CardioPiù Fasano POLIAMBULATORIO

 

Cisternino Notizie in Valle d'Itria Emergenza Coronavirus 2020

Farmacia Ostuni a Cisternino Convenzionata Buono spesa Emergenza Coronavirus

REGIONE PUGLIA & CORONAVIRUS. Regione Puglia pone un freno ai “tamponi a tappeto”: è inutile fare troppi test sul personale

coronavirus tampone

REGIONE PUGLIA & CORONAVIRUS. Regione Puglia pone un freno ai “tamponi a tappeto”: è inutile fare troppi test sul personale.

La esecuzione sistematica di tamponi agli operatori sanitari asintomatici, senza evidenza di esposizione al contagio, non aumenta i livelli di sicurezza per gli operatori sanitari e non coronavirus esecuzione tampone addetti ospedaliericontribuisce in nessuna misura al controllo dell’epidemia“.

In poche parole: le campagne di tamponi a tappeto in atto in alcuni ospedali sono state fatte in modo difforme dalle linee guida ministeriali e, perciò di conseguenza, devono essere fermate, anche perché “la capacità diagnostica della rete dei laboratori regionali non è illimitata e deve soddisfare esclusivamente le esigenze del sistema di sorveglianza epidemiologica». Dunque, si tratta di una durissima circolare quella diramata nella giornata di ieri lunedì 20 Aprile dalla Regione Puglia:

Lo Strillone a Cisternino Edicola Cartolibreria Servizi

L’esecuzione di test al di fuori degli schemi di prescrizione appropriata – hanno scritto all’unisono Vito Montanaro, capo dipartimento sanitario e Pier Luigi Lopalco, l’epidemiologo scelto dal presidente Michele Emiliano -, pone dunque un serio problema di sicurezza per la salute pubblica nella gestione dell’epidemia in quanto distrae preziose risorse diagnostiche“.

Pier Luigi Lopalco e Vito Montanaro

Azienda Ospedaliera - Universitaria Ospedale Policlinico Consorziale BariLa missiva è stata spedita a tutti i direttori generali ma, in primis, sembra che la filippica sia rivolta principalmente al Policlinico di Bari e alla Asl Bat. L’ospedale universitario barese ha dato avvio ad una vera e propria campagna di tamponi a tappeto sul proprio personale sanitario, un’azione che consta anche nella ripetizione del test ogni 7-15 giorni nonostante ci sia un fermo e chiaro “NO” dei vertici sanitari regionali.

Bar Fod a Cisternino Gelateria Artigianale di Qualità

ASL BATE, anche nella provincia Bat, si è dato avvio all’esame tampone in tutte le residenze sanitarie e agli asintomatici. Il problema qui è doppio, spiega Lopalco, perchè da un lato il tampone fatto senza rispettare i criteri epidemiologici (la presenza dei sintomi, o il contatto con un caso positivo) non serve ed è uno spreco di risorse e, nel contempo, la OSPEDALE DI VENERE EMERGENZA CORONAVIRUSmassiccia quantità di tamponi effettuato sul personale sanitario del Policlinico sta creando non poche problematiche nel capoluogo pugliese in quanto riduce di molto la capacità del sistema dei laboratori: a Bari, infatti, c’è solo quello dell’Ospedale Di Venere di Carbonara a reggere l’intero carico di lavoro.). Si spiegherebbe in questo modo il picco di test registrato in Puglia negli ultimi due giorni.

KHADIJA ARGAN COSMETIC CISTERNINO

Filippo Anelli FNOMCEOLa lettera inviata, di fatto, è anche una risposta indiretta al presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, che ha chiesto alla Regione “tamponi di routine eseguiti ogni settimana su tutti gli operatori sanitari per tutelare loro e gli stessi pazienti“. Che, secondo il parere di Lopalco, non servono: infatti, nella stessa circolare inviata ricorda che “il test diagnostico per covid-19 deve rispondere a criteri di appropriatezza prescrittiva“. E, in ogni caso, se se ne fanno troppi senza motivazioni, un’azione che potrebbe generare “pericolosi ritardi nel controllo dei focolai epidemici” in quanto i tamponi effettuati seguendo i criteri rischiano di finire in coda e che, per questi motivi, ha costretto la stessa Regione a richiamare i direttori generali per far rispettare “pedissequamente” le linee guida ministeriali e quelle messe a punto in sede pugliese in data 4 aprile 2020.

Carta e Penna a Cisternino

Di certo, questa missiva/direttiva regionale farà scaturire una fortissima polemica perchè, già da giorni, il personale ospedaliero regionale era in subbuglio, non capendo perché esclusivamente nel Policlinico barese si stavano testando i dipendenti a tappeto. E, ancora, alquanto marcato è il senso di disorientamento di quei cittadini che invece sono costretti ad aspettare più giorni per poter ottenere i risultati dei test. E, sicuramente, tutto questo non deve intaccare e/o garantire la sicurezza dell’intero personale medico.

Pier luigi Lopalco tamponi di massa dannosi

In tal senso, ancora e sempre secondo Lopalco, “il tampone non è un buon test di screening e utilizzarlo a questo scopo andrebbe contro ogni logica scientifica. Il tampone negativo ha un significato solo transitorio, l’operatore potrebbe positivizzarsi dopo poche ore: per questo tamponi di massa o sistematici agli operatori sanitari non sono solo inutili ma anche dannosi“.

PASTICCIOLAB PASTICCERIA GELATERIA ARTIGIANALE A CISTERNINO DIRETTAMENTE A CASA VOSTRA


CISTERNINO VETRINA COMMERCIALE WEB (MESSAGGIO PROMOZIONALE)

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article