SECURITY VIGILANZA CISTERNINO CONTROLLO CONTINUO del TERRITORIO

Cisternino Notizie Politica Cittadina

Lo Strillone a Cisternino Edicola Cartolibreria Servizi

Cisternino e furti. Allarmismo sul territorio. Cosa sta succedendo?

Cisternino e furti. Allarmismo sul territorio. Cosa sta succedendo?

Cisternino: arrestato un senegalese per violenza sessuale e una denuncia per detenzione illegale di munizioni 

Azione dei Carabinieri sul territorio ma, nel frattempo, le segnalazioni di furti sul territorio si intensificano così come la paura di moltissimi cittadini cistranesi e della Valle d’Itria

ARTICOLO AGGIORNATO 13 DICEMBRE 2019

EMERGENZA SICUREZZA IN VALLE D'ITRIA

Cisternino e furti. Allarmismo sul territorio. Cosa sta succedendo?

Un nostro resoconto riepilogativo sugli accadimenti che, per quel che concerne l’ordine pubblico cittadino e territoriale, sta caratterizzando negativamente la cronaca cittadina cistranese ma, più in generale, anche quella dell’intero territorio della Valle d’Itria. Quindi, cominceremo dalle note che hanno contraddistinto, in particolare dalla fine della scorsa settimana fino ad oggi 13 Dicembre 2019.

FASANO e CISTERNINO Carabinieri Compagnia Fasano - CN&TI Carabinieri della Compagnia di Fasano hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella città di Cisternino, con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni: una persona è stata denunciata per detenzione illegale di munizioni e, ancora, arrestato un 40enne di origine senegalese residente a Martina Franca che dovrà scontare cinque anni di carcere a seguito della condanna per una violenza sessuale, turpe reato  commesso nella città di Pescara nel gennaio 2015.

Auto Zizzi Cisternino è Fiat

Carabinieri Cisternino controlli notturniNel complesso, i militari hanno effettuato 13 perquisizioni, controllato 36 auto, identificato 64 persone di cui 14 di particolare interesse operativo. Otto, invece, i soggetti monitorati sottoposti a misure cautelari e di prevenzione. Sono, inoltre, state elevate 8 contravvenzioni al Codice della Strada, privilegiando quelle violazioni che concretizzano pericolo per l’incolumità pubblica per la somma complessiva di 1.517 euroIl servizio attuato ha anche interessato l’area periferica nonché le contrade rurali della nostra cittadina.

Cisternino frazione e maggiori contrade 

CISTERNINO NOTIZIE - ARRESTO SENEGNell’ambito delle attività i militari hanno rintracciato in contrada Colucci e tratto in arresto un 40enne di origine senegalese residente a Martina Franca (TA), regolare sul territorio nazionale, poiché colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di PescaraUfficio Esecuzioni Penali, dovendo scontare la pena di 5 anni per il reato di violenza sessuale, commesso il 10 gennaio 2015 in Pescara. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

SIAL SERRAMENTI FASANO. Soluzioni di comodità e bellezzaproiettili calibro 7.65

La persona denunciata per detenzione illegale di munizioni, è stata trovata in possesso di 39 proiettili calibro 7.65, mai denunciati all’Autorità preposta, custoditi in una cassaforte, sottoposti a sequestro. Nel medesimo contesto, i militari hanno provveduto al ritiro cautelativo delle restanti armi e munizioni legalmente detenute. 

Security Istituto di Vigilanza a Cisternino e Territorio. Auguri di Buon Natale

Dunque, presenza ed azione di controllo dei Carabinieri sul territorio ma, nel frattempo, le segnalazioni di furti sul territorio si intensificano sempre più. E, tra i cittadini residenti, la psicosi di questi continui atti delinquenziali, in paese e, soprattutto, nelle zone rurali e anche con gli stessi residenti presenti in casa, sta suscitando forti preoccupazioni espresse, in non pochi casi, con il diffondersi – su alcuni social/messaggerie telefoniche – di filmati e/o foto dei delinquenti in azione, immagini ricavate dalle telecamere di impianti d’allarme posizionate a difesa di alcune abitazioni.

delinquenti in azione sul nostro territorio

Una rescrudescenza di episodi preoccupante  che aveva già suscitato l’attenzione, anche con un intervento scritto al Ministero degli Interni, del consigliere regionale locorotondese/martinese Donato Pentassuglia (Pd).

CISTERNINO & SICUREZZA ancora episodi delinquenziali sul Territorio

Lo stesso, già nel luglio di questo 2019 (cliccare sulla scritta in maiuscolo per visionare la Notizia sul nostro link >>> CISTERNINO & SICUREZZA: ANCORA EPISODI DELINQUENZIALI SUL TERRITORIO <<<), aveva manifestato le preoccupazioni dei cittadini residenti in Valle d’Itria e, allo stesso tempo, suggerito delle trasformazioni sostanziali, a livello territoriale, dell’organizzazione delle forze dell’ordine.

In particolare con la ventilata ipotesi di una Compagnia Carabinieri specifica della Valle d’Itria, strumento più consono per azioni d’intervento più vicine al territorio (oggi la compagnia carabinieri martinese ha pertinenza in aree ben distanti dalla sua sede).

Carabinieri Martina Franca

Tommaso Scatigna sindaco LocorotondoSegnalazioni di episodi e di forte apprensione che, tra l’altro, era stato espresso, nel novembre scorso, al Prefetto di Bari – a seguito di un furto in una scuola locorotondese – l‘Istituto Comprensivo StataleMarconi–Oliva” – dal sindaco della cittadina, Tommaso Scatigna, con la seguente lettera: 

Illustrissimo Prefetto,

con la presente desidero richiamare alla Sua attenzione alcune segnalazioni relative all’incresciosa ondata di paura e insicurezza che si respira nel Comune che amministro.

Come Primo Cittadino sento il dovere di rivolgermi a Lei perché il Comune di Locorotondo sta vivendo una delle pagine più drammatiche della sua storia, è continuamente esposto a numerosi episodi di micro criminalità che si stanno susseguendo drammaticamente, lasciando in me e nei miei concittadini una forte sensazione di insicurezza. Molti cittadini, soprattutto le persone anziane e sole, temono di essere bersaglio facile di questi malfattori.

Motivo della presente però non e quello di elencarLe i furti in appartamento, alcuni di questi con gente in casa che dormiva (tra questi anche bambini!). bensì raccontarla il risveglio drammatico del mio paese oggi martedì 19 novembre, il furto presso l’Istituto Comprensivo Statale “Marconi – Oliva” – plesso “Oliva” dove hanno portato via numerosi PC e tablet, tutto ciò non lo accetto! Violare la “casa” della formazione dei nostri piccoli cittadini e inaccettabile’.

Locorotondo scula media Oliva Ho sempre apprezzato e continuo ad apprezzare il grande sforzo delle Forze dell’Ordine che fanno il possibile, come ho apprezzato il loro sacrificio alle mie continue richieste di maggiori controlli nonostante fossero sotto organico c con un territorio molto vasto soprattutto nella zona dell’agro Tuttavia oggi però, si rende necessario e non più prorogabile il potenziamento di strumenti e risorse, essendo del tutto evidente che uomini e mezzi, sono assolutamente insufficienti. Si rende necessario far fronte ad un fenomeno clic ha assunto una dimensione preoccupante e mette in pericolo la sicurezza della nostra Comunità. Credo sia evidente la necessità di ciascuno di noi. chiamato con uguale determinazione ed impegno a fare la sua parte, nella convinzione che la lotta alla criminalità richieda la partecipazione attiva e celere di tutti gli attori istituzionali. Faccio presente altresì che Locorotondo ha una nuova e capiente Caserma per la locale Stazione di Comando dei Carabinieri che non può e non deve restare chiusa durante le ore notturne, come succede adesso.

La Pignatta Trattoria Gustoteca Pizzeria a Locorotondo

Nel ringrazinrLa per l’attenzione che vorrà porgere al fine di definire e coordinare quanto prima gli interventi finalizzati a contrastare quanto sopra e a garantire la sicurezza ai miei concittadini, evitando che si creino ulteriori condizioni di tensione. Le chiedo di essere ricevuto ed ascoltato con urgenza

Security Istituto di Vigilanza a Cisternino e Territorio. La vostra Sicurezza

Una serie di episodi simili, anche, dalle non poche notizie a noi giunte direttamente dalla SECURITY VIGILANZA s.a.s. di Cofano S.&C., Istituto di Vigilanza privata, in Valle d’Itria e Territorio, unico Istituto di Sicurezza con agenti privati che ha sede centrale a Cisternino. Un non rassicurante resoconto dei loro continui interventi, la quasi la totalità in orari notturni, atti a difendere la legittima proprietà privata a Cisternino (in un territorio che può sembrare piccolo ma che poi, così piccolo non è), in Valle d’itria e nelle altre zone di loro competenza. Un servizio che, se più opportunamente fornito con una stretta collaborazione con le forze di polizia, potrebbe essere più che utile a fornire una maggiore e proficua azione di controllo territoriale.

SECURITY VIGILANZA CISTERNINO & TERRITORIO. IL BELLO DELLA SICUREZZA

E, a proposito di segnalazioni, queste sono giunte anche a noi di Cisternino Notizie tramite messaggi inviatoci privatamente; parole e pensieri in cui si coglie, in maniera lampante, una tensione dei residenti  che è divenuta alquanto pressante e chiara: uno stato di autentica paura che abbisogna di soluzioni, concrete ed immediate, da parte di chi è preposto all’ordine pubblico sul territorio. E, ad esempio, pubblichiamo un messaggio inviatoci che, in maniera lampante, ne è la dimostrazione più tangibile:

CISTERNINO LE RICHIESTE DEI CITTADIN

PAURAVogliamo più sicurezza e vigilanza nelle campagne. Qui siamo tutti preoccupati. Non ce la facciamo più.

I delinquenti stanno facendo piazza pulita nei vicinati e nelle zone limitrofe. Siamo stanchi. Non se ne può proprio più.

Non stiamo più tranquilli. Già dalle prime ore della sera, fino a tarda ora, sentiamo cani che abbaiano, serene di allarmi che suonano…
Vogliamo un po’ di serenità e tranquillità.

malvivente in azione sul territorio

Quando, bando alle ciance e ai proclami di ordinaria amministrazione, si darà un po’ di tranquillità ai cittadini tutti e si ristabilirà un corretto controllo sul nostro territorio comunale – ma non solo quello -, con azioni di pattugliamento? Magari, sarebbe auspicabile, anche con auto civetta delle forze dell’ordine e non solo con posti di blocco che poi, praticamente, non riescono ad arginare un problema di grandissima importanza per la/e comunità…

Ladri in azione sul territorio

Luca Convertini sindaco di Cisternino... FIRMADel caso, a seguito delle tanto diffuse segnalazioni/proteste di nostri concittadini, se ne è occupato anche il sindaco di Cisternino, Luca Convertini che in questi giorni ha inviato una lettera, che di seguito pubblichiamo integralmente, ai prefetti di Bari, Brindisi e Taranto:

Lettera ai Prefetti di Bari, Brindisi e Taranto

Illustrissimi Prefetti,

a seguito delle tante segnalazioni da parte dei cittadini sui furti in abitazione che si stanno verificando nel territorio comunale, evidenziandone un vertiginoso aumento nelle ultime settimane, con La presente, intendo richiamare la Vostra attenzione sul fenomeno, chiedendo interventi tempestivi e incisivi.

Mi preme far presente che la grave escalation degli episodi, oltre a interessare direttamente la comunità che rappresento, sta imperversando l’intero territorio della Valla d’Itria ricadente nei comuni di Locorotondo, Martina Franca, Ostuni e Fasano, così da coinvolgere le province di Brindisi, Bari e Taranto.

Auspico, pertanto, un’azione coordinata affinché si adottino le misure necessarie a restituire alla nostra, e all’intera comunità della Valle d’Itria, apprezzabili livelli di sicurezza.

Per fronteggiare questo fenomeno, che sta assumendo dimensioni preoccupanti, turbando, non sola la serenità di tutti i cittadini, ma anche quella dei tanti villeggianti con un danno d’immagine ed economico, è necessario che si proceda al coordinamento delle forze dell’ordine e al conseguente potenziamento di risorse e mezzi, al fine di garantire un capillare controllo del territorio.

Sicuro di una Vostra sollecita azione e in attesa di essere informato circa l’adozione delle iniziative ritenute opportune, Vi saluto cordialmente.

                                                                                                           Il Sindaco

                                                                                                  Dott. Luca Convertini

E, proprio quando le incursioni delinquenziali sono continuate nelle campagne cistranesi delle contrade Caranna, CarperiRestano, Madonna del SoccorsoTanzarellaCalongo ecc. – nonostante alcuni interventi di maggiore controllo territoriali – il consigliere regionale locorotondese/martinese del PdDonato Pentassugliaritorna ad incalzare e richiedere, al Ministro degli Interni, una diversa gestione delle forze dell’ordine in Valle d’Itria.

EMERGENZA SICUREZZA IN VALLE D'ITRIA

Perchè, ogni giorno che passa, in Valle d’Itria il problema diventa sempre più urgente e, la gente, ha bisogno di certezze sulla questione sicurezza. La stessa Valle è caratterizzata da un territorio che, oltre ad essere alquanto esteso è, a livello amministrativo-burocratico, formato da tre province. Tre zone che, di conseguenza, sono controllate e suddivise da tre diverse organizzazioni delle forze dell’ordine operanti. Una problematica che, soprattutto in questi ultimi mesi, la popolazione – in particolare quelle residenti nelle zone rurali –  soffre ancora di più a causa delle Luciana Lamorgese Ministro degli Interni e Donato Pentassuglia consigliere regionale Pugliacontinue incursioni delinquenziali. Quindi, il consigliere Pentassuglia ha nuovamente inviato –  sul finire dello scorso mese di novembre – una lettera al Ministro Luciana Lamorgese, una missiva per avere delle risposte certe e, ancora, un incontro con i sindaci della Valle d’Itria. Con la speranza di ricevere, dal Viminale, una risposta positiva che, ai tempi di Salvini ministro, non era invece arrivata.

Nella sua lettera, Pentassuglia ha scritto:

Spaccio di stupefacenti e furti stanno determinando gravi rischi per la comunità e lo scarso controllo potrebbe determinare un forte appeal a delinquere da parte di gruppi organizzati che vengono da altri territori. L’esigenza che raccolgo da attori Valle d'Itria Territorio & Dintorni

sociali e economici rappresentanti un territorio interprovinciale, il quale abbraccia i capoluoghi di provincia di Taranto, Brindisi e Bari, ed il territorio intercomunale di Martina Franca e che include contrade densamente abitate tutto l’anno, ricadenti negli agri dei comuni di Locorotondo, Alberobello e Noci per la provincia di Bari, di Cisternino, Ceglie e Ostuni per la provincia di Brindisi“. Una polazione che, giustamente, esige una necessità concreta di coordinamento delle Forze di Polizia utili al controllo del territorio e delle diverse attività presenti in quanto, le stesse pattuglie, risultano fortemente carenti nel loro numero rispetto alla enorme vastità del territorio e alle esigenze effettive.

La Pignatta Trattoria Gustoteca Pizzeria a Locorotondo Auguri Natalizi

Continuando il consigliere regionale della Valle d’Itria chiede, al Ministro responsabile agli Interni, la possibilità di un coordinamento/progettualità che possa Martina Franca - commissariato Poliziaessere utile, fattivamente, al controllo e repressione dei fenomeni per le Forze dell’Ordine operanti nelle tre province interessate. Assieme a Lei noi vorremmo condividere una nuova forte azione sistemica di controllo e di competenze territoriali che ruotino attorno ad un progetto moderno proiettato verso il futuro in termini di sicurezza  e sotto il controllo del Commissariato di Martina Franca.

Pentassuglia, concludendo, ha scritto: È infatti paradossale far partire pattuglie da Martina Franca per controllare Comuni ubicati a 3040 chilometri di distanza e non avere invece una opportuna competenza e rilevanza per i Comuni della Valle d’Itria stessa, i quali, al contrario, distano tra loro appena 910 chilometri.

Sicurezza in Valle d'Itria. Articolo Gazzetta del Mezzogiorno 10 dicembre 2019

Nel frattempo le famiglie residenti nell’agro cistranese (ma non solo), continuano ad essere più che preoccupate di questa escalation delinquenziale che, ogni giorno di più, sembra farsi più incalzante…

Cisternino e furti. Allarmismo sul territorio. Cosa sta succedendo?

Lunedì 16 Dicembre, a partire dalle ore 18:30 presso l’Aula Consiliare del Comune di

Umberto Guidato Prefetto di Brindisi

Umberto Guidato Prefetto di Brindisi

Cisternino, un incontro, alla presenza del prefetto di Brindisi, Umberto Guidato, del comandante della Compagnia Carabinieri di Fasano Capitano Daniele Boaglio, del Dirigente del Commissariato di Polizia ad Ostuni, Gianni Albano e del luogotenente Lucio Argentieri, comandante della stazione Carabinieri di Cisternino, si parlerà proprio dell’escalation delinquenziale che sta colpendo l’intera Valle d’Itria e, più in particolare, la nostra cittadina.

CISTERNINO LA SICUREZZA DEI CITTADINI E DEL TERRITORIO Lunedì 16 Dicembre

Security Vigilanza Cisternino. Sicurezza SEMPRE

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article