Il sindaco di Locorotondo, Tommaso Scatigna, attraverso un videomessaggio postato su Facebook, ha effettuato un bilancio degli aiuti dispensati durante l’emergenza Coronavirus:
“Diamo un po’ di numeri: argomento buoni spesa, 357 sono state le domande evase, solo 2 quelle escluse per mancanza di requisiti, 42 le domande arrivate fuori tempo, per le quali non escludiamo di riaprire i termini. Abbiamo distribuito sul territorio un totale di 101.400 euro che corrispondono a 10140 buoni spesa da 10 euro. Nel frattempo sono stati anche distribuiti 500 pacchi di beni di prima necessità da parte dell’esercito di volontari che sta lavorando per il paese coordinati dal Coc che io presiedo. Un ringraziamento doveroso va a chi è stato offeso, oltre al sindaco in questo periodo, cioè l’assessore Rossella Pulli, assessore ai servizi sociali e l’ufficio dei servizi sociali. Io a questo punto non posso far altro che dire a chi ha polemizzato sulla nostra gestione che deve soltanto vergognarsi e prego queste persone di ricordarsi in futuro, chi scrive titoloni chi fa uscire articoli in giorni in cui il paese meritava e forse questo sindaco e questa amministrazione più serenità vi dovete lavare la bocca quando parlate di Locorotondo”.