accessori necessari anche se non espressamente previsti in capitolato, in modo che l’arredo urbano sia posizionato nello spazio destinato e pronto per l’uso.

Metal Tecnica GRASSI a Cisternino

Art. 11 MODALITA’ DI CONSEGNA
Le consegne potranno essere effettuate ogni giorno, festivi esclusi. Tutto l’arredo urbano dovrà essere posizionato, secondo le indicazioni del direttore dell’esecuzione. Tutte le consegne dovranno essere preventivamente comunicate per iscritto (posta elettronica pec, esclusa la semplice comunicazione telefonica), con un preavviso di almeno tre giorni lavorativi. In caso di violazione del predetto obbligo di preavviso, i destinatari della consegna potranno legittimamente rifiutare la fornitura.

Art. 12 DOCUMENTAZIONE DELLE CONSEGNE
Le date in cui le consegne vengono effettuate o completate e i materiali consegnati devono risultare da apposite dichiarazioni di ricevuta e presa in consegna dei materiali stessi, debitamente firmate in modo leggibile e per esteso dal Responsabile del procedimento. Dette dichiarazioni devono essere disposte in triplice copia, la prima per l’Impresa, la seconda per il consegnatario, la terza da trasmettere all’Amministrazione Comunale a cura e spese dell’impresa appaltatrice. In ciascuna
dichiarazione dovranno essere riportati gli estremi del contratto, il numero e la data dell’ordinativo dell’Amministrazione, e dovranno inoltre essere elencati analiticamente i beni consegnati e la data di effettuazione e/o ultimazione delle operazioni di consegna. È altresì essenziale che in ogni dichiarazione siano riportati in carattere stampatello ed in modo perfettamente leggibile:  
Comune di Cisternino
Provincia di Brindisi
Progetto di Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del centro storico
con fornitura di arredo urbano – Capitolato speciale d’oneri, comprensibile gli estremi (nome, cognome e qualifica) del soggetto che firma per ricevuta la dichiarazione. In mancanza l’Amministrazione potrà sospendere il pagamento della singola partita
dubbia, fino all’accertamento dell’effettiva consegna dei materiali indicati nel documento privo dei predetti requisiti.

Art. 13 GARANZIA E ASSISTENZA POST-VENDITA
Su tutti gli arredi consegnati dovrà essere apposto un contrassegno indelebile non asportabile che evidenzi la ditta Costruttrice, l’anno e il mese della fornitura. Gli arredi forniti dovranno essere garantiti per almeno due anni dalla data di consegna/montaggio e in tale garanzia dovrà rientrare anche la manodopera occorrente per gli eventuali interventi di riparazione e assistenza tecnica dovuti a difetti costruttivi. Durante il periodo di garanzia e assistenza post-vendita la ditta aggiudicataria dovrà assicurare la disponibilità di pezzi di ricambio (ferramenta e parti in legno) occorrenti in casi di guasti e/o rotture.

Le Capase Ristorante Pizzeria a Cisternino. I Sapori di Puglia in tavola

Art. 14 PAGAMENTI
Quando la ditta ha completato la consegna della fornitura e relativa posa in opera potrà presentare richiesta scritta di pagamento, nella quale dovranno essere riportati analiticamente, tutti gli arredi e attrezzature fornite comprensivi del montaggio, con indicazione del relativo importo, della data dell’ordinativo di riferimento. La richiesta dovrà essere corredata dalla relativa fattura accompagnata dalla dichiarazione di regolare esecuzione della fornitura. L’Amministrazione dovrà provvedere al pagamento entro 60 giorni dalla presentazione della suddetta fattura. Eventuali
contestazioni dell’Amministrazione in ordine della fornitura, sospenderanno i termini di pagamento. In caso di ritardo dei pagamenti, non verranno riconosciuti interessi a favore dell’Impresa appaltatrice.

Art. 15 RAGGIUNGIMENTO IMPORTO CONTRATTUALE
La Ditta aggiudicataria è tenuta a notificare per iscritto all’Amministrazione comunale l’avvenuto raggiungimento dell’importo contrattuale; eventuali forniture in eccedenza a tale importo, devono essere preventivamente autorizzate dal comune.

Art. 16 COLLAUDO
Fermo ed impregiudicato il potere di controllo dell’Amministrazione comunale durante il corso della fornitura e posa in opera, ultimata la consegna, con l’emissione della certificazione di regolare esecuzione, verrà effettuato, entro 15 giorni dalla ultimazione, collaudo tecnico, da parte del direttore dei lavori. Nell’eventualità che quanto fornito ed installato non corrispondesse alle caratteristiche definite dal progetto di fornitura, nonché alla regolare posa in opera, fatta salva l’adozione di più gravi provvedimenti, le forniture contestate dovranno essere sostituite a cura a spese della Ditta, entro 15 giorni dalla data di ricezione della comunicazione con cui si notifica il rifiuto, ferma restando l’applicazione delle penalità di cui all’art. 17. Qualora dette mancanze fossero comunque ritenute particolarmente gravi o comunque tali da ridurre notevolmente l’idoneità degli arredi forniti all’uso cui sono destinati, l’Amministrazione stessa potrà rifiutare la fornitura contestata e risolvere il contratto, rivalersi sulla cauzione, compreso il risarcimento degli ulteriori danni subiti. Le spese per l’eventuale rescissione del contratto e consequenziali saranno a totale ed esclusivo carico del fornitore inadempiente.

Panificio Palumbo - Cisternino

Art. 17 PENALITÀ
Qualora si verificasse un ritardo nella consegna rispetto al termine fissato, il fornitore è soggetto ad una penale pecuniaria dell’1% rispetto all’importo contrattuale, per ogni giorno di ritardo.

Art. 18 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
E’ facoltà dell’Amministrazione risolvere il contratto nelle seguenti ipotesi:
Comune di Cisternino
Provincia di Brindisi
Progetto di Miglioramento della fruizione delle aree pedonali del centro storico
con fornitura di arredo urbano – Capitolato speciale d’oneri

a) qualora accerti che i comportamenti del contraente concretino grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali, tale da compromettere l’esatta esecuzione della prestazione dovuta. In questo caso il Comune formulerà la contestazione degli addebiti al contraente, assegnando un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle proprie controdeduzioni. Acquisite e
se valutate negativamente, ovvero scaduto il termine senza che il contraente abbia risposto, il Comune disporrà la risoluzione del contratto incamerando la cauzione definitiva, salvo l’ulteriore risarcimento del danno.
b) qualora il contraente ritardi negligentemente l’esecuzione della fornitura. Più specificamente, il Comune intimerà per iscritto al contraente di adempiere entro un termine, che salvo i casi di urgenza, non potrà essere inferiore a dieci giorni, decorrenti dal giorno di ricevimento della comunicazione.
Scaduto il termine assegnato, qualora l’inadempimento permanga, il Comune potrà procedere alla risoluzione del contratto incamerando la cauzione definitiva, salvo l’ulteriore risarcimento del danno.

El Gringo Saloon a Cisternino

Art. 19 RECESSO UNILATERALE DAL CONTRATTO
È facoltà dell’Amministrazione recedere in qualunque momento dal contratto previo pagamento della fornitura eseguita oltre al decimo dell’importo della fornitura non eseguito calcolato sui quattro quinti dell’importo di aggiudicazione. L’esercizio del diritto di recesso è preceduto da formale comunicazione al contraente, da darsi con un preavviso non inferiore a venti giorni, decorsi i quali il Comune, dopo aver verificato la fornitura eseguita, liquiderà al contraente quanto dovuto.
Art. 20 STEMMA
Ciascun arredo deve essere contrassegnato in modo visibile con lo stemma del Comune di Cisternino.
Art. 21 RISPETTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA
È fatto obbligo alla ditta fornitrice di uniformarsi rigorosamente alle leggi e regolamenti sulle assicurazioni sociali a favore degli operai, sugli infortuni sul lavoro e in genere a tutta la legislazione e i regolamenti vigenti in materia di lavoro, di igiene e previdenza sociale, comprese le disposizioni di leggi relative all’assunzione obbligatoria degli invalidi.

History Vignola Cisternino

Art. 22 DANNI A TERZI E RESPONSABILITÀ
L’appaltatore sarà l’immediato ed unico responsabile della esecuzione dell’appalto e sarà tenuto al risarcimento dei danni che per fatto proprio o dei propri dipendenti e/o collaboratori (subappaltatori, etc.) potessero, in dipendenza della fornitura appaltata, avvenire a persone, animali o a cose, sia di proprietà del committente che di terzi.

Art. 23 FORO COMPETENTE
Per ogni eventuale controversia inerente o comunque relativa al presente appalto sarà competente in via esclusiva il Foro di Brindisi.

Osteria La Valle Cisternino. Pranzo della Domenica. La vostra Estate 2019 con Noi

Osteria La Valle Cisternino. Pranzo della Domenica. La vostra Estate 2019 con Noi

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article