Auto Zizzi Cisternino è Fiat

PRIMARIE CENTROSINISTRA. IN PUGLIA VINCE EMILIANO. A CISTERNINO FABIANO AMATI

PRIMARIE CENTROSINISTRA. IN PUGLIA VINCE EMILIANO. A CISTERNINO FABIANO AMATI

Farmacia Ostuni dott. Zizzi Gianpiero a Cisternino

PRIMARIE CENTROSINISTRA. IN PUGLIA VINCE EMILIANO. A CISTERNINO FABIANO AMATI

Sono stati 372 i cistranesi che, nell’odierna giornata di Domenica 12 Gennaio, hanno espresso il loro voto nelle Primarie indette per la scelta del prossimo candidato presidente della Regione Puglia dello schieramento di centrosinistra. A Cisternino, in controtendenza con il dato scaturito dal voto complessivo regionale, l’attuale presidente Emiliano (103 consensi) è stato largamente superato dal fasanese Fabiano Amati (195 consensi) che, sostanzialmente sostenuto da una buona parte dell’attuale maggioranza comunale guidata dal consigliere comunale Gianpiero Bennardi e da preferenze più di stampo territoriale, ha avuto la meglio sulle due diverse indicazioni del locale circolo cittadino del Pd che ha appoggiato sia l’attuale presidente regionale (103 consensi) che l’ex assessore regionale e deputato europeo Elena Gentile (59 consensi). Fanalino di coda il quarto candidato, Leonado (Leo) Palmisano (9 consensi).

PUGLIA PRIMARIE 2020 CENTROSINISTRA . I RISULTATI a CISTERNINO

PRIMARIE CENTROSINISTRA PUGLIA: MICHELE EMILIANO NUOVAMENTE IL CANDIDATO PRESIDENTE REGIONALE

Bar Fod Centro Storico Cisternino-Valle d'Itria

Michele EmilianoPRIMARIE CENTROSINISTRA. IN PUGLIA VINCE EMILIANO. A CISTERNINO FABIANO AMATI. Sarà Michele Emiliano, nuovamente e per la seconda volta consecutiva, il candidato presidente del centrosinistra – per il  2020 – nella Regione Puglia. L’ex giudice governatore attualmente in carica, era sin dal principio considerato come fortemente favorito, ha staccato nettamente gli altri tre sfidanti con oltre il 70% dei consensi espressi:

Fabiano Amati (Fasano) ha invece raccolto il 14,3%, Elena Gentile il 12,1% e, infine, Leonardo – detto Leo Palmisano il 3,1%. Un risultato che dunque, dai primi dati giunti, sembra essere stato unicovamente espresso in tutte le province pugliesi.

Per quanto riguarda invece l’affluenza, in tutta la regione si sarebbe attestata a quota 80mila, sostanzialmente non distante dai partecipanti che lo scorso anno contribuirono all’elezione di Zingaretti come segretario del Pd. Il dato, al primo sommario esame, potrebbe apparire lontano da quello registrato nelle primarie del 2014, quando a scegliere furono in 134 mila cittadini pugliesi. Considerando però che a questa consultazione 2020 è mancato il dichiarato apporto dei renziani di Italia Viva e di alcune polemiche defezioni di esponenti del Pd e del centrosinistra regionale, il risultato non può essere considerato certamente negativo.

Ristò il Grappolo a CisterninoMichele Emiliano (Pd Puglia)

Emiliano ha voluto, immediatamente, rivolgere il suo forte e primo grazie ai pugliesi che gli hanno consentito di essere, ancora una volta, alla guida della coalizione progressista di centrosinistra:

Questo popolo meraviglioso mi ha insegnato a fare il sindaco e mi sta insegnando a fare il presidente della Regione. Penso che qui ci sia qualcosa di diverso dal resto del mondo. I pugliesi sono diversi, sono andati a votare il 12 gennaio, ha cominciato pure a piovere oggi pomeriggio. Ora lo possiamo dire, il risultato era abbastanza scontato e quindi perché sono andati a votare? Più che per far vincere qualcuno, lo hanno fatto per testimoniare per tutti noi, hanno fatto un atto di testimonianza. Sono usciti di casa per dire ‘io sto qua’. Una cosa così non succede da nessun’altra parte. Questa cosa è bellissime ed è una poesia della politica che va conservata

EDIL CERAMICHE CISTERNINO di SABATELLI DOMENICO

Il secondo grazie va ai volontari e il terzo a Leonardo Palmisano, Elena Gentile e Fabiano Amati. Penso che loro renderanno migliore anche me, perché tutte le critiche che mi hanno fatto durante questa campagna per le primarie le ho ascoltate tutte con grande attenzione.
Da domani inizia la battaglia per la Puglia. Mi viene in mente la battaglia d’Inghilterra nella quale qualcuno tenta di prendersi l’Inghilterra. Penso che la Puglia nessuno se la possa prendere, la Puglia va rispettata, va difesa, noi l’abbiamo fatto forse qualche volta anche commettendo degli errori perché abbiamo dei limiti, siamo umani.

SECURITY VIGILANZA CISTERNINO CONTROLLO CONTINUO del TERRITORIO

Da domani si comincia a scrivere il programma. Dovrò continuare a fare il presidente della Regione e quindi la mia campagna elettorale sarà soprattutto continuare a lavorare per la Puglia e costruire insieme agli altri il programma per i prossimi 5 anni. Abbiamo provato tanto rammarico e tanto dolore perché non riuscivo a capire perché qualcuno si rifiutasse di partecipare ma adesso è tutto superato. Quello che è certo è che noi abbiamo una coalizione che è quella definita da coloro che hanno sottoscritto il patto per le primarie. Se dovesse residuare qualcuno se ne parlerà.

CardioPiù Fasano

Fabiano AmatiQuesta la prima dichiarazione del primo degli sconfitti, il fasanese Fabiano Amati: Ora bisogna tenere larga la coalizione e coinvolgere chi non ha partecipato perché il dato sull’affluenza ha un significato imponente. Quindi tutti a lavoro per evitare che la destra possa vincere. Infine, il commento – rilasciato all’agenzia Dire – e quello postato sul proprio profilo social da Leonardo Palmisano:

Io sono felicissimo. Siamo secondi a Bari, primi a Ginosa, secondi in molti paesi del foggiano, del basso Salento e del tarantino. Era un risultato insperato e sono contento perché siamo riusciti a tradurre un dissenso evidente non rispetto alle primarie ma rispetto a quello che è accaduto nel centrosinistra pugliese una forma di consenso che adesso dobbiamo moltiplicare per il dopo. Io sono contento perchè non sono state primarie facili, sono state primarie di ascolto e di proposta e risposta.

Un risultato straordinario, tutto nostro, al servizio di una coalizione che dovrà sconfiggere il sovranismo.
Grazie! Grazie! Grazie!
Adesso al lavoro per un radioso domani di democrazia.

BRACERIA del CORSO. Il pranzo fuoriporta a Cisternino in Valle d'Itria... tradizione da conservare

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article