Farmacia Ostuni a Cisternino Convenzionata Buono spesa Emergenza CoronavirusCisternino Notizie in Valle d'Itria Emergenza Coronavirus 2020

CISTERNINO CASA della SALUTE

CISTERNINO. LA CASA DELLA SALUTE POTRÀ OSPITARE L’OSPEDALE DI COMUNITÀ? MOLTO PROBABILMENTE NO 

UN COMUNICATO DI PRECISAZIONI DA PARTE DI CISTERNINO INSIEME

CISTERNINO INSIEME

Lo Strillone a Cisternino Edicola Cartolibreria Servizi

CISTERNINO. LA CASA DELLA SALUTE POTRÀ OSPITARE L’OSPEDALE DI COMUNITÀ? MOLTO PROBABILMENTE NO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

CN&TCome avevamo facilmente intuito e preannunciato, la nota di risposta al comunicato di Cisternino Insieme – da parte del dott. Donato Tozzi – in riferimento alla Casa della Salute già Centro Alzheimer e ora Postazione Covid-19 post acuzie, continua a suscitare note polemiche che, per correttezza di informazione e per massima informazione nei confronti della cittadinanza cistranese tutta, riportiamo sempre integralmente.

CISTERNINO INSIEME e DONATO TOZZI. SULLA CASA DELLA SALUTE UNA POLEMICA CHE CONTINUA

Questa di seguito, l’ultima nota pervenutaci a cura della coalizione d’opposizione di Cisternino Insieme.

LA CASA DELLA SALUTE POTRÀ OSPITARE L’OSPEDALE DI COMUNITÀ? MOLTO PROBABILMENTE NO

Molti di coloro che in questi giorni parlano della Casa della Salute forse non conoscono bene i fatti o cercano volutamente di falsarli.
FACCIAMO CHIAREZZA
Il centro Alzheimer è stato realizzato con Fondi europei grazie alla presentazione di un progetto da parte della giunta allora guidata da Gino Convertini.

CISTERNINO CASA DELLA SALUTE E FONDI EUROPEI

I lavori, con i quali sono stati completati ed arredati i locali del piano terra sono terminati ad agosto 2015 (giunta a guida Donato Baccaro). Il primo piano dell’immobile era allo stato grezzo. Per questo, nel 2012 il Consiglio comunale di allora (giunta guidata da Donato Baccaro), per procedere anche con i lavori del primo piano, chiese ed ottenne lo spostamento dell’investimento, inizialmente previsto per il campo sportivo di zona Pico, sul primo piano della struttura al fine di realizzarvi i Poliambulatori nell’ottica di destinare l’intero edificio a Casa della Salute. Contro tale scelta espresse voto contrario qualche consigliere componente dell’attuale maggioranza.

Noi Cisternino e Cisternino Insieme. Casa della Salute, le verità

Proprio nell’ottica di destinare la nuova struttura a Casa della Salute in grado di ospitare tutti i Servizi del Presidio Territoriale di Assistenza, fu anche data la disponibilità alla Asl di utilizzare il terrazzo dell’ultimo piano per realizzarvi un ulteriore piano. A tale scopo gli amministratori del tempo sollecitarono la Regione a prevedere uno stanziamento di 5 milioni di euro. I lavori di completamento del Primo Piano vennero così iniziati dall’ASL agli inizi del Luca Convertini e Donato Baccaro2015 (giunta Donato Baccaro) e terminati a fine 2016 (giunta Luca Convertini).
Pertanto prima del 2016 la struttura, nella parte da destinare ai Poliambulatori non era ancora pronta.
Quale amministrazione avrebbe dunque dovuto attivarsi affinché fossero portati a termine i lavori e venisse utilizzata l’intera struttura? La precedente o la nuova? È chiaro che spettasse alla nuova.
Infatti a questa nuova amministrazione a più riprese, sia in Consiglio Comunale che in Consulta Sanità, è stato chiesto di attivare la struttura almeno per la parte dei Poliambulatori e di sollecitare Regione ed Asl per ampliamento e completamento.
Nonostante l’apparente conferma iniziale di finanziamento per 5 milioni di euro, dette risorse ad oggi non si sa che fine abbiano fatto. Forse destinate ad altre strutture come Fasano, Mesagne, San Pietro o Brindisi?

CASA DELLA SALUTE E 5 MILIONI DI EURO. CHE FINE HANNO FATTO

Non è dato sapere. Non è dato sapere neanche a che punto sia la progettazione a differenza di altri Presidi Territoriali di Assistenza come Fasano, San Pietro e Mesagne per i quali risultano essere stati approvati e finanziati i progetti. La “scusa” utilizzata a più riprese è sempre stata che la strada di Via Magellano non fosse utilizzabile perchè privata e che la vecchia strada con ingresso da Piazza Navigatori fosse inadeguata.

CISTERNINO VIA MAGELLANO

Abbiamo anche sempre sostenuto che con 5 milioni di euro si potrebbe completare la struttura, incluse strade, parcheggi ed ampliamento come previsto nella disciplina dei finanziamenti dedicata a strutture socio sanitarie, ma l’Amministrazione ha sempre sostenuto che non sia possibile.
Gli atti e i fatti parlano chiaro.

CISTERNINO CASA DELLA SALUTE CON DISSONANZE CISTRANESI
COVID-19Solo adesso, “dopo ben 4 anni” di inerzia, purtroppo grazie all’epidemia Covid e forse anche all’avvicinarsi delle elezioni, questi problemi, prima insormontabili, sono stati superati in pochissimi giorni. Volere è potere evidentemente.
Le domande che abbiamo posto e continuiamo a porre sono:
che fine hanno fatto i 5 milioni di euro?- che fine ha fatto l’impegno dell’ASL a completare la struttura?
la struttura Covid così realizzata è sicura per operatori e pazienti?
Ospedale di Cisternino (Ospedale di Comunità) era necessario chiudere Ospedale di Comunità che cura ed assiste molti pazienti cronici del nostro paese?
la struttura, una volta terminata l’emergenza, sarà utilizzabile come Ospedale di Comunità e potrà ospitare il Presidio Territoriale di Assistenza con tutti i servizi previsti, come sbandierato dagli attuali amministratori e sostenitori?
Le risposte che ci siamo dati, dopo esserci documentati, paiono essere negative.

Il centro per malati post acuti Covid non rispetterebbe il Principio di Precauzione al fine di scongiurare eventuali contagi soprattutto fra il personale, a meno che non si vogliano riproporre i problemi avuti già in altre strutture sanitarie o socio-sanitarie;
i malati post acuti potevano essere assistiti in una unica struttura o in alberghi come avvenuto in altre ASLl o in altre Regioni;
la Casa della Salute, così come è stata ora completata, non potrà ospitare l’Ospedale di Comunità in quanto non rispetta le norme specifiche approvate in conferenza Stato- Regioni a febbraio 2020.

CISTERNINO CASA della SALUTE

Nessun razzismo, davvero offensivo il solo pensarlo, e nessuna speculazione politica.
Altri hanno evidentemente utilizzato e strumentalizzato, mettendo in atto una campagna elettorale anche su problemi seri, soprattutto in questo momento delicato.
Noi abbiamo solo a cuore le sorti dei pazienti, degli operatori e della sanità sul nostro territorio. Restiamo come sempre pronti a dare il nostro contributo, come abbiamo sempre dimostrato e sempre che ci venga richiesto per tempo e non a fatti già compiuti, come avvenuto per il Centro Covid post acuti.
ORA AVREMO:
SOLO UNA STRUTTURA DESTINATA A PAZIENTI COVID POST ACUTI POCO SICURA,
L’OSPEDALE DI COMUNITÀ CHIUSO.

CISTERNINO. LA CASA DELLA SALUTE POTRÀ OSPITARE L’OSPEDALE DI COMUNITÀ MOLTO PROBABILMENTE NO 
UNA STRUTTURA NUOVA INUTILIZZABILE PER L’OSPEDALE DI COMUNITÀ NEANCHE A FINE EMERGENZA.
Grazie a tutti i nostri amministratori.
BEL COLPO!

Banner Content
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Article