L’omicidio di Giacomo Fiorino, 54enne di Martina Franca ma residente da anni a Nicaragua e poi lì assassinato il 7 Dicembre del 2019 all’interno del panificio di cui era titolare, ha ora dei responsabili: si tratta di Pedro Josè Galo Torres, Erling Selim e Manuel De Jesús Caballero, tutti condannati a 33 anni di reclusione.

I tre sono stati riconosciuti colpevoli dell’omicidio dell’imprenditore alimentare.

Il 54enne Proprio fu accoltellato a morte dai tre nel corso di una rapina. Pedro Josè Galo Torres era stato, peraltro, vigilante della stessa panetteria per due anni.

Il martinese Fiorino era sposato con una nicaraguense.

I tre hanno confessato l’assassinio del 7 Dicembre scorso davanti ad un giudice di Managua.