L’epidemia è in ritirata, anche se continua a fare oltre cento morti ogni giorno. Centosessantuno oggi per la precisione, uno meno di ieri. Ma per la prima volta da inizio pandemia il rapporto tra nuovi positivi e tamponi effettuati è pari a 1 su 100, mai così basso. Nessun morto in Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata. Nessun nuovo caso Umbria, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata.

Dei 665 tamponi positivi rilevati oggi, come riportato dall’edizione online del quotidiano “la Repubblica”, la maggior parte sono in Lombardia, con 294 nuovi positivi (il 44,2% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni, l’incremento di casi è di 158 casi in Piemonte, 50 in Emilia Romagna, di 33 in Veneto, di 14 in Toscana, di 32 in Liguria e di 28 nel Lazio.

Il bollettino del 20 maggio: tutti i dati
I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 676 persone, 40 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 9624 persone, 367 meno di ieri. In isolamento domiciliare 52452 persone (-1970 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 161 persone (ieri le vittime erano state 162), arrivando a un totale di decessi 32330.

I guariti raggiungono quota 132282, per un aumento in 24 ore di 2881 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2075 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 2377 unità (ieri erano stati 1424) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 665 (ieri 813). Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 67195 tamponi (ieri 63158).

Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 101 tamponi fatti, il 1%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 1,2%. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 227364.
Coronavirus, i dati regione per regione del 20 maggio
Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 26671 in Lombardia, 9151 in Piemonte, 5098 in Emilia Romagna, 3532 in Veneto, 2117 in Toscana, 2178 in Liguria, 3786 nel Lazio, 1974 nelle Marche, 1442 in Campania, 1902 in Puglia, 126 nella provincia di Trento, 1523 in Sicilia, 596 in Friuli Venezia Giulia, 1317 in Abruzzo, 272 nella provincia di Bolzano, 66 in Umbria, 331 in Sardegna, 46 in Valle d’Aosta, 353 in Calabria, 198 in Molise, 73 in Basilicata.

Le 26671 persone attualmente malate in Lombardia sono distribuite così: 231 in terapia intensiva (-13), 4281 ricoverati con sintomi (-145), 22159 in isolamento domiciliare (-462). I morti totali sono 15662 (+65), i guariti 43442 (+849).

Le 9151 persone attualmente malate in Piemonte sono distribuite così: 96 in terapia intensiva (+0), 1513 ricoverati con sintomi (-66), 7542 in isolamento domiciliare (-418). I morti totali sono 3718 (+39), i guariti 17016 (+603).

Le 5098 persone attualmente malate in Emilia Romagna sono distribuite così: 96 in terapia intensiva (-3), 626 ricoverati con sintomi (-44), 4376 in isolamento domiciliare (-185). I morti totali sono 4008 (+11), i guariti 18258 (+271).

Le 3532 persone attualmente malate in Veneto sono distribuite così: 16 in terapia intensiva (-2), 255 ricoverati con sintomi (-4), 3261 in isolamento domiciliare (-216). I morti totali sono 1832 (+12), i guariti 13666 (+243).

Le 2117 persone attualmente malate in Toscana sono distribuite così: 45 in terapia intensiva (-11), 178 ricoverati con sintomi (-12), 1894 in isolamento domiciliare (-183). I morti totali sono 998 (+6), i guariti 6867 (+214).

Le 2178 persone attualmente malate in Liguria sono distribuite così: 22 in terapia intensiva (+0), 310 ricoverati con sintomi (-28), 1846 in isolamento domiciliare (-58). I morti totali sono 1386 (+10), i guariti 5725 (+108).

Le 3786 persone attualmente malate nel Lazio sono distribuite così: 74 in terapia intensiva (+0), 1119 ricoverati con sintomi (-5), 2593 in isolamento domiciliare (+5). I morti totali sono 647 (+7), i guariti 3100 (+21).

Le 1974 persone attualmente malate nelle Marche sono distribuite così: 16 in terapia intensiva (-1), 125 ricoverati con sintomi (-19), 1833 in isolamento domiciliare (-134). I morti totali sono 987 (+1), i guariti 3716 (+155).

Le 1442 persone attualmente malate in Campania sono distribuite così: 12 in terapia intensiva (-5), 318 ricoverati con sintomi (-12), 1112 in isolamento domiciliare (-59). I morti totali sono 401 (+2), i guariti 2871 (+81).

Le 1902 persone attualmente malate in Puglia sono distribuite così: 21 in terapia intensiva (-1), 242 ricoverati con sintomi (-5), 1639 in isolamento domiciliare (-33). I morti totali sono 478 (+5), i guariti 2027 (+45).

Le 126 persone attualmente malate nella provincia di Trento sono distribuite così: 6 in terapia intensiva (-2), 39 ricoverati con sintomi (-3), 81 in isolamento domiciliare (-73). I morti totali sono 455 (+0), i guariti 3787 (+88).

Le 1523 persone attualmente malate in Sicilia sono distribuite così: 11 in terapia intensiva (-1), 118 ricoverati con sintomi (-7), 1394 in isolamento domiciliare (+7). I morti totali sono 268 (+0), i guariti 1620 (+9).

Le 596 persone attualmente malate in Friuli Venezia Giulia sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 76 ricoverati con sintomi (+0), 518 in isolamento domiciliare (-4). I morti totali sono 322 (+2), i guariti 2291 (+8).

Le 1317 persone attualmente malate in Abruzzo sono distribuite così: 6 in terapia intensiva (+0), 185 ricoverati con sintomi (-3), 1126 in isolamento domiciliare (-69). I morti totali sono 389 (+0), i guariti 1499 (+80).

Le 272 persone attualmente malate nella provincia di Bolzano sono distribuite così: 5 in terapia intensiva (-1), 43 ricoverati con sintomi (-3), 224 in isolamento domiciliare (-32). I morti totali sono 291 (+0), i guariti 2024 (+36).

Le 66 persone attualmente malate in Umbria sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 25 ricoverati con sintomi (+0), 39 in isolamento domiciliare (+0). I morti totali sono 74 (+0), i guariti 1287 (+0).

Le 331 persone attualmente malate in Sardegna sono distribuite così: 10 in terapia intensiva (+1), 68 ricoverati con sintomi (-3), 253 in isolamento domiciliare (-8). I morti totali sono 126 (+0), i guariti 898 (+11).

Le 46 persone attualmente malate in Valle d’Aosta sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 25 ricoverati con sintomi (-1), 20 in isolamento domiciliare (-2). I morti totali sono 143 (+0), i guariti 986 (+3).

Le 353 persone attualmente malate in Calabria sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (-1), 49 ricoverati con sintomi (-1), 303 in isolamento domiciliare (-27). I morti totali sono 96 (+1), i guariti 707 (+31).

Le 198 persone attualmente malate in Molise sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 7 ricoverati con sintomi (-2), 189 in isolamento domiciliare (-12). I morti totali sono 22 (+0), i guariti 202 (+14).

Le 73 persone attualmente malate in Basilicata sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 22 ricoverati con sintomi (-4), 50 in isolamento domiciliare (-7). I morti totali sono 27 (+0), i guariti 293 (+11).


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 20 maggio 2020 in Puglia, sono stati registrati 2.061 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 13 casi, così suddivisi:

1 nella Provincia di Bari;

2 nella Provincia Bat;

6 nella Provincia di Brindisi;

2 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

1 nella Provincia di Taranto;

Per 1 caso è in corso l’attribuzione della relativa provincia di appartenenza.

Sono stati registrati 5 decessi: 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Lecce.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 95.895 test.

Sono 2.027 i pazienti guariti.

1.902 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.407 così divisi:

1.443 nella Provincia di Bari;

383 nella Provincia di Bat;

635 nella Provincia di Brindisi;

1131 nella Provincia di Foggia;

509 nella Provincia di Lecce;

276 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione;

2 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

2 casi appartenenti a residenti fuori regione sono stati eliminati dal database.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.