Da oggi in Italia ci sono meno di diecimila persone ricoverate per Covid, in terapia intensiva e non. Succede per la prima volta dopo oltre due mesi, dal 14 marzo, ma soprattutto dopo aver toccato un picco, nel momento peggiore dell’epidemia, in cui la somma dei ricoverati, in terapia intensiva e non, erano oltre 33mila. E oggi, come riportato dall’edizione online del quotidiano “la Repubblica”, sono poco più di 60mila le persone attualmente positive (al culmine dell’epidemia erano 108mila).

Purtroppo si registra ancora un numero a tre cifre di vittime: sono 156 oggi, un dato estremamente stabile da giorni. Ieri 161, l’altro ieri 162. Nessun morto si registra in otto regioni: Puglia, Sicilia, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata. Meno di tre vittime in Marche Campania, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Sardegna.

Dei 642 nuovi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 316 nuovi positivi (il 49,2% dei nuovi contagi).

Coronavirus, in Lombardia torna a salire il numero dei contagiati
L’incremento di casi è invece di 105 casi in Piemonte, 53 in Emilia Romagna, di 55 in Liguria e di 25 nel Lazio, 18 in Toscana mentre sono 12 nelle Marche e 10 in provincia di Trento.

Tutte le altre regioni e province autonome hanno meno di 10 contagi: 9 in Campania, 8 in Veneto, 7 in Abruzzo, 6 in Puglia, Sicilia e Friuli Venezia Giulia, 2 in Umbria, 1 in Sardegna Val d’Aosta, Molise e Basilicata. Zero nuovi contagi in Calabria e a Bolzano.

Il bollettino del 21 maggio: tutti i dati
I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 640 persone, 36 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 9269 persone, 355 meno di ieri.

In isolamento domiciliare 51.051 persone (-1401 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 156 persone (ieri le vittime erano state 161), arrivando a un totale di decessi 32486.

I guariti raggiungono quota 134560, per un aumento in 24 ore di 2278 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2881 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1792 unità (ieri erano stati 2377) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 642 (ieri 665). Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 71679 tamponi (ieri 67195). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 111,6 tamponi fatti, il 0,9%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 1,2%.

Nell’analisi di oggi aggiungiamo un nuovo dato. Il rapporto tra nuovi positivi e persone effettivamente testate. Perché nel dato dei tamponi effettuati sono conteggiati tutti i tamponi fatti, anche quelli ripetuti sulle persone malate per verificare se sono guarite o meno. Questo falsa parzialmente la percezione dei nuovi positivi ma la continuiamo a proporre per permettere i confronti con il passato.

Spiegato questo, passiamo al dato: oggi sono stati testati 40.644 casi (contro i 71.679 tamponi effettuati) e individuati come detto 642 nuovi positivi. Un rapporto di 1 ogni 63 casi, l’1,6%. Ieri questo dato era 1 su 58, ovvero l’1,7%. Due giorni fa uno ogni 49, ovvero circa il 2%. Il 18 maggio era dell’1,7%, quindi è un paramentro dell’epidemia tutto sommato stabile.

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 228.006.

Coronavirus, i dati regione per regione del 21 maggio
Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 26715 in Lombardia, 8710 in Piemonte, 4926 in Emilia Romagna, 3286 in Veneto, 1877 in Toscana, 2075 in Liguria, 3637 nel Lazio, 1832 nelle Marche, 1373 in Campania, 1839 in Puglia, 66 nella provincia di Trento, 1522 in Sicilia, 578 in Friuli Venezia Giulia, 1272 in Abruzzo, 250 nella provincia di Bolzano, 61 in Umbria, 318 in Sardegna, 43 in Valle d’Aosta, 326 in Calabria, 194 in Molise, 60 in Basilicata.

Le 26715 persone attualmente malate in Lombardia sono distribuite così: 226 in terapia intensiva (-5), 4119 ricoverati con sintomi (-162), 22370 in isolamento domiciliare (+211). I morti totali sono 15727 (+65), i guariti 43649 (+207).

Le 8710 persone attualmente malate in Piemonte sono distribuite così: 83 in terapia intensiva (-13), 1479 ricoverati con sintomi (-34), 7148 in isolamento domiciliare (-394). I morti totali sono 3742 (+24), i guariti 17538 (+522).

Le 4926 persone attualmente malate in Emilia Romagna sono distribuite così: 92 in terapia intensiva (-4), 592 ricoverati con sintomi (-34), 4242 in isolamento domiciliare (-134). I morti totali sono 4025 (+17), i guariti 18466 (+208).

Le 3286 persone attualmente malate in Veneto sono distribuite così: 15 in terapia intensiva (-1), 237 ricoverati con sintomi (-18), 3034 in isolamento domiciliare (-227). I morti totali sono 1841 (+9), i guariti 13911 (+245).

Le 1877 persone attualmente malate in Toscana sono distribuite così: 41 in terapia intensiva (-4), 169 ricoverati con sintomi (-9), 1667 in isolamento domiciliare (-227). I morti totali sono 1004 (+6), i guariti 7119 (+252).

Le 2075 persone attualmente malate in Liguria sono distribuite così: 22 in terapia intensiva (+0), 283 ricoverati con sintomi (-27), 1770 in isolamento domiciliare (-76). I morti totali sono 1397 (+11), i guariti 5872 (+147).

Le 3637 persone attualmente malate nel Lazio sono distribuite così: 68 in terapia intensiva (-6), 1110 ricoverati con sintomi (-9), 2459 in isolamento domiciliare (-134). I morti totali sono 662 (+15), i guariti 3259 (+159).

Le 1832 persone attualmente malate nelle Marche sono distribuite così: 16 in terapia intensiva (+0), 111 ricoverati con sintomi (-14), 1705 in isolamento domiciliare (-128). I morti totali sono 990 (+3), i guariti 3867 (+151).

Le 1373 persone attualmente malate in Campania sono distribuite così: 9 in terapia intensiva (-3), 312 ricoverati con sintomi (-6), 1052 in isolamento domiciliare (-60). I morti totali sono 403 (+2), i guariti 2947 (+76).

Le 1839 persone attualmente malate in Puglia sono distribuite così: 20 in terapia intensiva (-1), 236 ricoverati con sintomi (-6), 1583 in isolamento domiciliare (-56). I morti totali sono 478 (+0), i guariti 2096 (+69).

Le 66 persone attualmente malate nella provincia di Trento sono distribuite così: 6 in terapia intensiva (+0), 40 ricoverati con sintomi (+1), 20 in isolamento domiciliare (-61). I morti totali sono 455 (+0), i guariti 3857 (+70).

Le 1522 persone attualmente malate in Sicilia sono distribuite così: 11 in terapia intensiva (+0), 107 ricoverati con sintomi (-11), 1404 in isolamento domiciliare (+10). I morti totali sono 268 (+0), i guariti 1627 (+7).

Le 578 persone attualmente malate in Friuli Venezia Giulia sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 72 ricoverati con sintomi (-4), 504 in isolamento domiciliare (-14). I morti totali sono 323 (+1), i guariti 2314 (+23).

Le 1272 persone attualmente malate in Abruzzo sono distribuite così: 5 in terapia intensiva (-1), 175 ricoverati con sintomi (-10), 1092 in isolamento domiciliare (-34). I morti totali sono 391 (+2), i guariti 1549 (+50).

Le 250 persone attualmente malate nella provincia di Bolzano sono distribuite così: 5 in terapia intensiva (+0), 50 ricoverati con sintomi (+7), 195 in isolamento domiciliare (-29). I morti totali sono 291 (+0), i guariti 2046 (+22).

Le 61 persone attualmente malate in Umbria sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 17 ricoverati con sintomi (-8), 42 in isolamento domiciliare (+3). I morti totali sono 74 (+0), i guariti 1294 (+7).

Le 318 persone attualmente malate in Sardegna sono distribuite così: 12 in terapia intensiva (+2), 64 ricoverati con sintomi (-4), 242 in isolamento domiciliare (-11). I morti totali sono 127 (+1), i guariti 911 (+13).

Le 43 persone attualmente malate in Valle d’Aosta sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 26 ricoverati con sintomi (+1), 16 in isolamento domiciliare (-4). I morti totali sono 143 (+0), i guariti 990 (+4).

Le 326 persone attualmente malate in Calabria sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 47 ricoverati con sintomi (-2), 278 in isolamento domiciliare (-25). I morti totali sono 96 (+0), i guariti 734 (+27).

Le 194 persone attualmente malate in Molise sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 8 ricoverati con sintomi (+1), 184 in isolamento domiciliare (-5). I morti totali sono 22 (+0), i guariti 207 (+5).

Le 60 persone attualmente malate in Basilicata sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 15 ricoverati con sintomi (-7), 44 in isolamento domiciliare (-6). I morti totali sono 27 (+0), i guariti 307 (+14).


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 21 maggio 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.694 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 7 casi, così suddivisi:

4 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia Bat;

2 nella Provincia di Brindisi;

1 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto.

Non sono stati registrati decessi oggi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 97.589 test.

Sono 2.096 i pazienti guariti.

1.839 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.413 così divisi:

1.447 nella Provincia di Bari;

382 nella Provincia di Bat;

637 nella Provincia di Brindisi;

1.132 nella Provincia di Foggia;

509 nella Provincia di Lecce;

276 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione;

2 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

Un caso relativo alla provincia Bat è stato eliminato dal database.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.