Il sindaco di Locorotondo, Tommaso Scatigna, attraverso un videomessaggio postato tramite il proprio profilo Facebook, ha fatto il punto della situazione sul Coronavirus nella città barese della Valle d’Itria: “Fortunatamente Locorotondo ad oggi non presenta nessun caso di contagio. Però questa fortuna va sostenuta, va aiutata. Come? Continuando a rispettare le norme continuando a restare a casa. Tenete presente che tra vigili e carabinieri, da quando abbiamo potenziato i controlli in maniera capillare, sono state fatte quasi un centinaio di denunce e tantissimi sono stati quelli fermati . Il mio appello però va ai “fuoriclasse della spesa” e del passeggio inutile perché ci sono persone ancora che mi vengono segnalati dagli esercenti che comprano due panini alle 9, due fette di prosciutto alle 11 e un pacco di pasta a mezzogiorno, tanto per uscire. Questo non va più bene. E siccome siamo a Locorotondo e siccome siamo in un paese relativamente piccolo io vi conosco uno a uno, e oggi la mia missione è proprio quella di venirvi a fermare”.

Due successive ordinanze di Scatigna confermano la sospensione del mercato settimanale del venerdì fino almeno al prossimo 3 Aprile e la chiusura degli uffici comunali fino alla medesima data. Ecco i testi delle ordinanze sindacali:

“Il Sindaco con Ordinanza Sindacale, contingibile ed urgente, n. 32 del 26 marzo 2020, ORDINA la sospensione dello svolgimento del mercato settimanale previsto per venerdì 27 marzo e venerdì 3 aprile 2020 al fine di ridurre il rischio di contagio in quanto impossibilitati a garantire le distanze minime di sicurezza interpersonale tra avventori ed operatori, salvo programmare successivamente l’ordinato recupero della giornata soppressa”.

“Il Sindaco decreta il proseguo fino a venerdì 3 aprile 2020, salvo ulteriori proroghe, modifiche ed integrazioni, la CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI COMUNALE, salvo il sistema di appuntamento, per le SOLE pratiche indifferibile ed urgenti”.