Resta alta l’attenzione della Polizia di Stato sulle attività di contrasto al crimine. Nelle ultime ore, infatti, nelle fitte maglie dei controlli sul territorio predisposti dal Questore di Taranto, sono finiti, in due distinte operazioni di polizia, un tarantino di 30 anni, denunciato in stato di libertà per il reato di tentato furto ai danni di un esercizio commerciale del centro storico di Taranto, e un 27enne residente a Martina Franca, tratto in arresto per il reato di evasione.

Nella seconda operazione, i poliziotti del Commissariato di Martina Franca, sempre nell’ambito delle scrupolose attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione e al contenimento della diffusione del covid-19, nei giorni scorsi hanno proceduto al controllo di una coppia di giovani che, alla vista della pattuglia, hanno cambiato repentinamente direzione, al chiaro scopo di eludere un eventuale controllo. Prontamente raggiunti e controllati, dall’interrogazione nelle banche dati delle forze di polizia è emerso che l’uomo era gravato da un provvedimento di sottoposizione agli arresti domiciliari, emesso dal Tribunale di Firenze, che stava scontando a Martina Franca. A seguito di quanto accertato, l’uomo è stato immediatamente riaccompagnato presso la propria abitazione e denunciato per l’evasione con richiesta di inasprimento della misura cautelare. La richiesta è stata raccolta in tempi brevissimi dal competente Tribunale di Firenze e per l’effetto, in esecuzione del provvedimento, per l’uomo si sono aperte le porte del carcere.