PIZZUTOLI PRODUCTION CISTERNINO. SPECIALISTI DEL LEGNO

Cisternino Notizie in Valle d'Itria

EL GRINGO a CISTERNINO. Il GUSTO SEMPRE

 RILEGNO CONTEST 2020

Rilegno Contest anche a Cisternino. Il Legno per il Biologico

Rilegno Contest. Immaginare il nuovo contenitore di legno per il biologico

Rilegno ha lanciato un nuovo concorso rivolto a professionisti del design, architetti, progettisti, studenti o appassionati.

riciclo legno

Rilegno e riciclo cassetta legnoLa cassetta di frutta, quella del mercato sotto casa, è pronta ad avere una nuova vita. La sfida è quella di ripensare la cassetta di legno per ripensare il modo in cui ci relazioniamo con il mondo: perchè l’economia circolare parte dai materiali di cui ci circondiamo.

Verranno selezionati i progetti che prevedono l’uso e il riuso del legno e ne valorizzino le potenzialità, per realizzare oggetti sostenibili e riproducibili su scala industriale. Il progetto vincitore riceverà 10.000 euro, e sono previsti riconoscimenti anche per il secondo e terzo classificato.

Rilegno Contest anche a Cisternino. Il Legno per il Biologico

L’economia circolare passa anche dai materiali che utilizziamo.
Come possiamo usare il legno per realizzare nuove soluzioni progettuali per contenere e trasportare il biologico?

ecomondoIn occasione di Ecomondo, Rilegno lancia un concorso di idee per ripensare la cassetta di legno quale nuovo imballaggio per i prodotti biologici all’insegna del motto “la natura trasporta la natura”.

riciclo cassette di legnoLa sfida è quella di reinventare la cassetta di legno per ideare un nuovo contenitore per i prodotti biologici, ripensando il rapporto tra oggetto fisico, beni di consumo in esso contenuti, relazione con la filiera commerciale (dalla logistica al punto vendita) e rapporto con il consumatore.

La cassetta di legno, quella che vediamo al mercato piuttosto che nel negozio sotto casa, è un oggetto apparentemente comune, ma che racchiude un mondo di valori economici, culturali e sociali.

Un imballaggio che è metafora fisica di un processo: riciclo, economia circolare, utilizzo delle materie prime naturali.

Le cassette di legno rappresentano, infatti, un imballaggio sostenibile e green in grado di garantire una reale economia circolare. In Italia se ne producono ogni anno circa 450milioni, destinate in gran parte al settore ortofrutticolo, perché il legno per sua natura è un materiale adatto al contatto alimentare:

Assoimballaggil - Rilegno

alcuni studi, promossi da Assoimballaggi e Rilegno, evidenziano come le cassette in legno risultano avere il più basso impatto ambientale dal punto di vista emissivo (gas ad effetto serra, eutrofizzazione, acidificazione, rilascio di smog fotochimico) e dell’ecotossicità.

PIOPPICOLTURAA monte della filiera delle cassette in legno vi è la pioppicoltura che, oltre ad essere una fonte di approvvigionamento di legno, svolge importanti funzioni paesaggistiche e ambientali, mentre a fine vita le cassette entrano nel sistema di raccolta e riciclo degli imballaggi in legno gestito da Rilegno, diventando nuova materia prima.

Il contest promosso da Rilegno è aperto a tutti, e in particolare rivolto a studenti e professionisti del design e dell’architettura, di età non inferiore ai 18 anni e con la possibilità di partecipare in gruppo.

2 marzo 2020

Sarà possibile candidare i progetti fino al 2 marzo 2020 attraverso il sito www.contest.rilegno.org.

Una giuria di qualità selezionerà i lavori più interessanti in base all’originalità, ai valori simbolici del progetto, alla fattibilità tecnica ed economica e alla riproducibilità su scala industriale.

Al primo classificato andrà un riconoscimento in denaro pari a 10.000 Euro, premi anche al secondo e terzo classificato, così come ai progetti meglio comunicati su Instagram (#rilegnocontest).

L’iniziativa si concluderà con la premiazione dei vincitori durante la Milano Design Week 2020.

INSTAGRAM

Questo contest legato al design e alla creatività è un progetto pensato per valorizzare il legno, gli imballaggi in legno e l’impegno per un futuro sostenibile, dichiara Nicola Semeraro, Presidente di Rilegno.

Un progetto che richiede una visione sull’imballaggio del futuro per il biologico, perché siamo tutti chiamati a prendere consapevolezza su come affrontare il tema ambientale e il corretto utilizzo delle risorse. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che un contenitore realizzato con materiale 100% naturale è una scelta sostenibile, igienica e sicura, soprattutto per il consumatore. Il legno è per sua natura il vero imballaggio green, è la natura che trasporta la natura. E, grazie al lavoro di Rilegno, le cassette, così come gli altri imballaggi, vengono recuperate e il legno torna a nuova vita in un’ottica di vera economia circolare.

NICOLA SEMERARO presidente RILEGNO

Con questo concorso, conclude Semeraro, ci rivolgiamo in particolare ai giovani perché siamo convinti che da loro e dallo loro rinnovata attenzione ai temi della sostenibilità e dell’ambiente possano venire le idee migliori.

Concorso Rilegno Contest 20192020: il BANDO

RILEGNO CONTEST 2020PREMESSA
Rilegno è il Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo degli
imballaggi di legno che nasce a tutela dell’ambiente e si occupa della materia
prima naturalmente sostenibile per eccellenza, il legno, razionalizandone e
ottimizandone il ciclo di vita e il riuso.
Rilegno Contest è un concorso internazionale di design e creatività ideato e
promosso da Rilegno per valorizzare e promuovere l’utilizzo del legno e sughero
riciclato o recuperato, nel design e nell’arredamento e nell’imballaggio.
Il concorso, nato nel 2006, si propone di sostenere la ricerca sull’innovazione e
favorire l’incontro della sostenibilità ambientale con l’industria e il mondo del
design.
OGGETTO E FINALITA’ DEL CONCORSO
Il concorso, aperto a tutti, e in particolare rivolto a studenti e professionisti del
design e dell’architettura, ha per oggetto la selezione di idee che prevedano
l’uso e il riuso del legno e ne valorizzano le potenzialità per realizzare oggetti
che siano sostenibili e riproducibili su scala industriale. L’obiettivo del concorso
è quello di progettare un nuovo contenitore in legno per prodotti biologici.
TEMA
Immaginare il nuovo contenitore di legno per il biologico, ripensando
completamente il rapporto tra oggetto fisico, beni di consumo in esso
contenuti, relazione con la filiera commerciale (dalla logistica al punto di
vendita) e rapporto con il consumatore.
Un contenitore di legno, che da strumento di trasporto diventa espositore e
sistema significante rispetto a una serie di valori simbolici (valori ambientali,
mangiare sano, rispetto della natura e degli elementi naturali).
Parole chiave per lo sviluppo del tema sono:
Biologico
Materiali naturali
Economia circolare
Sistema modulare
High tech / low tech
MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Ai fini della partecipazione al presente concorso, i concorrenti dovranno:
Inviare i materiali di presentazione dei progetti (vedi voce ‘materiali di
presentazione progetti’) attraverso il form presente nella sezione partecipa del
sito contest.rilegno.org in cui si auto-certificherà la titolarità del progetto, la sua
originalità, che esso (e/o le sue singole parti) non è stato mai prodotto né
pubblicato, che non viola direttamente o indirettamente alcun diritto di terzi,
che esso e/o i supporti utilizzati non violano norme penalmente rilevanti, e si
dichiarerà di accettare il bando in ogni sua parte e l’insindacabilità delle
decisioni della giuria.
Pubblicare il progetto su Instagram (album carousel con massimo 10
immagini e/o video) utilizzando l’hashtag del progetto #rilegnocontest e
taggando l’account @rilegno.
Ogni partecipante, in qualità di singolo o di gruppo, potrà presentare un solo ed
unico progetto. Non sarà quindi ammesso che un candidato, singolo o gruppo,
presenti due progetti. Nel caso di partecipazione in gruppo, sarà necessaria la
designazione di un capogruppo che dovrà compilare il form inserendo i propri
dati. Sarà inoltre necessario allegare una copia fotostatica di un idoneo
documento di identità in corso di validità.
La pubblicazione dell’album su Instagram dovrà avvenire sull’account personale
del partecipante singolo o sull’account personale del capogruppo nominato.
Per permettere la visualizzazione dell’album, le impostazioni di privacy
dovranno essere impostate su Account pubblico.
La partecipazione al concorso sarà confermata solamente cliccando sul bottone
“PARTECIPA” e attestata dalla mail che avrà come oggetto“ Rilegno Contest –
Grazie per aver partecipato” inviata automaticamente dal sistema.
MATERIALI DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI
Per la validità della partecipazione, ogni concorrente dovrà produrre il seguente
elaborato progettuale:
::: un file .pdf contenente massimo 5 tavole formato A3 orizzontale (mm
420×297, limite max 10 MB), con:
1 e/o 2 tavole per rappresentare l’idea/concept di progetto (storytelling del
progetto).
1 e/o 2 tavole con disegni tecnici quotati della proposta, render (o fotografia) del
prototipo e del sistema modulare delle cassette inserite nel contesto.
1 tavola descrittiva composta un testo esplicativo del progetto e immagini o
qualunque altro elaborato grafico (fotografie, render, infografiche, etc..) che
illustri l’aderenza al tema di concorso e alle sue finalità, le caratteristiche del
prodotto, economicità e funzionalità della proposta.
Album Instagram (vedi modalità di partecipazione).
I progetti dovranno essere inviati entro la data di chiusura del bando, prevista
al 2 MARZO 2020 (ore 23:59 GMT +01).
CAUSE DI ESCLUSIONE
Verranno esclusi dal concorso: i progetti che dovessero risultare privi anche di
una sola delle caratteristiche indicate in oggetto; i progetti incompleti,
mancanti di parte degli elaborati e documenti previsti.
I concorrenti saranno, altresì, esclusi: se hanno presentato gli elaborati richiesti
dal Bando in ritardo sulle scadenze indicate; se le condizioni e limitazioni
imposte e accettate non vengono rispettate; altri motivi previsti per legge.
Il solo invio non costituisce attività di utilizzazione del progetto, di offerta al
pubblico, di commercializzazione né altro tipo di attività interferente con
eventuali diritti di terzi.
VALUTAZIONE DELLE OPERE PARTECIPANTI
La Commissione Giudicatrice, composta da imprenditori, architetti,
rappresentanti aziendali, docenti universitari, selezionerà i lavori più interessanti
secondo i criteri di:
Originalità del progetto
Riproducibilità dello stesso su scala industriale
Compatibilità ambientale per caratteristiche e processi di lavorazione
Fattibilità economica e tecnologica del progetto
L’esito del concorso sarà comunicato ai partecipanti selezionati entro 30 giorni
dalla chiusura dei lavori della giuria.
Rilegno Contest by Cisternino Notizie

TEMPI E SCADENZE
6 novembre 2019 apertura bando
2 marzo 2020 termine ultimo di consegna elaborati
30 marzo 2020 conclusione della valutazione giuria
Premiazione: Milano Design Week 2020 (2126 aprile 2020)
PREMI
Al primo classificato verrà corrisposto un riconoscimento in denaro pari a
10.000 Euro, onnicomprensivo di tutti gli oneri fiscali e previdenziali.
Il secondo e terzo classificato riceveranno rispettivamente 4.000 Euro e 2.000
Euro, secondo il giudizio della giuria.
Verranno inoltre corrisposti dei premi ‘Rilegno social’ a chi meglio comunicherà
su Instagram il proprio progetto: 2.000 Euro per il primo classificato, e 1.000
Euro per il secondo.
L’organizzatore, inoltre, si riserva la possibilità di mettere in produzione anche
alcuni dei progetti che saranno selezionati dalla giuria tecnica ed
eventualmente riconoscere agli autori royalties sulle relative vendite. I progetti
selezionati dall’organizzatore, ritenuti i più interessanti, saranno menzionati in
un comunicato stampa inoltrato alle più importanti riviste internazionali di
architettura e design, a giornalisti e a molteplici canali informativi.
PROPRIETÀ E USO DELLE PROPOSTE PRESENTATE
Fatti salvi i diritti sulla proprietà intellettuale, i progetti partecipanti al concorso
di idee sono acquisiti in proprietà dall’Organizzatore. Qualora l’organizzatore
non comunichi entro 12 mesi l’intenzione di mettere in produzione le idee, il
proprietario intellettuale è libero di poter mettere in produzione le idee senza
nulla dovere all’organizzatore del concorso.
I candidati garantiscono che né i progetti, né il loro utilizzo violano o violeranno
brevetti, diritti di proprietà intellettuale o di privativa industriale appartenenti a
terzi. Qualora venga promossa, in sede giudiziaria o stragiudiziale, nei confronti
di dell’organizzatore, un’azione in cui si affermi che il progetto viola in parte o in
tutto brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale o di privativa industriale
appartenenti a terzi, l’organizzatore si riserva il diritto di rivalersi sul candidato
per il risarcimento del danno subito.
È facoltà dell’Organizzatore utilizzare i lavori presentati dai candidati per motivi
comunicativi legati alla promozione del concorso medesimo o ad altri elementi
di promozione, quali: mostre, eventi, siti internet, fiere, ecc. Nulla sarà dovuto
agli autori dei progetti presentati per l’esposizione pubblica e l’eventuale
pubblicazione dei loro progetti da parte dell’organizzatore.
TUTELA DEI DATI PERSONALI E ACCETTAZIONE BANDO
La partecipazione al Concorso presuppone la totale accettazione del presente
bando. In relazione al Reg. Ue 2016/679, riguardante la tutela dei dati personali, i
partecipanti autorizzano Rilegno al trattamento dei dati personali ai fini della
gestione del concorso stesso e accettano implicitamente le norme del presente
regolamento. I dati saranno conservati per il periodo di tempo necessario al
raggiungimento della finalità e saranno trattati da soggetti autorizzati da
Rilegno.
Per ulteriori informazioni o chiarimenti contattare: contest@rilegno.org

NICOLA SEMERARO: CHI È

NICOLA SEMERARO (RILEGNO) PENSIEROLa nomina a Presidente del Consorzio Rilegno gli è stata ratificata nel CdA del 29 settembre 2015 quando, Nicola Semeraro, prese il posto di Fausto Crema, figura storica di riferimento dello stesso Consorzio.

Nicola Semeraro, direttore della Matera Imballaggi è – da allora – alla guida del Consorzio Rilegno.
Semeraro, già Vice Presidente di Rilegno, è da anni nel mondo della produzione e riparazione degli imballaggi di legno. È infatti dal 1990 il direttore della Matera Imballaggi, impresa attiva nella riparazione e condizionamento ai fini del riutilizzo dei pallet, gli imballaggi terziari per l’industria di marca, la logistica e la grande distribuzione. Presente da anni nel Gruppo Prevenzione Conai, che coinvolge imprese e consorzi per la valutazione dei progetti legati alla prevenzione dei rifiuti di imballaggi, Nicola Semeraro riveste anche il ruolo di consigliere di Amministrazione in Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) ed è Consigliere in Assoimballaggi.

PIZZUTOLI PRODUCTION Cisternino MESTIERI d'ARTE in VALLE d'ITRIA

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article