La Polizia di Stato, nel corso di servizi volti alla prevenzione del Covid-19, nella tarda serata di sabato scorso, ad Ostuni, ha tratto in arresto un soggetto del posto nella flagranza del reato di detenzione illegale di arma comune da sparo e munizioni.
L’uomo, Q.S. classe 1979 ostunese ed incensurato, è stato fermato alla guida della sua autovettura in una contrada del posto lungo la Ostuni-San Michele Salentino, in compagnia di un amico. Le ulteriori verifiche effettuate presso l’abitazione, hanno consentito di porre in sequestro 1 fucile calibro 12 con matricola, trovato sotto al materasso e 5 cartucce da caccia sul comodino a fianco al letto, pronte all’uso.

Rinvenuto, altresì, altro munizionamento per un totale di ulteriori 25 cartucce calibro 12, 4 cartucce calibro 16, 1 cartuccia per pistola calibro 38 special oltre ad altro materiale giudicato di interesse investigativo quali 2 bilancini elettronici di precisione, 2 narghilè artigianali, un birillo con residui di cocaina e sostanza da taglio. Alla luce delle evidenze acquisite, si è proceduto all’arresto dell’ostunese. La coppia di amici fermata è stata anche denunciata per la violazione della norme in materia di contrasto all’emergenza pandemica attuale, essendo stata scovata in strada senza un valido motivo.

L’arma è risultata essere di proprietà del padre dell’arrestato che la deteneva legalmente, così come tutto il resto. Sono stati adottati provvedimenti di carattere amministrativo e penale anche a carico del legittimo possessore del fucile.