Dati stabili anche oggi, quelli diffusi dalla protezione civile sull’epidemia da coronavirus, stabili e in calo, ad esclusione delle vittime, che pur rimanendo sotto le 200, non rallentano ulteriormente. I guariti crescono di 3500 unità e diminuisce il numero di persone in terapia intensiva, ricoverate con sintomi e anche quelle in isolamento domiciliare. Sono ormai meno di 80mila le persone attualmente positive, come riportato dall’edizione online del quotidiano “la Repubblica”.
Degli 888 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 394 nuovi positivi (il 44,3% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 169 casi in Piemonte, 50 in Emilia Romagna, di 31 in Veneto, di 27 in Toscana, di 67 in Liguria e di 38 nel Lazio.

Il bollettino del 13 maggio: tutti i dati
I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 893 persone, 59 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 12172 persone, 693 meno di ieri. In isolamento domiciliare 65392 persone (-2057 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 195 persone (ieri le vittime erano state 172), arrivando a un totale di decessi 31106.
I guariti raggiungono quota 112541, per un aumento in 24 ore di 3502 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2452 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 809 unità (ieri erano stati 1222) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 983 (ieri 983). Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 61973 tamponi (ieri 67003). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 63 tamponi fatti, il 1,6% uguale alla media degli ultimi giorni.

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 222.104.

Coronavirus, i dati regione per regione del 13 maggio
Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 30032 in Lombardia, 12491 in Piemonte, 6502 in Emilia Romagna, 5020 in Veneto, 3563 in Toscana, 2718 in Liguria, 4235 nel Lazio, 3013 nelle Marche, 1815 in Campania, 2322 nella provincia di Puglia, 573 in Trento, 1889 in Sicilia, 779 in Friuli Venezia Giulia, 1489 in Abruzzo, 413 nella provincia di Bolzano, 106 in Umbria, 491 in Sardegna, 93 in Valle d’Aosta, 551 in Calabria, 231 in Molise, 131 in Basilicata.

Le 30032 persone attualmente malate in Lombardia sono distribuite così: 307 in terapia intensiva (-15), 5007 ricoverati con sintomi (-215), 24718 in isolamento domiciliare (-413). I morti totali sono 15185 (+69), i guariti 38081 (+968).

Le 12491 persone attualmente malate in Piemonte sono distribuite così: 122 in terapia intensiva (-14), 1858 ricoverati con sintomi (-42), 10511 in isolamento domiciliare (-637). I morti totali sono 3460 (+32), i guariti 13107 (+830).

Le 6502 persone attualmente malate in Emilia Romagna sono distribuite così: 123 in terapia intensiva (-13), 1165 ricoverati con sintomi (-219), 5214 in isolamento domiciliare (-67). I morti totali sono 3905 (+20), i guariti 16572 (+329).

Le 5020 persone attualmente malate in Veneto sono distribuite così: 30 in terapia intensiva (-3), 364 ricoverati con sintomi (-29), 4626 in isolamento domiciliare (-138). I morti totali sono 1712 (+26), i guariti 12081 (+175).

Le 3563 persone attualmente malate in Toscana sono distribuite così: 72 in terapia intensiva (+0), 284 ricoverati con sintomi (-23), 3207 in isolamento domiciliare (-255). I morti totali sono 964 (+5), i guariti 5302 (+300).

Le 2718 persone attualmente malate in Liguria sono distribuite così: 35 in terapia intensiva (+0), 430 ricoverati con sintomi (-17), 2253 in isolamento domiciliare (-44). I morti totali sono 1314 (+13), i guariti 4898 (+115).

Le 4235 persone attualmente malate nel Lazio sono distribuite così: 83 in terapia intensiva (-1), 1224 ricoverati con sintomi (-34), 2928 in isolamento domiciliare (-3). I morti totali sono 577 (+11), i guariti 2438 (+65).

Le 3013 persone attualmente malate nelle Marche sono distribuite così: 20 in terapia intensiva (-4), 211 ricoverati con sintomi (-19), 2782 in isolamento domiciliare (-172). I morti totali sono 971 (+2), i guariti 2604 (+213).

Le 1815 persone attualmente malate in Campania sono distribuite così: 19 in terapia intensiva (-1), 402 ricoverati con sintomi (-12), 1394 in isolamento domiciliare (-49). I morti totali sono 394 (+1), i guariti 2421 (+76).

Le 2322 persone attualmente malate in Puglia sono distribuite così: 27 in terapia intensiva (-4), 310 ricoverati con sintomi (-24), 1985 in isolamento domiciliare (-71). I morti totali sono 460 (+4), i guariti 1566 (+106).

Le 573 persone attualmente malate nella provincia di Trento sono distribuite così: 9 in terapia intensiva (+0), 76 ricoverati con sintomi (-4), 488 in isolamento domiciliare (-90). I morti totali sono 446 (+1), i guariti 3293 (+102).

Le 1889 persone attualmente malate in Sicilia sono distribuite così: 13 in terapia intensiva (-2), 212 ricoverati con sintomi (-22), 1664 in isolamento domiciliare (+2). I morti totali sono 262 (+1), i guariti 1203 (+32).

Le 779 persone attualmente malate in Friuli Venezia Giulia sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 92 ricoverati con sintomi (-4), 685 in isolamento domiciliare (-18). I morti totali sono 316 (+3), i guariti 2061 (+27).

Le 1489 persone attualmente malate in Abruzzo sono distribuite così: 7 in terapia intensiva (-1), 214 ricoverati con sintomi (-8), 1268 in isolamento domiciliare (-50). I morti totali sono 375 (+5), i guariti 1263 (+66).

Le 413 persone attualmente malate nella provincia di Bolzano sono distribuite così: 7 in terapia intensiva (+0), 56 ricoverati con sintomi (+0), 350 in isolamento domiciliare (-24). I morti totali sono 290 (+0), i guariti 1872 (+27).

Le 106 persone attualmente malate in Umbria sono distribuite così: 4 in terapia intensiva (+0), 36 ricoverati con sintomi (-5), 66 in isolamento domiciliare (+2). I morti totali sono 72 (+1), i guariti 1241 (+2).

Le 491 persone attualmente malate in Sardegna sono distribuite così: 10 in terapia intensiva (-1), 78 ricoverati con sintomi (+1), 403 in isolamento domiciliare (-15). I morti totali sono 120 (+0), i guariti 734 (+16).

Le 93 persone attualmente malate in Valle d’Aosta sono distribuite così: 0 in terapia intensiva (+0), 38 ricoverati con sintomi (-7), 55 in isolamento domiciliare (-4). I morti totali sono 141 (+1), i guariti 929 (+13).

Le 551 persone attualmente malate in Calabria sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 64 ricoverati con sintomi (-1), 486 in isolamento domiciliare (-16). I morti totali sono 93 (+0), i guariti 496 (+19).

Le 231 persone attualmente malate in Molise sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 9 ricoverati con sintomi (-4), 221 in isolamento domiciliare (+9). I morti totali sono 22 (+0), i guariti 148 (+10).

Le 131 persone attualmente malate in Basilicata sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 42 ricoverati con sintomi (-5), 88 in isolamento domiciliare (-4). I morti totali sono 27 (+0), i guariti 231 (+11).


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 13 maggio, in Puglia, sono stati registrati 2.221 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 11 casi, così suddivisi:

2 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia Bat;

2 nella Provincia di Brindisi;

2 nella Provincia di Foggia;

3 nella Provincia di Lecce;

1 nella Provincia di Taranto;

1 residente fuori regione.

Sono stati registrati 4 decessi: 2 in provincia di Bari, 2 in provincia di Foggia.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 83.713 test.

1566 sono i pazienti che risultano guariti.

2322 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.348, così divisi:

1.429 nella Provincia di Bari;

381 nella Provincia di Bat;

608 nella Provincia di Brindisi;

1119 nella Provincia di Foggia;

508 nella Provincia di Lecce;

273 nella Provincia di Taranto;

29 attribuiti a residenti fuori regione;

1 per il quale è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.