Cresce ancora il numero degli italiani attualmente positivi al nuovo coronavirus così come il conto delle vittime che già ieri ha superato il triste record della Cina. Oggi il numero totale dei deceduti è salito a 4.032, quello dei guariti a 5.129, il totale dei casi è arrivato a 47.021, un aumento di 5.986 contagi.

689 persone guarite oggi
37.860 i pazienti attualmenti positivi
2.655 i pazienti in terapia intensiva (7% del totale degli attualmente contagiati)
16.020 ricoverati con sintomi
19.185 in isolamento domiciliare
627 morti nelle ultime 24 ore, il dato peggiore da inizio epidemia
Gli ultimi dati nel consueto bollettino della protezione civile.

Il caso più difficile quello, come segnalato da Today, della Lombardia dove oggi è stato innagurato l’ospedale da campo di Cremona da 68 posti letto. “Per noi la giornata di oggi è un raggio di sole dopo mese di buio – ha detto l’assessore al Welfare Gallera – la Lombardia è passata da 1 a 19.000 positivi” al nuovo coronavirus, scoprendosi più fragile, ma anche dotata di una grande forza di reazione”.

A Milano il numero dei contagiati è salito a 3.804, il caso più difficile resta Bergamo con 5.154 casi attualmente positivi e Brescia con 4.648.

In Emilia Romagna preoccupa sempre il cluster di Piacenza con 1.575 attualmente contagiati e Parma con 979.

In Veneto il focolaio nel padovano è salito a 1026 contagiati, mentre preoccupa il caso del veronese che registra 784 contagi.

Numeri importanti anche nelle Marche dove il cluster di Pesaro conta 1099 contagiati.

Lombardia: 22.264 casi totali (attuali: 15.420)
Emilia Romagna: 5.968 (attuali: 5.089)
Veneto: 4.031 (attuali: 3.677)
Piemonte: 3.461 (attuali: 3.244)
Marche: 1.981 (attuali: 1.844)
Toscana: 1.793 (attuali: 1.713)
Liguria: 1.221 (attuali: 1.001)
Lazio: 1.008 (attuali: 912)
Campania: 749 (attuali: 702)
Friuli Venezia Giulia : 656 (attuali: 555)
P.A. Trento: 642 (attuali: 600)
Puglia: 581 (attuali: 551)
P.A. Bolzano: 548 (attuali: 530)
Abruzzo: 449 (attuali: 422)
Sicilia: 408 (attuali: 379)
Umbria: 395 (attuali: 384)
Sardegna: 293 (attuali: 288)
Valle d’Aosta: 264 (attuali: 257)
Calabria: 207 (attuali: 201)
Basilicata: 52 (attuali: 52)
Molise: 50 (attuali: 39)

Bergamo (Lombardia): 4.645; Brescia (Lombardia): 4.247; Milano (Lombardia): 3.278; Cremona (Lombardia): 2.286; Lodi (Lombardia): 1.528; Piacenza (Emilia Romagna): 1.428; Torino (Piemonte): 1.042; Pavia (Lombardia): 1.011; Pesaro e Urbino (Marche): 983; Padova (Veneto): 924; Parma (Emilia Romagna): 869; Rimini (Emilia Romagna): 691; Verona (Veneto): 686; Roma (Lazio): 678; Modena (Emilia Romagna): 663; Treviso (Veneto): 637; Mantova (Lombardia): 636; Reggio nell’Emilia (Emilia Romagna): 608.

Intanto l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato oltre 210mila contagi nel mondo e più di 9mila morti per la pandemia di coronavirus.

“Ieri a Wuhan non sono stati registrati nuovi casi per la prima volta dall’inizio dell’epidemia di Covid-19. Wuhan dà speranza al resto del mondo, che anche la più grave situazione possa essere superata” ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa da Ginevra.

“Naturalmente dobbiamo essere prudenti, la situazione può ribaltarsi. Ma l’esperienza di città e Paesi che hanno respinto il coronavirus dà coraggio al resto del mondo”.