Il gruppo di opposizione consiliare ‘Cisternino Insieme’ ha emesso una nota con cui si precisano alcuni aspetti circa il nuovo utilizzo del ‘Centro Alzheimer’ come centro post acuzie da Covid-19:

“Il dottor Canzio, coordinatore dei medici di famiglia di Cisternino, recentemente ha espresso in modo puntuale valide critiche riguardo alla decisione di destinare il primo piano della struttura dell’ex centro Alzheimer in Ospedale per pazienti Covid post acuti. Inoltre ha espresso legittimo disappunto umano e professionale nel verificare che dopo tanto immobilismo, solo ora, “grazie” o meglio a causa della pandemia, si ritiene di utilizzare finalmente questa struttura sanitaria.

Come consiglieri e gruppi di minoranza, ci siamo da subito resi disponibili a collaborare con l’amministrazione, senza però venire minimamente coinvolti, a dispetto di una lettera del Sindaco in cui si invocava, forse solo virtualmente, una unità di azione in questo delicato momento. Non abbiamo inteso sin qui fare polemiche, ma non possiamo più accettare che tutto diventi occasione di propaganda politica ed elettorale soprattutto in questa delicata fase ed in particolar modo da parte di chi, in questi anni, è stato in qualche modo corresponsabile dell’abbandono della struttura ex centro Alzheimer, che non ha ricevuto la stessa attenzione rispetto ad altre.

Non tollereremo neanche che si tenti di “tappare” la bocca a chi legittimamente ha espresso il suo punto di vista con competenza e conoscenza storica. Siamo solidali con il dottor Canzio, siamo vicini a tutti coloro che combattono questa terribile malattia e a chi deve gestire l’emergenza, ma non tolleriamo politici sempre pronti a fare campagna elettorale e chi pretende di zittire le voci critiche. Grazie al cielo siamo ancora in democrazia. Invitiamo il Sindaco a non alimentare ulteriormente le polemiche, a fare tesoro delle competenti osservazioni del Dott. Canzio e “a costruire realmente i fatti” senza indulgere nella propaganda”.