SECURITY VIGILANZA CISTERNINO TERRITORIALE e VALLE d'ITRIA AUGURI NATALIZI

CisterninoNotizie.com 2019

SIAL SERRAMENTI FASANO. Soluzioni di comodità e bellezza

Cisternino: escalation di furti e riunione indetta dal sindaco con pochi spunti. Opportunità Civica si scaglia contro Convertini. 

Duro anche il commento dell’ex vicesindaco Vito Zizzi (Pd):
SICUREZZA A CISTERNINO: L’ENNESIMA CIAMBELLA SENZA BUCO

CISTERNINO LA SICUREZZA DEI CITTADINI E DEL TERRITORIO Lunedì 16 Dicembre

Opportunità Civica CisterninoOpportunità Civica Cisternino, movimento di opposizione extraconsiliare, analizza la riunione sul tema sicurezza che si è tenuta in municipio al fine di contrastare l’escalation di episodi criminosi e di furti nel territorio e che ha visto, purtroppo, numerose assenze tra le fila degli invitati.

Di seguito il comunicato del movimento:

CISTERNINO LA SICUREZZA DEI CITTADINI E DEL TERRITORIO Lunedì 16 Dicembre“Nella serata di lunedì 16 Dicembre, l’Amministrazione Comunale di Cisternino ha incontrato i cittadini per un confronto sulla sicurezza del territorio, in seguito all’escalation delle ultime settimane di furti nelle abitazioni.

• Presenti il Sindaco Convertini e il Comandante della Polizia Locale, assenti il Prefetto di Brindisi, il Dirigente della Polizia di Ostuni e il Comandante della Stazione Carabinieri di Cisternino, personalità in un primo tempo annunciate e che avrebbero certamente arricchito l’incontro, le risposte fornite sono state inaccettabili e insufficienti, e fornite soprattutto da un primo cittadino piuttosto svogliato, che ha lasciato intendere di essere stato quasi costretto a organizzare tale incontro.

• In merito a una questione così delicata, l’assunto è stato, in certo qual modo, sempre il solito, con una velata tendenza quasi a scaricare le responsabilità altrove, finanche sui cittadini, bollando come inutili telecamere e punti luce, quasi invocando tacitamente la rassegnazione.

• Insomma, è stato detto a noi tutti che la piaga dei furti è e sarà qualcosa con cui dover convivere, come se il rischio di essere derubati e di dover vivere prigionieri nelle proprie case debba, a breve, diventare parte integrante del folklore locale.

• Il primo cittadino, inoltre, ha più volte tentato di sviare l’argomento, ora gettando la croce addosso alle abitazioni abusive o all’impossibilità di implementare l’illuminazione pubblica laddove necessario, ora ascrivendo l’aumento delle attività criminali all’accresciuta ricchezza di Cisternino dovuta all’incremento turistico degli ultimi anni, ora invocando soluzioni suppletive come gli istituiti di vigilanza privati. Considerazioni spesso oggettivamente irricevibili e stucchevoli.

• Molti dei problemi relativi alla sicurezza, come tutti sappiamo, sono da ascrivere all’innegabile carenza di Forze dell’ordine a fronte di un territorio assai vasto e difficilmente controllabile nella sua totalità per 24 ore al giorno. Ma da parte di colui che detiene compiti di vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l’ordine pubblico le risposte sono state inaccettabili, con un atteggiamento talvolta irriverente teso a denotare una certa “allergia” alle giuste domande dei cittadini, i quali sono legittimamente rimasti delusi da un incontro che, purtroppo, non ha fornito nemmeno rassicurazioni. In tal senso, un confronto con gli annunciati esponenti delle Forze dell’Ordine e col Prefetto sarebbe stato probabilmente più utile ed efficace.

• L’emergenza furti è qualcosa di estremamente serio, e sta generando una paura diffusa tra la popolazione, un senso di insicurezza e vulnerabilità mai avvertito prima d’ora a Cisternino con questa entità. L’auspicio è che l’esasperazione NON conduca a episodi di giustizia privata e sommaria, come già ampiamente accaduto in altre parti d’Italia, considerato il fatto che i cittadini, giustamente, sono avviliti e in molti casi si sentono abbandonati e poco ascoltati, oltreché violati nell’intimità delle proprie abitazioni. Voglia la buona sorte che nulla di irrimediabile accada.

• Si può, si deve fare di più. Ma, più di tutto, si deve fare in fretta”.

Ladri in azione sul territorio

Anche l’ex vicesindaco ed attuale consigliere comunale, l’avvocato Vito Zizzi (Pd-Cisternino Insieme) ha espresso, con una nota social postata da un proprio account, il proprio pensiero in merito:

SICUREZZA A CISTERNINO: L’ENNESIMA CIAMBELLA SENZA BUCO”

Vito Zizzi consigliere comunale Pd a CisterninoL’assenza degli organi istituzionali preposti alla sicurezza, all’incontro del 16 dicembre programmato presso il comune di Cisternino, è stata una palese delegittimazione degli amministratori del nostro comune. Le ragioni dell’assenza potranno essere le più varie, ma sicuramente, prima della pubblicizzazione dell’iniziativa, andava acquisita la disponibilità degli stessi.
ALLA LEGITTIMA PREOCCUPAZIONE E RABBIA DEI CITTADINI NESSUNA RISPOSTA CONCRETA E’ STATA OFFERTA.
Certo è illusorio garantire un presidio di vigilanza dell’intero territorio con il personale delle forze dell’ordine a disposizione, ma la richiesta di una maggiore presenza e di un più efficiente coordinamento è un atto dovuto.
L’amministrazione comunale di Cisternino, per quanto di sua competenza, a mio avviso, cosa può e deve fare?
Vi è un appalto della illuminazione pubblica che, oltre a creare efficienza e risparmio doveva ampliare l’illuminazione pubblica sul territorio.

Perchè ad oggi i cento punti luce in più già previsti in appalto non vengono attivati?

Lo stesso impianto prevedeva un sistema intelligente, con un flusso di corrente ad onde convogliate, per la trasmissione di dati, voce ed immagini e su ogni palo poteva e può essere montato una telecamera per un controllo capillare dell’intero territorio.

Perchè ad oggi non si montano almeno le telecamere, già previste nell’appalto, agli ingressi del centro urbano e delle contrade?

Dare sicurezza ai cittadini è un dovere di tutte le istituzioni preposte.
Certo, anche i cittadini possono e devono contribuire – possibilmente con un mirato sostegno pubblico – con impianti passivi sui propri immobili (sistema di allarme, inferriate e porte blindate)

L’assenza di proposte e l’incapacità nell’organizzare persino un semplice incontro pubblico su questi problemi, aumenta la sfiducia, lo sconforto e l’insicurezza di tutti.

Dopo tre anni e mezza di amministrazione si faccia almeno quello che è dovuto.

Per la completa esattezza informativa, è da segnalare che, nella giornata successiva,  Martedì 17 Dicembre, il sindaco Convertini è stato convocato dal Prefetto presso la sede prefettizia di Brindisi. 

CHEESE & Co. PRANZO di NATALE 2019. € 48 Anche Menu Vegano e/o senza glutine

CHEESE & Co. PRANZO di NATALE 2019. € 48 Anche Menu Vegano e/o senza glutine

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article